BERLUSCONI-MONTI: botta e risposta sui giovani

BERLUSCONI MONTI – Tra Mario Monti e Silvio Berlusconi è guerra aperta.

L’ultimo botta e risposta riguarda proprio i giovani ed il lavoro.

Nell’intervento a Porta a Porta Berlusconi ha dichiarato: “Bisogna arrivare con qualcosa di eccezionale. Abbiamo 4 milioni di imprese in Italia, si potrebbe dire loro: ‘Se assumete anche una sola persona in più con un contratto a tempo indeterminato non pagherete per 3-4-5 anni né contributi previdenziali né tasse’. E’ come assumere qualcuno in nero“.

Mario Monti non ha aspettato ed ha replicato: “E’ abbastanza semplice l’idea di zero tasse su chi assume giovani. Però è interessante capire perché, se è così semplice, chi ha governato 8 degli ultimi 15 anni non lo ha fatto?”.

Berlusconi senza peli sulla lingua ha ribadito: “Perché la situazione dei giovani è stata aggravata fino a questo punto dal governo Monti. Il governo dei tecnici è lontanissimo dalla realtà e non ha saputo interpretare la disperazione delle persone, ha proceduto con le ingiunzioni di un’Europa a guida tedesca ed ha applicato un’austerità che può portare al fallimento dello stato“.

Il clima si scalda. Cosa succederà alle prossime elezioni?

Da leggere