Home Attualità

Berlusconi: gli sms di Sara Tommasi

CONDIVIDI

Sono stati resi pubblici gli sms di Sara Tommasi a Berlusconi

Nuove scottanti svolte nel caso Berlusconi. Tra igieniste dentali e presunte maggiorenni, spuntano gli sms disperati e dai tratti vagamente bipolari di Sara Tommasi. Gli sms partiti dal cellulare della Tommasi sono un mix di odio e amore e rivelano un profondo e plateale malessere che spesso sfocia in vera e propria isteria.

I messaggi coprono il periodo che va dal dicembre 2010 al gennio 2011. In particolare, quello del 5 gennaio, ha toni molto intimi ed affettuosi:”Amore ti ho mandato un pensiero da Licia (l’eurodeputato Licia Ronzulli). Spero che tu kapisca questa volta”.

Passano solo 5 giorni e i toni cambiano radicalmente:”Silvio vergognati! Mi hai fatto ammalare… paga i conti dello psicologo”.

Ancora 48 ore e tutto sembra dimenticato:”Amore perdonami…ho visto solo oro la tua chiamata. Ultimamente ho problemi con la linea telefonica. Se posso fare qualche cosa…. Bacio grande”.

L’sms del 12 gennaio è ancora più romantico:”Mi sei mancato tanto. Spero che tu mi possa richiamare presto. Ti amo ancora, sai? Lady X”. Ma i colpi di scena regalati dell’altalena emotiva nella quale viaggia giornalmente la starlette non sono per niente finiti e, dopo soli tre giorni, ecco di nuovo la rabbia avere la meglio:”Spero k krepi kon le tue tr..e”.

La Tommasi continua a rivolgersi con toni minacciosi e rancorosi nei confronti del Cavaliere e lancia una frecciata: “Ci vuole una buona reputazione per governare!! Anke tu fai festini, Dinho (Ronaldinho ndr) deve tornare!”. Poco dopo l’avvertimento: “Stai abusando di potere”. A conclusione della pietosa (e sgrammaticata) sequenza di sms, arriva quello forse più inquietante. Rivolgendosi a Paolo Berlusconi, la giovane si sfoga: “Se io mi devo kurare, tu piantala con cocaina, cani e mign…e !!! E festini sexy non me ne sbatte un c…o, str…o!”.

Scoop a parte, tutte queste ‘k’ al posto delle ‘c’… Ma la Tommasi non si vantava di avere un cervello ed essersi laureata alla Bocconi di Milano?

fonte: julienews.it