Home Attualità

Iniziare a lavorare prima delle 10 fa male alla salute

CONDIVIDI

sonno al lavoro

La sveglia al mattino è un tale incubo da indurvi a chiedervi perché si debba andare al lavoro così presto? La scienza è d’accordo con voi. Secondo recenti studi, infatti, è emerso che iniziare la giornata lavorativa prima delle 10 del mattino può nuocere alla salute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> A ogni età le sue ore di sonno: e tu quante ore dovresti dormire?

Lavorare presto fa male alla salute

A stabilirlo sono i ricercatori dell’Università di Oxford secondo i quali, alzarsi così presto è contro natura per gran parte della popolazione ed almeno fino ai 55 anni di età. Per questo motivo, l’organismo si sottopone ogni giorno ad una violenza, andando contro i propri ritmi e subendo la privazione del sonno, pagando quindi in salute.
La ricerca, condotta dal professor Paul Kelley ha evidenziato che gli orari socialmente stabiliti per il lavoro sono sbagliati. Lavorare dalle 9 alle 18, quindi, non si sposa con i ritmi di vita della maggior parte delle persone.
Ma quali sono i rischi? I problemi sono gli stessi che si hanno in caso di privazione del sonno. In primis c’è l’aumento del peso, seguito da un sistema immunitario più debilitato e dalla progressiva perdita di concentrazione e memoria.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Consigli per dire addio alla sonnolenza appena usciti dal letto

VIDEO NEWSLETTER

Ciò avviene perché in media le persone tendono ad andare a dormire tra le 23:00 e la mezzanotte. Il problema potrebbe forse ridursi andando a dormire prima ma ciò sarebbe difficile per la maggioranza. Per questo motivo, secondo Kelley, la soluzione è quella di posticipare di almeno un ora l’ingresso al lavoro. Iniziare alle 10, insomma, ottenendo così almeno un’ora in più di riposo.