Home Social

Whatsapp vietato ai minori di 16 anni: ecco perché e le conseguenze

CONDIVIDI

Whatsapp vietato ai minori di 16 anni, nuova polemica sul web e ragazzi lontani dalla popolare applicazione. 

L’applicazione più scaricata del mondo ha preso una decisione abbastanza importante in merito a nuove normative legate alla privacy. Infatti è stato vietato l’utilizzo di questa ai minori di sedici anni. Ufficialmente la sensazione è che sia stata presa questa decisione per tutelare i giovani anche se dietro sembrano esserci anche altri pesanti motivazioni con le polemiche che non si fermano di fronte a questa situazione.

Divieto minori di 16 anni su Whatsapp

Sono diversi, come riporta Agi, quelli che considerano questa scelta solo atta a interessi economici. Pare infatti che la decisione sulla privacy abbia portato non al non poter utilizzare queste applicazioni, ma all’obbligo di questi di non chiedere la concessione della privacy ai suoi utenti sotto i sedici anni. Una decisione quindi che porterebbe Whatsapp a decidere di sospendere il servizio in questi casi.

Di certo l’applicazione vive ora un momento complesso come quello del suo fratello maggiore Facebook, in fondo entrambe sono dello stesso proprietario un Mark Zuckerberg travolto dallo scandalo Cambridge Analytica. Presto potrebbero arrivare delle novità, ma sta di fatto che al momento WhatsApp non può che essere considerata una delle app più scaricate e più utilizzate al mondo.