Home Attualità

ABBRONZATURA: perchè i solari fanno venire i brufoletti? come combatterli?

CONDIVIDI

I solari spesso fanno venire antiestetiche bollicine: come combatterle? – Analizzata dal punto di vista della cosmesi, l’estate è senza dubbio il periodo delle creme solari: sono loro le vere protagoniste in profumeria e si spera che le donne, oggi giorno più responsabili e informate circa l’importanza di una corretta protezione prima e durante l’esposizione al sole, ne facciano davvero incetta.

Se è però vero che i solari sono un elemento indispensabile nella borsa per il mare è altrettanto vero che la nostra pelle non li accoglie sempre con benevolenza: a chi non è infatti capitato di veder comparire su volto o spalle quelle fastidiose bollicine simili ad irritazione o, peggio, ad acne? Una controindicazione che può a volte risultare davvero spiacevole e spingerci a mandare al diavolo creme e quant’altro: sbagliato! Non bisogna mai mettere a rischio la propria salute per simili problemi e sarà quindi certamente più consigliabile esplorare qualche soluzone per salvare “capre e cavoli”.

La prima cosa da fare è ovviamente quella di scongiurare che i brufoletti siano sintomo di una forte scottatura, ovvero che siano ciò che comunemente conosciamo come “eritema solare“: se così fosse infatti l’unica possibilità sarà quella di andare in farmacia e comprare apposite creme medicinali che aiutino la pelle a risanarsi.

Scongiurato questo pericolo l’alternativa è che proprio la crema solare sia fonti di problemi per la nostra pelle, risposta comune nel caso di persone con problemi di pelle grassa che sono le più soggette alla insorgenza di antiestetiche bollicine. Cosa fare in questo caso? Innanzi tutto potrebbe essere il amre stesso a venirci in soccorso: il sale contenuto nell’acqua infatti seccherà la pelle, evitando l’aumento di sebo in eccesso e risparmiandoci il tanto odiato effetto unto. Indispensabile è comunque un piccolo aiuto da parte nostra: dovremo essere diligenti e prenderci qualche responsabilità anche in vacanza, usando prodotti oil-free e applicando regolarmente una maschera all’argilla.

Lo scopo è insomma quello non solo di evitare di ingrassare troppo la pelle, ma anche di far sì che il sebo in eccesso venga il più possibile assorbito: insomma, ci vorranno accortezza e costanza per far sì che, anche con l’aggiunta di creme extra, spesso molto nutrienti, la nostra pelle mantenga il giusto equilibrio, senza scivolare lungo la strada dei brufoletti. La missione non è certo facile ma del resto per evitare quegli odiosi rossori i sacrifici sono il minimo dovuto.