Home Pelle

Pelle secca e screpolata: quali sono le cause e quali le soluzioni?

CONDIVIDI
pelle secca cause rimedi
istock photo

Pelle che tira, ruvida, screpolata, in poche parole una pelle secca. Scopriamo insieme le cause principali e come prendercene cura al meglio, anche con rimedi naturali super low cost.

Tesa, arrossata, ruvida, desquamata, pruriginosa e, nei casi estremi, addirittura screpolata. Ecco alcuni aggettivi con cui possiamo descrivere qualcosa che, ahimè, accomuna gran parte di noi donne: la pelle secca.

Questo piccolo intoppo, che spesso ci limitiamo a considerare come un semplice inestetismo, può diventare in realtà un inconveniente alquanto fastidioso, senza considerare che compromette l’organo più esteso del nostro corpo, lo schermo che ci protegge dal mondo, per così dire. Le capacità della pelle di fungere efficacemente da barriera è strettamnte legata ai suoi livelli di idratazione: una pelle secca è una pelle che non riesce a catturare l’acqua e a prevenirne la dispersione, una pelle che, dunque, viene meno alla sua funzione principale.

Mantenere dunque un giusto livello di idratazione della cute appare essenziale per la sua salute: oggi mpariamo a farlo, scoprendo quali prodotti prediligere e anche qualche rimedio naturale da sfruttare al meglio. Prima però occorrerà fare una panoramica sulle cause della tanto vituperata pelle secca.

Pelle secca cause

pelle sezza cause
iStock Photo

La secchezza cutanea può naturalmente avere diversi livelli di gravità, dalla semplice pelle che tira a ver e proprie desquamazioni, prurito e persino piccoli tagli.

Tutto ciò può derivare da cause interne o esterne. Queste possono intervenire separatamente ma anche di concerto, dando naturalmente vita a livelli di secchezza particolarmente elevati e problematici.

Prima di indagare però entrambe le categorie in questione risponsiamo a una domanda che potrebbe sembrare solo apparentemente banale. Che cosa è la pelle secca? A contraddistinguere la pelle sono delle sostanze da essa stessa prodotte dette igroscopiche (che legano l’acqua) che, qualora venissero a mancare, le fanno perdere la capacità di trattenere acqua. Il primissimo step della perdita di idratazione è il danneggiamento della barriera lipidica, cosa che fa letteralmente evaporare l’acqua e arriva la pelle secca: se non si interviene infatti la rete di idratazione negli strati più profondi della pelle risulta compromessa, cosa che riduce l’apporto d’acqua verso la superficie.

Ma che cosa può causare tutto ciò? Iniziamo dai fattori esterni:

  • Temperature estreme (sia troppo calde che troppo fredde)
  • Sbalzi di temperatura e cambi di stagione
  • I raggi UV (accellerano l’invecchiamento cutaneo e, nei soggetti più anziani, la pelle è sempre più secca)
  • Lavaggi frequenti
  • Uso di acqua troppo calda (rimuove i lipidi che compongono la naturale barriera della pelle)
  • Utilizzo di prodotti sbagliati o di scarsa qualità
  • Farmaci (come quelli per tenere sotto controllo la pressione arteriosa)

E i fattori interni invece? Sono quelli un po’ più difficili da fronteggiare, come una vera e propria eredità genetica o l’avanzare dell’età, nonché sbalzi ormonali o una dieta non adeguata (quest’ultima forse è l’unica che possiamo combattere con vera efficacia).

La domanda allora è ora solo una: come fronteggiare tutto ciò? Per ogni parte del corpo afflitta dall’odiosa secchezza si possono pensare soluzioni mirate ed efficaci.

Pelle secca viso

pelle secca viso
istock Photo

E’ un punto in cui la secchezza può risultare particolarmente fastidiosa, nonché causare l’emergere di una delle problematiche più temute dai noi donne: le rughe! Le zone interessate solo solitamente guance e contorno occhi.

Mai come in questo caso è consigliato l’uso di prodotti delicati (la pelle secca è spesso, anche se non obbligatoriamente, anche una pelle sensibile), evitare l’esposizione al sole e gli sbalzi di temperatura, ma, soprattutto, utilizzare un detergente adeguato e una crema idratante, abbinata magari a un siero per un’azione profonda e efficace.

Per saperne di più vi invitiamo a leggere il nostro articolo più specifico sul tema: Pelle del viso secca: quali le cause e quali i rimedi, anche naturali

Pelle secca gambe

pelle secca gambe
istock Photo

E’ una delle prime zone del corpo in cui la pelle secca si manifesta, oltre ai piedi, poiché quile ghiandole sebacee sono meno presenti e la pelle è più spesso esposta alle aggressioni dell’ambiente esterno.

In questo caso vi consigliamo di prediligere tessuti naturali come il cotone e la seta, che difficilmente irritano la pelle. Tali capi sarebbe bene lavarli anche con saponi delicati, privi di profumazioni e affini che possono risultare irritanti per la pelle. (noi ci consigliamo ad esempio un Detersivo per lavatrice ecologico e fai da te)

Non dimenticate poi la regola d’oro del bere due litri di acqua al giorno e ovviamente avere molta cura della nostra pelle: la secchezza nasce da una rottura delle barriere superficiali della cute che andranno quindi lavate con un detergente delicato, applicando poi una crema che sappia ripristinare l’equilibro idrico degli strati superiori della pelle. In casi di secchezza particolarmente gravi potrete optare anche per prodotti concentrati, oli o burri. (se amate il fai da te seguite la ricetta della Crema corpo nutrimento intenso: il fai da te per la pelle)

Ricordate inoltre che l’esposizione al sole peggiora o addirittura causa la pelle secca: utilizzate sempre una crema con filtro solare, arricchito anche da prodotti che sappiano rallentare l’invecchiamento.

Pelle secca mani

pelle secca mani
istock Photo

Il primo supporto in questo caso sono i guanti: evitare il contatto con acqua e detergenti aggressivi come quelli dei piatti è essenziale così come non esporre le nostre mani a freddo e intemperie.

Protezione, idratazione e nutrizione sono ciò di cui le nostre mani screpolate necessitano. Non basta solo l’utilizzo di una buona crema, anche se indispensabile, dovremo partire invece dalla detersione: scegliete prodotti delicati, a pH neutro, meglio ancora se impreziositi con principi attivi funzionali nutrienti e protettivi (es. olio di cocco). Solo dopo ciò potremo applicare la nostra crema, da mettere mattina e sera, sfruttando un prodotto più ricco da usare anche a mo’ d’impacco per la sera. (Noi vi proponiamo una Rimedi naturali: crema mani fai-da-te al burro di karitè)

Le creme potranno essere emolienti, qualora desiderassimo ammorbidire la pelle, o idratanti per ristabilire il giusto livello di acqua negli strati superficiali dell’epidermide. Le prime saranno preferibimente a base di olio di cocco o olio jojoba, burro di karité, burro di cacao, olio di mandorle dolci e olio di ricino, le seconde conterranno invece glicerina, sorbitolo, acido ialuronico, pectine, mucillagini e proteine della seta.

Pelle secca piedi

pelle secca piedi
istock Photo

Utilizzo di scarpe scomode, una postura scorretta, lunghe ore in piedi ma anche il contatto con l’aria secca possono essere cuase di quanto di più antiestetico ammorba le nostre estati: i piedi secchi.

Per sconfiggerli sono necessari essenzialmente due step: esfoliazione, per eliminare tutta la pelle morta, (provando ad esempio lo scrub per piedi fai da te alla menta piperita) e idratazione, per ristabilire il gisuto livello di acqua dela pelle. Prodotti a base di ingredienti come glicerina e urea sono ideali poiché esfoliano favorendo poi la produzione di nuove cellule che andranno a rigenerare la pelle.

Ricordate che nei casi di maggior secchezza la fase di scrub può essere coadiuvata efficacemente da una pietra pomice e, prima, da un pediluvio a base di limone, ottimo per ammorbidire la pelle e a renderla più facile da rimuovere.

Pelle secca rimedi naturali

pelle secca rimedi naturali
istock photo

I primi prodotti chevengono in nostro soccorso sono in caso di pelle secca li oli naturali. L‘olio d’oliva, così come all’olio di mandorle, karitè, rosa mosqueta, avocado, cocco e argan, sono da secoli utilizzati come rimedi per curare la pelle secca. Anche il miele è un ottimo supporto, soprattutto per la cura del viso e può essere inserito in maschere o per arricchire scrub e creme.

Ci sono poi piccole ricette fai da te da provare.

Maschera viso a base di banana

  • 1 banana
  • 1/2 limone
  • 2 cucchiai d’olio di oliva

Schiacciate bene la banana e unite il succo del limone e l’olio. Quando il composto sarà omogeneo applicatelo sul viso e lasciatein posa per 5 minuti prima di risciacquare con cura e con acqua non troppo calda.

Scrub piedi al miele

  • 2 cucchiai di sale grosso
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaio di olio extravergine
  • succo di mezzo limone

Unisci gli ngredienti in uan ciotola per poi spalmarli sui piedi dopo un pediluvio. Quando sarai soddisfatta del risultato sciaqua bene e applica una crema.

Impacchi mani

Se ne possono fare di diversi genere, ad esmepio immergendo le maji in un infuso di camomilla per almeno 10 minuti o sbattendo un uovo e e lasciandolo aggire per 15-20 minuti. Un mix veramente efficace è quello dato dal miele unito a un olio vegetale con cui cospargere accuratamente le mani.

Maschera corpo Formula d’urto

  • 100g di miele
  • 100g di cera vergine d’api
  • 100g di olio extra vergine d’oliva

Emulsionate bene gli ingredienti fino a trasformarli in un composto omogeneo. Applicate sulle game (o dove necessario) e lasciate agire per 10 minuti. Infine una bella doccia e la vostr apelle sarà morbida e idratata.