Home Attualità - Tutte le news in tempo reale Sarah Scazzi: possibile che tutti sapevano?

Sarah Scazzi: possibile che tutti sapevano?

CONDIVIDI

Particolari agghiaccianti dalle agenzie.

“L’ho uccisa con una cordicella mentre era di spalle, e quando era già morta ho abusato di lei”….

Forse non ci sono nemmeno parole per descrivere quanto è uscito dalla bocca di questo mostro, per quello che ha fatto, con efferata freddezza.

E rivedendo i vari video dello zio, che seguono il ritrovamento del cellulare di Sarah, non ci si capacita della fermezza e della ‘tranquillità apparente’ con la quale Michele abbia descritto il momento in cui quel cellulare è capitato (così lui sosteneva) davanti i suoi occhi. Occhi azzurri, di un uomo semplice, di campagna, dalle mani rovinate dal lavoro di una vita. Punto di riferimento di Sarah. Proprio lui le ha tolto la vita, i sogni, i progetti, gli amori ai quali quel piccolo angelo biondo si doveva ancora affacciare.

“…è toccato a me trovare il suo cellulare, ora toccherà a me trovare anche il suo corpo”, disse in una delle tante interviste. La cosa che lascia sgomento, è che proprio lui, con quel ritrovamento di quel cellulare bruciacchiato, aveva attirato a sè l’attenzione di tutti, anche della mamma di Sarah, Concetta, che fino a quel momento non aveva il minimo dubbio sul cognato, ma a telecamere spente, fece una confidenza: “Vi prego tenetelo d’occhio, prima o poi crollerà. Mi sono sempre fidata di lui, anche Sarah, ma ora…..”.

Chi effettivamente sapeva? chi conosceva l’agghiacciante verità e non ha parlato?

A quanto pare il giorno prima dell’uccisione, le due cugine avevano litigato, come ormai era di dominio pubblico, ma il vero motivo della discussione solo oggi è venuto a galla. Sarah aveva chiesto aiuto alla cugina Sabrina, figlia dello zio, confidandole quanto lo zio voleva da lei. Proprio quella mattina la figlia andò a parlare con il padre di quanto accaduto, e lui per l’ennesima volta affiancò la nipote, ma stavolta per redarguirla…e non solo…purtroppo…

Proprio ieri sera in diretta su Rai3, durante la trasmissione ‘Chi l’ha visto?’, l’agenzia arriva in diretta alla conduttrice, che ha il duro compito di iniziare a confidare alla famiglia collegata dalla propria abitazione, quanto inizia ad emergere dagli interrogatori in corso, proprio in quel momento, della famiglia dello zio. Dopo ore ed ore di interrogatorio lo zio è crollato, soprattutto dopo aver ascolato una registrazione di sua figlia, catturata tramite cimici posizionate nel suo appartamento, che alla mamma dichiara: “L’ha presa lui…”.

Dopo la confessione, intorno alle ore 23.00, l’assassino è stato portato dagli inquirenti sul luogo da lui indicato per la sepoltura della ragazza, un pozzo con un diametro di meno di 50 cm, dove il corpicino nudo di Sarah è stato incastrato in posizione fetale, e ricoperto di pietre, in modo da evitare la risalita del corpo.

Alle 10.30 il corpo senza vita ancora non era stato estratto, per via del posizionamento strettissimo in cui erastato posto.

Vi terremo aggiornati con le ultime agenzie…