AIDA YESPICA sbotta: “Ora vi dico tutto sul mio matrimonio”

AIDA YESPICA MATRIMONIO – Aida Yespica sbotta e, dopo l’ultimo attacco di Selvaggia Lucarelli, decide di raccontare tutta la verità sul suo matrimonio a Chi.

Aida racconta la rbutta disavventura di quest’estate: “Ho deciso di regalare l’ultimo sole a mio figlio, qui a Formentera. Leo non c’è. In questo momento è a Miami e sta affrontando una delle prove più importanti della sua vita. Quest’estate suo figlio, nato dal precedente matrimonio, ha avuto un brutto incidente in moto in Costa Azzurra a Saint-Tropez. All’inizio credevamo che non fosse nulla di grave, quando il ragazzo è stato portato in ospedale, poi ci siamo resi conto che la situazione era più grave di quanto poteva sembrare”.

E continua: “Il ragazzo è rimasto in degenza per un mese. lo e mio marito siamo rimasti con lui. Poi siamo partiti per Ibiza, ma giusto per qualche giorno, perché la testa e il cuore sono sempre rimasti in quella stanza di ospedale a Saint – Tropez. Il nervosismo era alle stelle anche tra di noi. Lui voleva farmi felice, portandomi in vacanza con le mie amiche (Raffaella Zardo e Claudia Galanti, ndr), ma non eravamo dell’umore giusto. Così, dopo qualche giorno, Leo è tornato dal figlio e io sono rientrata a Milano. Era giusto così”.

Il cambiamento dello stato sulla pagina Facebook è stata una bruttissima idea: “Io e Leo ci siamo separati per gravi motivi, e li ho spiegati. Sono iniziate quindi telefonate assurde di giornalisti e amici. Tutti mi facevano la stessa domanda: “Allora, vi siete lasciati?”. Una sera ho cambiato status sulla pagina di Facebook. Così, mi dico, adesso nessuno mi romperà più. Invece è stato un errore. Ho amplificato una “non” notizia”.

Aida e il marito sono pronti a riunirsi:Leo è riuscito a trasferire suo figlio in un ospedale di Miarni. Adesso stanno giocando un’altra partita per evitare che questa situazione peggiori. lo rientrerò prima a Milano, poi volerò a Londra, dove Leo vive e concentra i suoi affari, e dove ho intenzione di trasferirmi. Sarà lì, a Londra, che lo aspetterò con calma”.