Sognare ad occhi aperti potrebbe fare male alla salute. Ecco perché

0
53

A chi non capita, durante la giornata di sognare ad occhi aperti? Questa condizione, se portata agli estremi, potrebbe essere dannosa per la salute.

sognare ad occhi aperti
sognare una vita diversa: fa bene o male alla salute? (fonte: Pexels)

In inglese si chiama Maladapitve DayDreaming e si traduce letteralmente come “Incapacità di adattarsi ai sogni ad occhi aperti“.

É un disturbo che, per quanto diagnosticato, non è ancora stato classificato e riconosciuto ufficialmente dalla comunità scientifica e da molti medici.

Gli effetti, però, hanno conseguenze che possono diventare anche molto pesanti.
Cerchiamo di capirne di più insieme.

Sognare ad occhi aperti: potrebbe fare male alla salute

sognare ad occhi aperti
persi nel nostro mondo (fonte: Pexels)

L’ultima volta che avevamo controllato, sognare ad occhi aperti era sintomo d’intelligenza e, anzi, il modo in cui costruivamo questi mondi paralleli rivelava moltissimo su di noi e sulla nostra personalità!
Di certo la situazione non può essere cambiata tanto!

Invece, un gruppo di studiosi israeliani sostiene che esagerare con i sogni ad occhi aperti può diventare veramente pericoloso!

Tutti cerchiamo sollievo dalla vita quotidiana con alcuni sogni consci.
Non parliamo, infatti, di quei sogni che vanno interpretati ma proprio di fantasie che costruiamo consapevolmente nel nostro cervello mentre siamo impegnati a fare altro.
Il 96% degli adulti fantastica sul futuro, su qualcuno di speciale o su di una particolare situazione mentre lava i piatti, ascolta la musica o si trova nel traffico.
Non potrà essere così pericoloso, soprattutto se lo fanno tutti!

Ebbene, la durata media di una fantasia ad occhi aperti sana è stata stimata intorno ai 14 secondi.
Questo dato si tradurrebbe in un 16% del tempo di una giornata normale.
Chi, invece, è affetto da questo disturbo può passare anche ore a sognare ad occhi aperti.
La media del tempo passato in fantasticherie si attesterebbe quindi al 57% o, addirittura, 69%: ben più di metà giornata!

Insomma, passare troppo tempo a fantasticare potrebbe avere un risvolto veramente negativo sulla nostra vita.

Questo disturbo, infatti, si manifesta spesso in persone che non sono soddisfatte della loro vita, che hanno problemi di ansia, stress e depressione.
Può essere paragonato all’overthinking ma ha qualcosa in più che lo rende più pericolo.

Cosa fare se ti perdi in fantasie impossibili:

sognare ad occhi aperti
quand’è che dobbiamo preoccuparci? (fonte: Pexels)

Se ti sembra di passare troppo tempo ad immaginare una vita diversa, migliore o più eccitante di quella che vivi allora potrebbe essere il caso di correre ai ripari.

Importante, soprattutto, ricordarsi che la colpa non è nostra!
Sottoposti, come siamo, ad una società immersa nei social network (questo documentario spaventoso spiega la verità dietro i loro meccanismi) siamo tutti sottoposti ad uno stress non indifferente.
L’invidia social è un problema reale, che ci obbliga a passare molto tempo a spiare le coppie che condividono di più la loro relazione o, addirittura, a mettere a rischio i più piccoli con l’uso sconsiderato che facciamo degli strumenti online.

Niente di strano, quindi, che ci rivolgiamo alle fantasie per fuggire da un mondo dove ci sembra che tutti abbiano successo, siano belli e magri e sempre in giro per il mondo mentre noi… no.

Meglio passare dalla parte attiva della barricata: se ti capita di passare la giornata a sognare una vita diversa puoi provare a cambiare la tua vita seguendo queste poche mosse.
Oppure, devi solo imparare a volerti bene: c’è un processo vero e proprio da seguire per scoprire come fare!

Anche riconoscere ed allontanare falsi amici o colleghi indisponenti dalle nostre vite è un fattore che può aiutarci a prendere il controllo della nostra vita.

Un’altra cosa che puoi tentare è di prendere in mano praticamente la tua situazione: prova con delle tecniche di rilassamento, che ti aiuteranno a svuotare la mente o a tenere un bullett journal.

Stabilisci obiettivi pratici e realizzabili e cerca di attenerti, come prima cosa, al raggiungimento di questi.

A volte, chi soffre di questa condizione, non riesce a finire neanche un compito durante la giornata: se questo è il tuo caso potrebbe essere importante iniziare un percorso di terapia.
Chiedere aiuto ad un esperto non fa mai male: perché non provare?

fuggire dalla realtà
fuggire dalla realtà non serve: diamoci da fare! (fonte: Pexels)

Una buona pratica sarebbe anche quella di non indulgere in comportamenti che fanno scattare i sogni ad occhi aperti.

Se sai che andando a dormire con la musica ti metterai a pensare ad una vita impossibile è meglio cercare di cambiare abitudini.

E non preoccuparti: ricordati che non sei solo!