Home Social

Mamma a 12 anni: “Il mio bambino è stato il colpo in testa mandato dal Cielo” Ecco perchè

CONDIVIDI

mamma a 12 anni

Aurora Leoni, mamma a 12 anni, racconta il suo percorso e la sua scelta di mettere al mondo un figlio nonostante fosse ancora una bambina. Aurora oggi ha 19 anni e ai microfoni di “Avvenire”, ha raccontato perchè, nonostante tutti avessero cercato di aiutarla a farla abortire, lei ha scelto di andare avanti per la sua strada, portare a termine la gravidanza e diventare mamma pur essendo ancora una bambina.

IL RACCONTO DELLA MAMMA A 12 ANNI

«Per settimane non ci accorgemmo che ero incinta, perché al primo mese ebbi ugualmente il ciclo», racconta Aurora Leoni ai microfoni di Avvenire, «così io e nonna Valentina lo scoprimmo con un mese di ritardo. Vivevo con lei da sempre, perché mia mamma se n’era andata quando avevo un anno e mio padre non l’ho mai conosciuto, per questo ero sotto i servizi sociali di Forlì e ovviamente ci rivolgemmo a loro: avevo 12 anni, ero una bambina e aspettavo un figlio. Tutto il mondo degli adulti si mosse per ‘aiutarmi’, ma aiutarmi ad abortire, invece quel fagiolino era già mio e io non avevo mai provato la felicità che sentivo da quando lo avevo dentro».

All’epoca, Aurora era una giovane ribelle ma l’arrivo del suo bambino le ha cambiato la vita facendole capire cosa sia davvero importante e aiutandola a non percorrere strade sbagliate. Pur volendo tenere il bambino, a 12 anni, Aurora non poteva decidere. L’adolescente era sotto la sorveglianza dei servizi sociali che avevano prenotato già l’intervento per l’aborto. Il piccolo, però, aveva un asso nella manica: durante la visita ginecologica, il dottore scopre che Aurora era già incinta da tre mesi e mezzo. L’aborto, dunque, non era più consentito dalla legge che, però, prevede di poter interrompere la gravidanza anche dopo per problemi pschici. Durante la visita con lo psichiatra, però, Aurora dimostra di essere già matura e pronta per fare la mamma. Aurora e il suo bambino oggi vivono in una comunità. Non avendo avuto una mamma, non l’ha mai voluto affidare a nessuno. Il bambino non l’ha mai riconosciuto e dopo un anno e mezzo ha smesso di andare a trovarlo ma Aurora, se potesse tornare indietro, rifarebbe davvero tutto. “Il mio bambino è stato il colpo in testa mandato dal Cielo per salvarmi. Senza di lui oggi sarei sicuramente alla rovina”, ha concluso.