Home Intimità

Tradimento all’epoca dell’iPhone: i trucchetti usati dai fedifraghi

CONDIVIDI
tradimento
iStock Photo

Gli smartphone hanno rivoluzionato anche il nostro modo di tradire: ecco i trucchetti usati dai fedifraghi all’epoca dell’iPhone.

I cellulari ci hanno cambiato la vita. Gli smartphone ancora di più. Ci affidiamo alle app di cucina per fare la spesa, abbiamo un promemoria per ogni ora del giorno, conserviamo ricordi a non finire su galllery virtuali e mandiamo avanti il nostro lavoro tra skype e email. In pratica la vita quotidiana dipende dall’iPhone, incluso il tradimento.

Eh già, anche le relazioni extra coniugali sembrano essersi adeguate alle nuove tecnologie e viaggiano (se non dipendono) dal cellulare sempre tra le nostre mani.

Scopriamo allora in che modo si gestisce un tradimento all’epoca degli smartphone: coem questi ultimi ci aiutano a tradire? Quali trucchetti mettiamo in campo pernon essere scoperti?

VIDEO NEWSLETTER

Il tradimento passa anche (e soprattutto) per gli smartphone

tradimento
iStock Photo

Il sito leader per incontri extraconiugali Gleeden ha condotto una ricerca volta a indagare il ruolo svolto dagli smartphone nelle scappatelle di uomini e donne del XXI secolo. Ne sono emersi trucchetti per non farsi scoprire e abitudini assai comuni tra i fedifraghi 2.0.

1 – Smartphone indispensabile – Tradiremmo in egual misura senza il supporto del nostro fidato smartphone? Noi donne a quanto pare no. Mentre gli uomini sembrano convinti di poter fare anche “all’antica” (saranno forse più abituati) per noi donne il cellulare risulta supporto essenziale per portare avanti una relazione clandestina:il 68% di noi è convinta che non riuscirebbe a gestire il proprio tradimento senza smartphone. Ennesima differenza tra maschi e femmine.

2 – Possibilità di cancellazione – E’ proprio questo che ci fa sentire tranquilli quando tradiamo via smartphone. Messaggi, note audio, foto, tutto può essere prontamente eliminato anche se emerge come i traditori italiani siano un po’ restii a farlo. Solo il 14% fa regolare pulizia sul proprio cellulare.

3 – Trucchi per non essere scoperti – Per proteggersi da eventuali accuse esistono addirittura app apposite ma, più in generale, gli stratagemmi messi in atto sembrano essere i seguenti:

  • Salvare il contatto dell’amante sotto falso nome (94%)
  • Impostare il pin sul telefono (89%)
  • Disattivare le notifiche così che i messaggi non compaiano sullo schermo (85%)
  • Smartphone sempre e solo in modalità silenziosa (57%)
  • Utilizzare app che cancellano automaticamente i messaggi (42%)
  • Non dare mai alla partner accesso al prorpio telefono (35%)
  • Non perdere mai di vista il telefono (31%)
  • Il grande classico del telefono poggiato a faccia in giù (17%)

4 – Luoghi preferiti per tradire (tecnologicamente) – Inviare un messaggio piccante all’amante è essenzialmente questione di non farsi scoprire, ergo, meglio farlo quando ci si trova in luoghi sicuri. Noi donne preferiamo farlo dalla macchina (vale per circa il 64% del campione interpellato) o da casa (siamo delle temerarie) o dall’ufficio. Gli uomini invece hanno come luogo favorito da cui messaggiare torbidamento il posto di lavoro (top per il 68%), la macchina (47%) e al terzo posto la palestra (30%).

5 – Sexting o sesso? – Già perché se è vero che lo smartphone facilita il tradimento è altrettanto vero che forse la virtualità sta ancora una volta rimpiazzando la vita reale. In italia ai messaggi piccanti preferiamo ancora il contato fisico ma in alcuni paesi, come la Germania, gli amanti fanno sexting piuttosto che sesso.