Home Attualità

SERVIZIO PUBBLICO DI SANTORO fa boom di ascolti

CONDIVIDI

GRANDE ESORDIO PER SANTORO – Esordio da principio di rivoluzione, quella , detta da Santoro, contro “il degrado della tv generalista”. La trasmissione partita ieri, infatti, ha fatto il 12% di share. Boom anche su internet per la prima puntata di Servizio pubblico, il nuovo programma multi piattaforma di Michele Santoro. Soddisfatto il giornalista con tutta la sua squadra, e l’opposizione ora lo rivorrebbe di nuovo in Rai.

I dati ufficiali, dati da Santoro in una nota sono i seguenti: 2.276.418 di spettatori sulle Tv regionali, più quelli di Sky Tg24 Eventi, 645.113, per uno share complessivo di 12,03. Più  internet: 5 milioni di contatti e più di 300 mila utenti medi contemporanei. Serviziopubblico. it è stato il primo canale per 5 ore sulla rete. Servizio pubblico ha fatto sorpasso su Piazzapulita di Corrado Formigli, ieri rimasto solo al 4,74 per cento di share.

Cosa dice il noto giornalista a proposito di questo successo strepitoso che potrebbe segnare il suo ritorno in azienda Rai?  “Il risultato di ieri “conferma che è in atto una rivolta contro il degrado della tv generalista occupata dai partiti, sia nel pubblico che nel privato. Lavoreremo per estendere questa rivolta, per trasformarla in rivoluzione. E la rivoluzione, a guardare il grande successo di ieri sera, è già cominciata”, ha dichiarato Michele Santoro.

Non sono in tanti che si auspicherebbero il ritorno del giornalista in Rai. Tra di questi c’è Rodolfo De Laurentiis che ha detto: “Piaccia o non piaccia Santoro, la Rai avrebbe dovuto tenerlo”. Di parere opposto la maggioranza perché Santoro “non è stato ‘cacciato’ dalla Rai, bensì è stata accolta una sua precisa, esplicita e convinta richiesta di dimissioni”, dice il consigliere di maggioranza Alessio Gorla. Per il ritorno in azienda si schiera anche Antonio Di Pietro in una lettera al Presidente Paolo Garimberti, perché il pubblico, scrive il leader LDV, vuole “giornalisti liberi”.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!