Home Intimità

5 fantasie romantiche figlie del cinema che tutte vorremmo replicare

CONDIVIDI

Ammettiamolo, anche le più algide tra noi lo hanno detto almeno una volta: “magari fossi stata lei”. “Lei” sarebbero Demi Moore, Kim Besinger, Jennyfer Grey e tutte le fortunate protagoniste delle scene romantiche più famose del cinema: vasi di creta mai finiti e spuntini afrodisiaci a cui ben volentieri avremmo preso parte e che, in un modo o nell’altro, sono entrati indelebilmente nelle nostre fantasie di coppia.

Le scene in questione, inutile dirlo, sono a dir poco innumerevoli ma CheDonna.it ne ha selezionate per voi 5 che, a nostro parere, sono senza dubbio nella hit parade di tutte noi. Riscopriamole insieme.

Schermata 2014-10-29 alle 17.55.29

Scene di seduzione, amore, romanticismo, passione e chi più ne ha più ne metta, quelle che, in poche parole, hanno fatto sognare donne di tutte le età e che, senza dubbio, continueranno in futuro a mietere vittime. Chissà che tra loro non possiate trovare anche la vostra preferita. Stiamo a vedere.

5 scene d’amore indimenticabili e che tutti vorremmo ripetere

Titanic, scena del ritratto: solitamente posare per un ritratto può essere noioso, nonché snervante. Nel caso di Rose però l’artista ha saputo rendere il tutto assai intrigante, grazi ad uno sguardo di ghiaccio che maliziosamente emergeva dal blocco e a quel dolce imbarazzo figlio di un ritratto senza veli.

Ghost, il vaso di argilla: tutte abbiamo pensato di dedicarci alla ceramica dopo la visione di una delle scene romantiche più famose di sempre. Mai notte insonne fu infatti più ben spesa di quella in cui Molly viene interrotta da un super affascinante Patrick Swayze, capace di farle dimenticare ben presto il suo bel vaso in fieri.

Pearl Harbor, scena dell’hangar: tra candidi paracaduti assai suggestivi, Evelyn e Danny consumano il loro amore, facendo sognare a tutte le ragazze catturate dalla visione del film di conoscere un pilota nel più breve tempo possibile.

Dirty Dancing, nel capanno di Johnny: sentendo questo titolo tutte pensiamo subito “nessuno può mettere Baby in un angolo” ma la scena di cui parliamo qui è quella a cui dobbiamo imputare quella cotta estiva per l’animatore del villaggio vacanze. Chi infatti non si è invaghita di qualche istruttore di serf o tennis, sperando magari di scovarvi nel profondo il fascino si Johnny? Ecco, diciamo che non tutte siamo state fortunate come la giovane Jennyfer Grey: lei che, sulle note di Cry to me, si è persa in un ballo romantico e sensuale con un finale più che passionale.

9 settimane e 1\2, cibo afrodisiaco: qui di scene memorabili ce ne sono fin troppe, noi però vogliamo vedere il film secondo una prospettiva femminile e ricordare Kim Besinger ad occhi chiusi mentre gusta una carrellata di cibi afrodisiaci, scelti ovviamente per lei dal suo lui. Uno spuntino che farebbe dimenticare la dieta a qualsiasi donna.