Home Attualità

FESTINI DI ARCORE: le lacrime di Ruby contro i pm milanesi

CONDIVIDI
Getty Images

Violenza psicologica? Così dichiara Ruby – Ha parlato di violenza psicologica Ruby El Marough, la ragazza marocchina al centro della vicenda dei festini di Arcore con Silvio Belusconi e ha manifestato in lacrime davanti al Palazzo di Giustizia di Milano chiedendo di essere ascoltata. I magistrati tuttavia l’avevano già convocata a testimoniare, ma la giovane si trovava in vacanza in  Messico e non si è presentata.

Le lacrime di Ruby riguardano il fatto che l’etichetta di “prostituta” le si è attaccata addosso e non riesce più a toglierla; dopo le scuse per aver mentito sulla sua parentela con Mubarak ha affermato che i pm di Milano volevano che lei accussasse Berlusconi «Non ho mai avuto rapporti sessuali a pagamento e non li ho mai avuti con Silvio Berlusconi», ma a quanto pare nessuno vuole ascoltare la sua storia e si affianca alle dichiarazioni del cavaliere secondo cui è in atto una guerra contro di lui. La ragazza però non ha voluto rispondere alle domande dei giornalisti.

Per tutte le news clicca QUI