20 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

CARO AVVOCATO: obbligo di mantenimento prima del provvedimento del Giudice?

  • 2|
L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: In tema di obbligo del mantenimento dei figli, la giurisprudenza di merito ? orientata nel ritenere non sussistente il reato di violazione degli obblighi familiari (omesso mantenimento)

L'avvocato Sara Testa Marcelli risponde: In tema di obbligo del mantenimento dei figli, la giurisprudenza di merito è orientata nel ritenere non sussistente il reato di violazione degli obblighi familiari (omesso mantenimento) nel caso in cui non vi sia ancora un provvedimento del giudice ed il soggetto obbligato versi delle somme, nei limiti delle sue possibilità. La configurabilità del reato di cui all'art.
570, comma secondo, c.p.
deve infatti escludersi ogni qualvolta il querelato, in un periodo in cui non era vincolato da alcuna statuizione giudiziale, abbia fatto luogo alla elargizione, in favore della coniuge e della prole, di quanto nelle sue possibilità, a nulla rilevando, in merito, la circostanza che l'assegno di mantenimento successivamente stabilito in sede di separazione, e comunque puntualmente corrisposto dall'obbligato, fosse superiore alla somma versata nel periodo in contestazione, stante la pacifica carenza di qualsivoglia interdipendenza tra il reato di cui all'art.
570, comma secondo, n.
2, c.p.
e l'assegno liquidato dal Giudice civile. L'ipotesi delittuosa in questione, invero, pur avendo come presupposto la esistenza di una obbligazione alimentare, non ha carattere sanzionatorio dell'inadempimento del provvedimento del Giudice civile, ma è unicamente rapportata alla sussistenza dello stato di bisogno dell'avente diritto alla somministrazione dei mezzi indispensabili per vivere.