22 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

EVENTI: Raphael Gualazzi a Roma

  • EVENTI: Raphael Gualazzi a Roma
Grande chiusura?a Villa Pamphilj a Roma, per I Concerti nel Parco gioved? 31 luglio, con RAPHAEL GUALAZZI e il suo quintetto, per l?unica data a Roma del suo Welcome to myhell tour 2014. Questa nuova tourn?e, una produzione

Grande chiusura a Villa Pamphilj a Roma, per I Concerti nel Parco giovedì 31 luglio, con RAPHAEL GUALAZZI e il suo quintetto, per l’unica data a Roma del suo Welcome to myhell tour 2014.
Questa nuova tournée, una produzione Massimo Levantini per Live Nation, arriva in seguito ai grandi risultati del tour 2013 che ha fatto registrare sold out a ripetizione in Italia e all’estero, stregando il pubblico in tutto il mondo, dall’Europa, al Giappone, al Canada. Scoperto da Caterina Caselli, il cantautore, pianista e compositore trentenne è arrivato al grande successo conquistando il primo posto della categoria “Giovani” e il Premio della Critica al Festival di Sanremo 2011 con il brano “Follia d’amore”. Lo scorso 64° Festival di Sanremo lo ha visto conquistare il secondo posto con il brano ‘Liberi o no’ insieme al produttore The Bloody Beetroots (tra i singoli sanremesi più suonati in radio) e da pochi giorni è in radio con il nuovo singolo “Tanto ci sei” (musica di R.
Gualazzi e The Bloody Beetroots, e testo di Giuliano Sangiorgi).
Un percorso costruito su una personalissima cifra artistica che ne fa uno dei personaggi più interessanti della nuova generazione di cantautori italiani. Raphael eseguirà una selezione di brani dal suo ultimo album “Happy Mistake”, (già uscito in Germania, Svizzera e Austria, stregando anche la stampa estera che ha definito l’artista “una rarità” per la sua “illimitata ispirazione per brani originali ed ironici”), alcuni inediti, grandi successi e cover di cantautori italiani e stranieri, passando dal rag-time alla liricità del blues e al jazz più tradizionale, con incursioni nel gospel e nel soul, così come nel country e nel rock, senza dimenticare i classici, da Verdi al felliniano Rota, il tutto condito con il suo personalissimo sound internazionale. Uno spettacolo travolgente, le cui premesse sono chiare fin dal nome scelto per la tournée: uno show dinamico e sfaccettato che alterna atmosfere suggestive a momenti dall’energia intensa ed irresistibile.

Articoli Correlati