Home Attualità

LELE MORA: “Chiedo scusa per quello che ho fatto”

CONDIVIDI

LELE MORA TENTA IL SUICIDIO – Lele Mora ha tentato il suicidio cercando di soffocarsi. Lo riferisce Eugenio Sarno, segretario generale Uil Pa Penitenziari. “Lele Mora – spiega Sarno – è ristretto nel reparto ‘nuovi giunti’ del carcere milanese di Opera, ed era già sottoposto a particolare sorveglianza. Il tentato suicidio è stato posto in essere con dei cerotti, regolarmente detenuti in cella, che Mora ha applicato su naso e bocca”, ha aggiunto.

Gli avvocati del talent scout sono arrabbiati perché nessuno li aveva avvisati e hanno dovuto apprendere la notizia dalla stampa. “Siamo furibondi, nessuno dal carcere di ci ha avvisato e siamo venuti a sapere del tentato suicidio dalla stampa”. Sono le prime parole di Luca Giuliante, uno dei legali di Lele Mora. L’avvocato, che difende il talent scout assieme al collega Nicola Avanzi, ha spiegato che è stato avvisato solo dal collega che ha visto la notizia sui media. Il legale ha inoltre chiarito che è rimasto nel carcere di Opera per circa un’ora, dalle 12.30 alle 13.30, per aspettare di parlare con il suo asistito per un colloquio che era stato fissato, ma il personale del penitenziario gli ha fatto sapere che Mora non stava bene e quindi non ha potuto incontrarlo.  Dopo il fatto accaduto, Lele Mora si è scusato.“Chiedo scusa per quello che ho fatto, ma non ce la faccio più”.Ha detto al direttore del carcere di Opera Giacinto Siciliano.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI GOSSIP CLICCA QUI!