Home Uomini & Donne

Sossio Aruta da calciatore a cavaliere: tutto quello che c’è da sapere

CONDIVIDI
Sossio aruta
Foto da www.instagram.com/sossioarutaofficial

Sossio Aruta, calciatore divenuto poi cavaliere di Uomini e Donne. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla sua vita pubblica e privata.

Prima la carriera da calciatore poi quella da cavaliere. La vita di Sossio Aruta è certo da considerare come un insieme di alti e bassi, un rincorrersi di opportunità forse mai pienamente colte e un perenne tentativo di rilancio.

Oggi scopriremo meglio il passato e presente di questo personaggio noto recentemente soprattutto per la sua partecipazione al trono over di Uomini e Donne ma che, in passato, abbiamo già visto sul piccolo schermo e sui campi di calcio.

Ecco tutto quello che c’è da sapere su Sossio Aruta.

Sossio Aruta moglie

Sossio aruta
Foto da www.instagram.com/sossioarutaofficial

Per conoscere meglio Sossio Aruta partiamo da una delle questoni più controverse legate al suo passato: il matrimonio.

Sappiamo che Sossio è attualmente single, , altrimenti non avrebbe mai partecipato al trono Over di Uomini e Donne, ma nel suo passato ci sono state diverse donne tra cui Rossella, colei che ha sposato e con la quale ha avuto due figli.

Si sa che i due sono attualmente divorziati ma che il rapporto non si è certo concluso con serenità, soprattutto a giudicare dallo scambio di accuse andato in scena all’inizio dell’estate 2017.

“In questa lettera voglio precisare che chi ti vede a Uomini e Donne conosce solo una versione di te. Nella vita di tutti i giorni sei molto diverso dall’uomo che mostri di essere in televisione. […] Invece di andare in tv, dovresti trovarti un lavoro e pagare gli alimenti che il giudice della separazione ha stabilito che devi versare ai nostri figli. Mi dispiace dirlo, anche perché finora non lo avevo mai fatto, ma in questi anni non hai versato quasi nulla ai tuoi figli. (…) Io e i nostri figli abbiamo vissuto periodi in cui tu non c’eri mai. In cui ti si vedeva di più nelle discoteche della Riviera romagnola che nel soggiorno. [..] Sei rimasto il ragazzo che eri: continui a giocare a calcio, a cercare ragazze, ma di cercarti un lavoro non ne vuoi sapere.”

Queste le parole spese da Rossella, questo il nome della ex moglie di Sossio Aruta, in una lettera aperta su Di Più, alle quali il cavaliere ha risposto prima pubblicando una sua foto in lacrime su Facebook, dando voce in alcune parole scritte con rabbia a tutto il dolore di un padre che deve salutare i propri figli, poi in una lettera pubblicata sulla medesima rivista:

“Pur essendo disoccupato tutte le volte che ho potuto mi sono precipitato dai miei figli per stare con loro e ho corrisposto gli alimenti. Sto facendo il possibile proprio perché non voglio che i miei figli possano pensare che non mi sono voluto occupare di loro. Vero è che, non appena ho avuto serie difficoltà economiche e un declino calcistico, il tuo amore per me è finito. Io invece ti ho amato tanto e non rinnegherò mai questo amore. Ho saputo che avevi iniziato una relazione con un altro uomo mentre eravamo ancora sposati. Ribadisco che il nostro matrimonio è finito non per mia scelta, ma ormai questa è una cosa passata e l’ho accettata. Non ho deciso io di andarmene di casa. Allontanarmi da loro è stata la cosa più dolorosa che mi sia capitata”

Che dunque la separazione tra i due nasconda molti più segreti di quanto si possa credere? A quanto pare sì ma, almeno per il momento, non è dato saperne di più.

Sossio Aruta libro

Sossio aruta
Foto da www.instagram.com/sossioarutaofficial

Yo soy un pajaro, questoil titolo del libro autobiografico scrtto da Sossio Aruta a quattro mani con Tina Marasca.

La storia sportiva e la vicenda umana si intrecciano nel volume edito da Graus Editore, uno scritto volto a raccontare gli alti e bassi della vita di un ragazzo cresciuto con il sogno del calcio, giunto assai vicino alla sua realizzazione ma capace anche di inventarsi una nuova vita quando si è dovuto togliere gli scarpini.

Il titolo, letteralmente Io sono un falco, deriva dal soprannome che gli diede un compagno di squadra argentino e racchiude in sè entrambe le anime di Sossio, quella più fragile e quella da Re Leone, il soprannome con cui è da tutti conosciuto dentro e fuori dal campo di calcio.

Così il calciatore e cavaliere si svela sulla pagina scritta per quel che realmente è, sveste i panni del personaggio per vestire quelli del padre, amico, amante, marito, figlio e molto altro ancora, tutto all’insegna della più genuina realtà delle cose.

Sossio Aruta calciatore

Sossio aruta
Foto da www.instagram.com/sossioarutaofficial

Il volto secondo cui tutti conoscono Sossio Aruta è però quello del calciatore, un sogno iniziato a sei anni e che continua anche oggi, seppur forse non ai livelli sognati, sfiorati più di una volta in una carriera purtroppo mai decollata fino in fondo.

Nel febbraio 2016 Sossio ha raggiunto i 350 goal, ma prima la sua carriera aveva avuto ben altri picchi.

Le maglie indossate sono state molte: quella del Taranto, tra il ’93 e il ’96, militando tra la serie D e la c2; quella dell’Ascoli tra il ’97 e il 2000, anno nel quale sbarca a Benevento, pr poi andare in prestito alla Puteolana.

La vera occasione arriva però nel 2005 quando, con la maglia del Cervia e sotto la guida di Ciccio Graziani, partecipa al reality Campioni, il sogno, realizzando 13 gol in 25 partite del campionato di Serie D.

Ancor più ghiotta è l’opportunità giunta con la maglia del Tre Fiori: il 30 giugno 2010 è titolare nella gara di andata contro i montenegrini del Rudar Pljevlja per il turno preliminare di Champions League.

Nell’estate del 2011 si accorda con gli emiliani della Rubierese, giocando in Promozione, e nella stagione 2012-2013 torna al Cervia.

Tra il 2013 e il 2015 cambia ben 4 maglie: prima quella del Real Miramare, poi l’Hatria Calcio, la Scafatese e infine il Piemonte dove rimane fino al 23 agosto 2016, quando si accorda con il Casale 1964, club di Seconda Categoria campana.

A partire dal 3 dicembre 2017 milita nelle fila del ASD Torrese, squadra di prima Categoria.

“Ora gioco in Prima Categoria campana – ha raccontato a gianlucadimarzio.com – e siamo primi in classifica, ma spero di raggiungere un record che sarebbe storico: i 400 gol in carriera. Sono a 374 reti, me ne mancano 26 e se non dovessi riuscirci quest’anno ci proverò anche l’anno prossimo”

Sossio Aruta al Cervia per “Campioni, il sogno”

Il pubblico del piccolo schermo, prima ancora di identificare Sossio Aruta come cavaliere del trono over di Uomini e Donne, lo ricorda con la maglia del Cervia nel reality calcistico Campioni, il sogno, quando insieme a Christian Giuffrida, Giorgio Alfieri, Francesco Gullo, Diego Armando Maradona Jr., Cristian Arrieta e molti altri giocava sotto la direzione attenta e, a tratti, colorita, di Ciccio Graziani.

“Campioni è stata una bellissima esperienza che ho fatto quando avevo infatti 36 anni. Quel reality mi ha cambiato la vita perché a Cervia ho conosciuto la mia ex moglie che mi ha donato due splendidi bambini: Daniel e Diego. Posso quindi dire che Campioni ha segnato la mia vita e credo che quella trasmissione sarebbe dovuta continuare.Ho ancora un grande rapporto con tutti gli ex compagni di squadra e abbiamo una chat di gruppo, ma quello con cui sono più legato è Ivan Salzano. Con lui ebbi un’esperienza già a Benevento in C1 e grazie ad un mio assist segnò il primo gol tra i professionisti. Ricordo con affetto anche Ciccio Graziani: una persona fantastica e un comico allo stesso tempo, con lui abbiamo riso tantissimo. In quei tempi infatti ci divertivamo tantissimo”(da gianlucadimarzio.com)

Sossio Aruta figli

Sossio aruta
Foto da www.facebook.com/sossioarutaofficial/

“E’ vero che non pago loro gli alimenti, quantomeno non lo faccio sempre, perché mi trovo in serie difficoltà economiche, ma quando posso provvedo sempre e preferisco mettere da parte i soldi per andarli a trovare, stare con loro, e farli sentire bene, dando loro tutto ciò di cui hanno bisogno, piuttosto che pagargli sempre gli alimenti… purtroppo lo stare a 1.200 chilometri di distanza non aiuta per niente. Ma io sono il loro papà e voglio esserlo standogli vicino e offrendo loro tutto il mio amore!”

Così Sossio Aruta parlava lo scorso settembre in unintervista rilasciata al celebre sito Isa e Chia, descrivendo tutto il suo amore per i figli, Daniel Ciro e Diego, e gli ostacoli di una paternità che deve scendere a patti con il divorzio.

Più volte, anche via social, Sossio ha avuto modo di esternare la sua sofferenza di padre separato, spiegando come i difficili rapporti con la ex moglie rendano arduo espletare il ruolo di padre come vorrebbe. Sempre nella medsima intervista ha raccontato:

“L’ultima infamia? Avevo programmato di andar su questa sera, dormire in albergo per poi andare domattina a prendere i miei figli e portarli a scuola per il loro primo giorno, come faccio da sempre. Mi è stato negato! Io vado da loro quando ho i soldi per farlo e avevo messo da parte tutto per esserci domani: il primo giorno di scuola è importante, ma sono stato ritenuto inadatto dall’assistente sociale. Hanno buttato addirittura in mezzo mio figlio, gli hanno fatto mandare un audio in cui mi diceva che non voleva che io andassi e che ce l’avrebbe accompagnato la mamma. Ma la madre può farlo qualsiasi altro giorno!”

Negli ostacoli raccontati da Sossio si riconosceranno senza dubbio molti padri separati per i quali spesso, complice un rapporto travagliato e pieno di ripicche con la ex moglie, si trovano a svolgere il ruolo di padre non con la continuità a cui ambirebbero.

Sossio Aruta a Uomini e Donne

Sossio Aruta uomini e donne
Foto da www.facebook.com/uominiedonne/

Risale al 2015 l’arrivo di Sossio Aruta in quel di Uomini e Donne. Dopo quasi 3 anni l’ex calciatore non ha ancora trovato però la donna giusta per lui, quella capace di conquistarlo nel profondo.

La prima dama ad aver acceso la curiosità di Sossio Aruta è stata Giuliana Brasiello. La coppia è stata unita per un po’, almeno sino a quando la sorella della dama ha finto di essere una fan di Aruta, mandandogli alcuni messaggi su Whatsapp.

Giliana è rimasta nel cuore di Sossio anche quando questo si è avvicinato a Laura Loreti.

Gemma Galgani anche aveva incuriosità il cavaliere che però commentò così il suo interesse sulla rivista DiPiù:

“C’è una donna che mi sono pentito di non aver corteggiato. Quando due anni fa sono arrivato a Uomini e Donne mi ha colpito Gemma Galgani, cui ho dato subito almeno dieci anni di meno rispetto ai sessantasette che ha. C’era già Giorgio Manetti che da tempo cercava di conquistarla e non me la sono sentita di farmi avanti”

Sembra che per il cavaliere sia impossibile trovare una sola dama su cui puntare la sua attenzione e così nonfa che inerpicarsi in storie senza sbocco. Forse però deve semplicemente ancora arrivare la donna giusta.