Home Attualità

Catfishing a lieto fine: si fidanza con il modello della foto rubata

CONDIVIDI

catfishing emma perrier

Emma Perrier ha trovato l’amore su una chat d’incontri ma non come si potrebbe credere. La ragazza ha infatti sposato il modello la cui foto era stata rubata e sfruttata da un truffatore.

In principio potrebbe sembrare una storia già sentita. Ragazza si lascia dopo una lunga relazione e, per ritrovare l’amore in una vita troppo frenetica, si iscrive su una chat d’incontri. Qui trova lui, ragazzo dal fascino mozzafiato che si dichiara elettricista di origini italiane, 34 anni, residente in Inghilterra. Tra i due scatta la scintilla ma qualcosa non torna e la ragazza inizia a indagare. Scopre così di essere vittima di catfishing, quell’avvilente pratica che inganna proponendo un falso profilo on line allo scopo di raggirare una povera sventurata come la ragazza in questione. Il finale dunque dovrebbe essere scontato e invece no.

Dal catfishing al fidanzamento con il modello

Emma Perrier, 33enne francese residente a Londra, torna single nel 2015. Una vita frenetica e il totale rifiuto per l’idea stessa di girare pub e discoteche in cerca del Principe Azzurro la spingono, anche sotto consiglio di qualche amica più scafata, a iscriversi sul sito di appuntamenti Zoosk.

Qui incontra finalmente un uomo che riesce a interessarla. Dice di chiamarsi Ronaldo, “Ronnie” Scicluna, 34enne elettricista dai natali italiani, la cui vita si svolge al momento delle Midlans occidentali dell’Inghilterra. La foto parla da sé e i due sembrano legare subito anche se una serie di dettagli fanno suonare i primi campanelli nella mente di Emma.

Dopo circa sei mesi il ragazzo ancora aveva sempre la scusa pronta per non incontrarla, inoltre, nonostante le sue radici, sembra non parlare una parola d’italiano. I dubbi spingono dunque Emma a una piccola indagine che parte dall’intento di rintracciare la provenienza della foto che aveva catturato la sua attenzione. E qui la scoperta: la foto non ritraeva certo un elettricista di origini italiane bensì un modello turco, Adem Guzel.

Per appurare definitivamente il catfishing. Emma rintraccia il ragazzo attraverso la sua agenzia e inizia una lunga conversazione: tra i due l’intesa scatta istantanea, fomentata da tanti punti in comune che emergono uno dopo l’altro. Alcuni mesi più tardi i Adem vola addirittura a Londra per incontrarla e, come lui stesso ha raccontato a The Atlantic, “tre minuti dopo i mi sembrava di conoscerla da sempre”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> DONNA ADESCA STUDENTE SU SKYPE E LO RICATTA: i rischi degli incontri online

Inutile dire che Emma ci ha messo appena qualche minuto a scarica Alan Stanley (vero nome di Ronnie), in realtà un 53enne che attraversava un divorzio doloroso con tutte le insicurezze che potevano conseguirne, per fidanzarsi con Adem. La storia dei due promette assai bene, esempio di come non sempre le cose vanno poi come si poteva ipotizzare.