21 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Come riconoscere la depressione

  • Come riconoscere la depressione
Ecco come riconoscere uno dei mali peggiori in continua crescita, la depressione ?Sono depresso?, ?non vivo bene?: sono frasi che sempre pi? spesso si sentono pronunciare dalle bocche delle persone che si sentono attanagliate da

Ecco come riconoscere uno dei mali peggiori in continua crescita, la depressione “Sono depresso”, “non vivo bene”: sono frasi che sempre più spesso si sentono pronunciare dalle bocche delle persone che si sentono attanagliate da un lavoro che non li soddisfa o che hanno perso, da una famiglia che li stressa e dalle aspettative che non si realizzano mai.
Ma cos’è davvero la depressione e come si può riconoscere? La depressione è uno stato di malessere molto complesso e personale che viene spesso confuso con momenti di tristezza e confusione che è normale possano verificarsi.
La depressione con la D maiuscola è una malattia invalidante sotto tutti i punti di vista poiché si insinua nella vita familiare, lavorativa, ed influisce negativamente sulle abitudini alimentari, sul sonno e sulla salute in generale.
È uno stato che inficia tutte le giornate senza sosta, porta un’apatia per qualsiasi attività, insonnia, attacchi di panico, sbalzi d’umore, gastriti e mal di testa, tendenza all’isolamento e sentimenti di rassegnazione.
Non è detto che tutti i sintomi sopradescritti siano presenti contemporaneamente ma ne bastano 5. La diagnosi si elabora attraverso i racconti del paziente stesso e delle persone a lui più vicine, attraverso il supporto di uno psicoterapeuta specializzato.
Il momento più comune in cui questa malattia si fa sentire è tra i 20 e i 30 mentre il periodo di maggiore picco è generalmente tra i 30 e i 40.
La comprensione della natura e delle cause della depressione si è evoluta nel corso dei secoli anche se ancora incompleta.
Le cause proposte includono fattori psicologici, psicosociali, ambientali, ereditari, evolutivi e biologici. Per guarire o anche solo sentirsi meglio ci vuole molto tempo, attenzione, forza e costanza ma non è impossibile.
Imperativo è farsi aiutare e non vergognarsi, poiché non c’è nulla di intelligente nell’essere infelici.  

Articoli Correlati
Salute e Benessere
Salute e Benessere
Salute e Benessere