Home Attualità

Matteo Salvini tra il bacio con Di Maio e il rifiuto della gelataia

CONDIVIDI

matteo salvini bacio di maio gelato

Matteo Salvini tra il bacio con Di Maio nel murales e un gelato nel giorno in cui si sono riunite per la prima volta entrambe le camere per l’elezione dei Presidenti.

Dopo le elezioni politiche del 4 marzo, oggi, venerdì 23 marzo, per la prima volta, si sono riunite le Camere in seduta comune per l’elezione dei Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato. E’ un momento importante per la formazione del nuovo Governo con Matteo Salvini, leader della Lega Nord e Luigi Di Maio del Movimento 5 Stelle potrebbero guidare. Proprio oggi, è spuntato un murales di un bacio con Salvini e Di Maio che si scambiano un bacio.

Matteo Salvini, bacio con Luigi Di Maio e un gelato rifiutato

matteo salvini bacio di maio gelato

Come fa sapere l’Ansa, il murales del bacio tra Matteo Salvini e Luigi Di Maio è spuntato in via del Collegio Capranica, al centro di Roma. Il nome del leader della Lega Nord, inoltre, è salito agli onori della cronaca per un gelato rifiutato. Martedì, come scrive il Corriere della Sera, Salvini entra nella gelateria di fiducia di Milano. La ragazza che avrebbe dovuto servirlom una 20enne figlia di un’italiana e di un algerino da sempre in Italia, si rifiuta di farlo e manda avanti la collega. Il fatto arriva all’orecchio del titolare che avrebbe ripreso la ragazza che si sarebbe poi sfilata il grembiule lasciando il locale. Sui social, il giorno successivo, sarebbe apparso un post, poi rimosso, con cui la mamma della ragazza avrebbe lanciato l’accusa secondo cui alla gelateria sarebbe arrivata una telefonata di Salvini.

La cosa è stata poi smentita dalla stessa gelateria e da Matteo Salvini.Anche in gelateria “è colpa di Salvini”.
Fiordilatte e fragola, se i compagni permettono.. P.s. Ovviamente non ho chiamato per licenziare nessuno, giustamente i titolari del locale hanno fatto quello che ritenevano giusto, ovviamente tornerò da Baci Sottozero (hanno dei gusti squisiti) per un altro gelato!”, ha scritto su Facebook il leader della Lega Nord.

Anche Selvaggia Lucarelli ha commentato l’accaduto con il seguente post sui social: “Io credo che se una giovane lavoratrice rischia di perdere il suo posto di lavoro rifiutandosi di fare un cono gelato a un tizio che ha cantato “Senti che puzza sono i napoletani”, che ha paragonato il presidente della camera a una bambola gonfiabile, che ha pubblicato più volte fake news su migranti senza mai scusarsi, che ha stretto alleanza con uno di cui scriveva: “Berlusconi CONDANNATO a 4 anni. Adesso sono curioso di sentire come faranno i Kompagni del PD, sia in Parlamento che su Facebook, a giustificare il fatto che sono al Governo con un Condannato!”, beh, vada solo stimata.
E promossa a direttrice della gelateria”.