Home Attualità

DONNA afghana sfigurata dai talebani

CONDIVIDI

Una donna afghana fugge e viene sfigurata – una storia che continua a commuovere tutto il mondo, quella di questa donna afghana, Aesha Mohammadzai, alla quale i talebani per punizione le tagliarono il naso e le orecchie, con l’accusa di aver lasciato il marito e il suo paese.

Un matrimonio combinato dal padre della ragazza, un combattente talebano, già all’età di dodici anni per pagare un debito, si ritrovò accanto ad un marito violento che abusava di lei e la faceva dormire nella stalla con gli animali.

All’età di diciotto anni arrivò negli Stati Uniti, grazie ad un’associazione benefica, senza parlare una parola di inglese, dove venne sottoposta ad una serie di interventi chirurgici, ora sta bene e ha un nuovo naso, ma il trauma della sua deturpazione le ha provocato, oltre che danni fisici, anche danni mentali più profondi.

La ragazza racconta al Daily Mail che quando si risvegliò non riusciva a vedere per tutto il sangue che aveva addosso, ricordando quella terribile esperienza che l’ha segnata nell’animo.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI SU ATTUALITA’ CLICCA QUI