Home Attualità

Vladimir Luxuria: dal Parlamento ai salotti tv

CONDIVIDI

L’ex parlamentare Luxuria si racconta in un’intervista a Vanity Fair

L’ex parlamentare Vladimir Luxuria racconta le sue esperienze come politico e non solo in un’intervista rilasciata a Vanity Fair.Nonostante il mio partito, ed io, nel 2008 non siamo stati riammessi in Parlamento non ho mai smesso di occuparmi di diritti civili e della nostra dignità: qualche settimana fa sono stata madrina di uno sportello anti discriminazione lesbo – gay ad Avellino“.

L’Italia è ancora molto indietro nell’accettazione dei diritti delle coppie omosessuali, e Vladimir lo ammette senza troppi fronzoli: “Gli ultimi due stati che approveranno le unioni gay saranno l’Iran e il Vaticano, ne sono certa“.

E sul caso Berlusconi dice la sua: “Non considero motivo di dimissioni ciò che gli altri considerano peccato, ma solo ciò che costituisce reato. Mi fa indignare chi non fa nulla per garantire diritti civili a coppie di vere lesbiche mentre istiga due donne a simulare atti lesbo per il proprio piacere voyeuristico“.

Alla domanda su una eventuale reincarnazione dopo la morte risponde: “Vorrei reincarnarmi in un’orata: cambia sesso senza bisogno della chirurgia“.

fonte: Vanity Fair