26 September 2017

Chedonna.it Copyright © 2011 - WEB365SRL | Tutti i diritti riservati

Lo Chef di CheDonna, eventi, ricette, consigli e tendenze culinarie

La rubrica dello chef Ben trovate, questa settimana vi parler? di un locale a ROMA inaugurato i primi di novembre che in soli 3 mesi ? diventato il numero 1 della capitale. Il suo nome? Si chiama ?Coffe Pot?, s? proprio

La rubrica dello chef Ben trovate, questa settimana vi parlerò di un locale a ROMA inaugurato i primi di novembre che in soli 3 mesi è diventato il numero 1 della capitale. Il suo nome? Si chiama “Coffe Pot”, sì proprio così, 'Caffettiera', è un associazione culturale dove per poter accedere basta fare una tesserina socio gratuita all'ingresso. Il locale apre tutti i giorni alle 12,30 per chiudere alle 2, ed in questo si passa dal pranzo al thè, dall' aperitivo alla cena, dove il socio/chef/responsabile Popa Ion Petrica presenta dei piatti dalla preparazione semplice ma con un elevato indice qualitativo di materie prime. Lo stile del locale è quello che in questo momento a New York definiscono 'recession style', ovvero lo stile della recessione.
In un momento di generale crisi economica si mette da parte il lusso e si punta al recupero, quindi largo al "vintage".
Così al Coffee Pot potrete trovare un ricercato ventaglio di pezzi datati: il banco di scuola, la poltrona da parrucchiere, il casco per la permanente, mangiacassette, televisioni e altri oggetti che spaziano da un periodo anni '50- anni '80.
Il luogo, un open space ricavato da una carrozzeria di giorno è illuminato dai finestroni scorrevoli del giardino d'inverno, di sera da luci basse e soffuse.? I colori dei muri e dell'arredamento sono poi sapientemente invecchiati, sporcati il tutto per marcare l'inesorabile e piacevole trascorrere del tempo. In programma spesso troverete mostre, mercatini, serate a tema, tutte le sere dj set e gruppi musicali. A questa formula perfetta di location, musica, cibo, si unisce il fatto che i cocktail sono da 10+ (lasciatemi dire che è una cosa assai rara in giro ) e che i prezzi sono super contenuti.
Ora capite perchè tutti i giorni è pieno ? Io ci sono stato questo martedì, e passando per il centro storico della città non ho potuto evitare di notare locali e ristoranti semivuoti. Bene questo nuovo locale non ha neanche l'insegna, ma quando nei posti si stà bene il passaparola si sà fa miracoli. Tre domande allo chef -Vorrei chiederti quale è la tipologia di persone che frequenta il locale di cui ti occupi? -Per ogni giorno della settimana ci sono organizzatori diversi e questo determina musica diversa, idee diverse e di conseguenza un pubblico differente come età e caratteristiche. -So che avete una direzione artistica molto attiva, quali generi musicali si possono trovare? -Jazz, Rock, House, Indie, Elettronica sono alcuni di quelli che abitualmente ruotano qui da noi. -Un' idea di recessione nello stile equivale ad un riconoscimento della recessione anche nei prezzi del ristorante ? -Credo proprio di si, abbiamo diverse portate sui 5 o 6 euro ;) E Adesso via alle ricette! Fondue Bourguignonne 2 persone 300gr di filetto danese 1° scelta. 1 Bicchiere olio semi 1 Bicchiere di buon vino bianco Niente sale prima della cottura (fa perdere i liquidi e i sapori ) Varie salse tra cui senape,piccante,burro aromatizzato ed altro. Piatto molto semplice nella preparazione, unica raccomandazione la qualità e il taglio della carne. Usate solo filetto o controfiletto di manzo, completamente sgrassato e tagliato a quadretti di massimo 4 cm. La carne cruda verrà immersa (nel tipico recipiente per fondute che vedete in foto) e fatta soffriggere con del olio di semi al quale il “Coffe Pot” aggiunge anche del buon vino bianco per rendere la carne meno fritta e più gustosa (si può anche usare solo del brodo vegetale se volete evitare sia l'olio che il vino ). Le forchettine a 2/3 denti di colore diverso aiuteranno ognuno a distinguere la sua carne e a cuocerla a proprio piacere. Personalizzata è anche la scelta di quale salsa usare per intingere il bocconcino di carne. Millefoglie Melanzane e Pomodoro con mozzarella di bufala e pachino 2 persone 4 fettine grandi di melanzane 6 fettine di mozzarella di bufala 4 fettine di pomodoro maturo del basilico in foglie della salsa di pomodoro delle foglie di rucola Lessare le melanzane, dare una scottata ai pomodori, ed alternare il tutto con 2 fette cadauno di mozzarella e basilico. Infine aggiungere alla estremità un cucchiao di salsa di pomodoro e le 2 fettine di mozzarella rimaste opportunamente tagliuzzate. Scaldare 7 minuti al forno, guarnire con foglie di basilico e rughetta, un goccio di olio ed è pronto . Patate al cartoccio Coffe Pot 2 persone 2 patate grandi 1 piccolo stracchino 40 gr bacon a julienne ½ pomodoro a dodolata Prendete le patate e lavate molto bene la buccia.
Disponete le patate su un foglio grande di carta da forno, a sua volta poggiato su un foglio di carta stagnola. Fate una incisione orizzontale sul dorso delle patate, in modo tale che si cucini bene anche all'interno.
Salate la superficie, e chiudete in un cartoccio le patate. Riponete ora il tutto nel forno preriscaldato a 200 gradi e tenete questo manicaretto a cuocersi per un'ora. Di tanto in tanto controllate i tuberi, aiutandovi magari con uno stuzzicadente per verificare l'effettivo punto di cottura. A cottura quasi ultimata tiratele fuori, aggiungeteci lo stracchino, la dadolata di pomodori fuori dal forno e conditele con un filo di olio extravergine . Coffe Pot , via della lega lombarda n 54,Roma prenotazioni ed info 3405830639-3470095009 Andate a visitare il sito: www.mbfoodconsulting.com , Marcello sarà felice di darvi altri preziosi consigli!

Articoli Correlati