16 October 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: prescrizione del diritto al risarcimento del danno per la perdita del bagaglio

  • CARO AVVOCATO: prescrizione del diritto al risarcimento del danno per la perdita del bagaglio
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Per tutto quanto concerne il diritto del passeggero ad essere risarcito per la perdita del bagaglio, si applica la Convenzione di Montreal. A pena di decadenza, il passeggero deve

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: Per tutto quanto concerne il diritto del passeggero ad essere risarcito per la perdita del bagaglio, si applica la Convenzione di Montreal.
A pena di decadenza, il passeggero deve immediatamente inoltrare il reclamo ed attendere che, previa istruttoria da parte della compagnia aerea, venga accertato il temporaneo smarrimento del medesimo ovvero la sua definitiva perdita. La vecchia normativa italiana stabiliva un termiine più breve nel caso in cui al rapporto contrattuale si applicava la normativa italiana. Nel caso di trasporto internazionale - disciplinato prima dal sistema di Varsavia, poi dalla Convenzione di Montreal del 1999 - il termine di prescrizione, oltre ad applicarsi agli aspetti del trasporto non disciplinati dai testi convenzionali, coesisteva con il più lungo termine di decadenza biennale per l’esercizio dell’azione previsto dalla normativa uniforme per i danni alla persona, da ritardo, per avaria o perdite del bagaglio. Le recenti modifiche al codice della navigazione hanno eliminato queste incongruità, stabilendo che i diritti derivanti dal contratto di trasporto di persone e di bagagli sono assoggettati alle norme sulla decadenza previste dalla normativa internazionale, con inapplicabilità delle norme sulla prescrizione.
Gli stessi diritti non sono assoggettati alle norme che regolano la prescrizione. Quest’ultima precisazione consente non soltanto di eliminare la concorrenza di prescrizione del diritto di fonte interna con termini di decadenza di fonte internazionale, ma ha anche l’effetto di impedire che, nel caso in cui si ravvisi un reato (ad esempio, omicidio colposo) non si applichi la norma che estende la durata della prescrizione del diritto al risarcimento a quella prevista per il reato. Sono quindi sottoposti a decadenza biennale e non più a prescrizione anche quei diritti non regolati dalla normativa internazionale, quale quelli, ad esempio, relativi all’inesecuzione del trasporto o all’overbooking.

Articoli Correlati