Gravidanza | Come regolarsi con il brindisi e i dolci delle Feste?

0
34

Gravidanza | Come regolarsi con i brindisi e i dolci delle Feste di Natale? Quello che è consentito e quello che è vietato alla futura mamma! 

gravidanza natale
Gravidanza come comportarsi con il brindisi e i dolci (Istock)

Siete in dolce attesa e questo Natale sarà per voi e vostro marito uno tra i più belli della vostra vita, perché anche se siete ancora in due, presto arriverà nella vostra vita uno splendido bambino. Insomma un regalo di Natale perfetto e magico. Ma, se la gravidanza è una “dolce attesa”, c’è da dire che nelle feste natalizie, la futura mamma deve comunque stare ad alcune “regole” che prescindono dal Natale. Parliamo di Brindisi e dolci! Quanto mangiarne? E come regolarsi con i brindisi di Natale e di fine anno?

Il countdown è ormai inarrestabile: le feste natalizie sono dietro l’angolo. Ogni cosa nelle nostre città e nelle nostre case profuma di regali e panettoni. Una magia a cui è difficile resistere. Ma come comportarsi se si è incinta a Natale? Quali sono i comportamenti da adottare? Ci sono particolari precauzioni? Festeggiare va bene, ma come farlo per non creare disagi alla mamma e, cosa importante, al feto? Ecco, allora una serie di suggerimenti e “regole” da seguire per festeggiare in assoluta tranquillità il Natale e tutte le feste.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare

Gravidanza | Come regolarsi con i brindisi e i dolci delle Feste

gravidanza
gravidanza come regolarsi con il brindisi e i dolci a natale (Istock)

Non c’è dubbio, quelle di fine anno sono le più golose delle feste. E non solo per l’atmosfera magica che ci regala, ma anche per sapori della tradizione, tra brindisi e dolci. Dal panettone, al pandoro, ai biscotti speziati… E si sa, per valorizzarli è d’obbligo accompagnarli con una bevanda che ne esalti e completi il gusto. Vini liquorosi, spumanti, vini aromatizzati, per la gioia di chi non ha problemi con l’alcol.

A meno che non ci sia qualche problema di salute, essere in gravidanza non significa essere malate e la vita può trascorrere in maniera del tutto normale. Per vivere serenamente le festività che si avvicinano è solo necessaria qualche piccola accortezza in più, a tavola ad esempio, ma non solo. Questo non vuol dire che le feste saranno rovinate, ma solo che vanno prese con un po’ più di calma.

Ma come fare quando si aspetta un bambino? Anche nei nove mesi, quando l’alcol è vietato, il modo di onorare brindisi e dolci esiste. E non penalizza certo il palato: bibite, succhi, infusi e cocktail analcolici. Ecco allora qualche consiglio, per accontentare tutti i gusti rispettando la tradizione.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Gravidanza e Natale | Attenzione alle calorie!

gravidanza calorie
gravidanza come regolarsi con il brindisi a natale (Istock Photos)

In gravidanza però la bilancia è sempre in agguato. Chi si trova al Terzo trimestre di gravidanza (quello in cui normalmente si accumula più peso) rischia di prendere parecchi chili in pochi giorni. E se a gennaio poi c’è il controllo col ginecologo sono dolori! La regola di fare attenzione quindi deve valere per tutte in qualsiasi epoca gestazionale.

Gli alimenti che più fanno ingrassare sono i dolci, i carboidrati e gli zuccheri in generale. E se eliminarli del tutto è molto difficile e non giusto, bisogna cercare di limitarli per non “lievitare” troppo.

Saltare i pasti è controproducente: si arriva affamate al pasto successivo, ingerendo più cibo del dovuto. Sempre meglio cercare di ridurre le porzioni, mantenendo una certa regolarità. L’ideale è cercare di non appesantirsi mai.

Rinunciare al dessert in queste giornate è molto complesso. Se però si è incinta a Natale si deve in qualche modo provare a mangiare quelli meno calorici. Invece del panettone o del pandoro, si può optare per un sorbetto al limone o al mandarino, che oltre ad essere buonissimi facilitano la digestione.

Potrebbe interessarti anche: Gravidanza, bruciore di stomaco e reflusso gastrico: le cause e i rimedi

Gravidanza e Natale | Gli Alimenti da evitare

alimentazione no gravidanza
gravidanza come regolarsi con brindisi e dolci alle feste (Istock)

Gli alimenti da evitare in gravidanza sono gli stessi anche per le Feste! Non è perché si è a Natale e si pensa “Tanto non succede nulla” che ci si può abbuffare a volontà. Bisogna sempre e comunque rispettare l’alimentazione e fare molta attenzione a cosa mangiamo, anche durante le feste!

Prima di tutto, non bisogna mai dimenticare i pericoli che si nascondono a tavola per chi aspetta un bambino. Innanzitutto la toxoplasmosi. Anche sotto le feste, quindi, niente cibi crudi (carne o salumi) né verdure o frutta crude o comunque non lavate accuratamente.

Ma questo non è l’unico rischio:

  • attenzione alla salmonella (può annidarsi nelle uova crude, ad esempio nella maionese fatta in casa),
  • attenzione alla listeria (può trovarsi in latte e formaggi non pastorizzati)
  • attenzione all’anysakis (è un patogeno che può annidarsi nel pesce crudo, quindi ad esempio nel sushi).

Se si mangia a casa, i controlli possono essere accurati e le norme igieniche rispettate senza grosse difficoltà. Il problema può presentarsi se si pranza o cena al ristorante, cosa che può essere frequente in questo periodo.

Potrebbe interessarti anche: Ritenzione idrica e gravidanza, ecco la dieta ideale

Gravidanza | Il Brindisi, come comportarsi?

gravidanza alcol
gravidanza come regolarsi con il brindisi (Thinkstcok)

Nelle feste non è consentito bere, e se vi trovate ad una cena natalizia il consiglio, è quello di bere qualcosa di analcolico. Secondo alcuni medici un bicchiere di vino non è pericoloso, ma in realtà non sappiamo quale sia la dose “sicura” di alcol per il feto. Quindi è meglio evitare. Quindi anche piccole dosi di alcol in questo periodo potrebbero avere effetti negativi. Gli organi vitali, quali cuore e cervello, e lo scheletro che li protegge, iniziano a formarsi durante i primi 10-15 giorni dopo il concepimento.

L’alcol attraversa la placenta e arriva direttamente al bambino con una concentrazione praticamente equivalente a quella in circolo nell’organismo della mamma. Ma allora bisogna rinunciare del tutto al brindisi?  Un assaggio di spumante, non più di mezzo bicchiere, è permesso una volta ogni tanto.

Ottimi naturalmente i succhi di frutta naturali e i centrifugati con verdure di ogni tipo. Per due persone, bastano un quarto di litro di uva bianca (si ottiene schiacciando gli acini privati dei semi), una banana, un cucchiaino di miele e due di ghiaccio tritato. Si frulla il tutto e si serve subito, magari con l’aggiunta di un po’ di seltz.

Se al pranzo ci sono anche bambini piccoli, puoi gustare con loro la sangria analcolica. Si prepara con un litro e mezzo di succo di mela, cinque limoni spremuti e mele, pere e banane tagliate a pezzetti.

Via libera, invece, per i dolci, anche se contengono liquori: La quantità utilizzata per cucinarli è insignificante. Certo, dovete evitare di mangiarvi una torta intera, ma più per gli zuccheri che per l’alcol contenuto. Per il resto, potete brindare – poco – d’altronde dovete festeggiare più degli altri questo Natale speciale per voi!

 

La data del parto? Chiediamola alla luna
gravidanza natale cosa mangiare e cosa evitare (Istock)