Home Attualità VIAGGI: alla scoperta della Patagonia

VIAGGI: alla scoperta della Patagonia

CONDIVIDI

TERRA DEL FUOCO – Ci sono dei viaggi che davvero meritano di essere fatti, viaggi alla scoperta di luoghi meravigliosi che tolgono il fiato. Se siete amanti delle destinazioni particolari, affascinanti, il viaggio che vi proponiamo oggi non potrà non piacervi. Siete pronti? Si parte! Scopriamo insieme la magnifica isola sudamericana, Terra del Fuoco.

La Terra del Fuoco è un’isola, conosciuta con il nome in lingua spagnola Isla Grande de Tierra del Fuego , divisa  a metà tra Cile e Argentina. È una terra che affascina molto per la sua posizione di frontiera,  per le sue montagne e ghiacciai, lagune, isolotti e cascate, nonché per la sua storia che non vi lascerà indifferenti.

Per scoprire i segreti dell’isola, basta salire a bordo di piccole navi che salpano dalla cilena Punta Arenas, guarnigione militare fondata centocinquant’anni fa, e dall’argentina Ushuaia, la città più australe del mondo, che nell’Ottocento fu famosa per il commercio della lana. Le due città portuali sono il punto di partenza e di arrivo di magnifiche crociere che vi faranno, in soli quattri giorni, attraversare lo stretto di Magellano e il fiordo di Almirantazgo , toccare la baia Ainsworth e quella di Wulaia passando per il viale dei ghiacciai, l’isola di Navarino, La Cordigliera, arrivando fino a Capo Horn, l’isola che divide l’oceano Atlantico dal Pacifico. È un’esperienza che vale la pena vivere, non solo per le sue bellezze naturalistiche che incontrerete ma soprattutto per il valore storico della navigazione perché si ripercorre il viaggio compiuto dal celebre scienziato inglese, Charles Darwin.

Durante questo viaggio potrete visitare le aree protette al confine tra Cile e Argentina, come i grandi parchi nazionali Torres del Paine, Bernardo O’Higgins, Tierra del Fuego e il parco Alberto Maria De Agostini, dedicato a un sacerdote italiano. La flora e fauna sono pressoché le stesse che raccontò Darwin nel celebre libro “Viaggio di un naturalista intorno al mondo”. Rispetto a quel viaggio è cambiata solo la presenza umana, oggi quasi inesistente. Prima, si apprende dai diari di bordo dei grandi navigatori dell’epoca, come Magellano, vi vivevano degli indigeni chiamati Fuegini per i fuochi che accendevano per comunicare. I navigatori, trovando nel lontano 1520 il passaggio tra Atlantico e Pacifico, attribuirono a questa straordinaria terra il nome “fuoco”. Magellano scriveva che la popolazione indigena era alta tre metri e che riusciva con le mani a sradicare interi alberi. Per la loro possanza e i grandi piedi  chiamati i patagon, secondo la leggenda, questa regione dell’Argentina venne chiamata Patagonia.  Se volete ripercorrere la storia di questi luoghi, è d’obbligo visitare il Museo del Fin del Mundo che si trova a Ushuaia.

Durante la crociera incrorete molte bellezze naturalistiche. Tra quelle che non potrete assolutamente perdere  ci sono la baia di Ainsworth, dove vive una colonia di elefanti marini che è possibile avvicinare, le isole Tuckers abitate dai pinguini, gabbiani australi e cormorani, mentre nella baia di Ushuaia potrete incontrare le balene lungo  il Beagle Channel. Imperdibili anche i ghiacciai, che sono una pressenza fissa durante la navigazione. I più imponenti tra di loro, che scendono fino al mare creando piccole valanghe frantumanti in minuscolissimi ed azzurrissimi iceberg, sono Piloto, Nena e Pia.

È una crociera indimenticabile, che vi porterà al punto di partenza e fine del mondo. È un viaggio in scoperta del passato e presente di una terra che non conosce i confini. Una terra che merita di essere visitata.

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI ATTUALITÀ CLICCA QUI!

PER LEGGERE TUTTI GLI ARTICOLI DI VIAGGI CLICCA QUI!