Psicoterapia: perché fa bene e a chi è utile

0
2

La psicoterapia è un percorso che aiuta a conoscersi meglio e a risolvere problemi di base. I motivi per chi fa sempre bene sceglierla.

psicoterapia perché è utile
donna che fa una seduta di psicoterapia – Fonte: Adobe Stock

Quando si parla di benessere, il termine psicoterapia, presto o tardi, viene sempre fuori. Ciò dipende dal fatto che rivolgersi a qualcuno per conoscere meglio se stessi è una pratica sempre più riconosciuta. E lo è perché funziona.
Se un tempo si pensava che andare dallo psicoterapeuta indicasse problemi mentali, oggi è più che chiaro che andarci, molto probabilmente, rappresenta proprio l’opposto.

La psicoterapia è infatti un percorso di auto conoscenza che si può scegliere di intraprendere sia per risolvere problemi comportamentali o legati ad ansie e fobie che per conoscersi meglio. Una strada che aiuta a connettersi con il proprio io e a fare il punto della situazione in modo chiaro.

Ma a chi fa bene esattamente? Di base si potrebbe dire che un percorso di psicoterapia non fa male a nessuno e che, al contrario può solo lasciare qualcosa in più. Per essere più specifici però cercheremo di capire quali sono i motivi per cui può essere utile andare in terapia.

Psicoterapia: come e quando fa bene farla

psicoterapia: perché fa bene
immagine di mani che sbrogliano una matassa di fili – Fonte: Adobe Stock

Partiamo dal presupposto che quello della psicoterapia è un percorso di auto conoscenza e che per questo motivo può andare a scavare a fondo anche là dove fa male. Iniziarla, quindi, non è mai un gioco ma una presa di coscienza da fare con la consapevolezza che a volte sarà molto dura da affrontare ma che spesso sarà anche particolarmente utile ed in grado di migliorarci come persone.

Detto ciò, scopriamo quali sono i motivi per cui fare terapia può essere utile.

  • Problemi di ansia o attacchi di panico
  • Disturbi alimentari
  • Traumi passati da analizzare
  • Scarsa autostima
  • Eccessiva timidezza
  • Difficoltà nel relazionarsi con gli altri
  • Problemi a trattare con i colleghi
  • Desiderio di cambiare i propri schemi mentali
  • Paura di impegnarsi
  • Depressione
  • Visione errata della vita
  • Paura di fidarsi degli altri
  • Insicurezza
  • Voglia di conoscersi più a fondo

Questi sono solo alcuni dei motivi per cui può essere utile andare da uno psicoterapeuta con il quale sarà possibile effettuare sedute individuali (il più delle volte) o di gruppo. Se si è in coppia, ovviamente, esiste anche l’opzione della terapia di coppia che verte nel creare un canale di comunicazione più funzionale tra le due parti.

Psicoterapia: come funziona

psicoterapia: perché fa bene
disegno di donna puzzle che prende pezzi di se – Fonte: Adobe Stock

Ora che abbiamo capito come e perché è utile andare in terapia, cerchiamo di scoprire come funziona una normale seduta al fine di eliminare ogni paura o pensiero errato in merito.

Per prima cosa non bisogna confondere la psicoterapia con la psicoanalisi o l’ipnosi. Va quindi messo da parte ogni pensiero sull’uso di pendoli o su pomeriggi trascorsi sdraiati su un divano.
La verità è che si tratta di un incontro con un professionista davanti al quale ci si apre al fine di parlare di se e di trovare gli strumenti adatti per conoscersi meglio e superare eventuali problemi.

In genere non si viene posti ad un interrogatori ma si viene lasciati liberi di parlare e semplicemente condotti verso il sentiero giusto. Lo psicoterapeuta svolge un ruolo di accompagnamento, non giudica mai e non costringe a giungere a delle conclusioni. Allo stesso tempo non da risposte ma aiuta a riconoscerle da se e ad arrivare a capire ciò che non va e come agire per il meglio.

Ovviamente si tratta di un percorso che a tratti può essere difficile perché entrano in gioco emozioni spesso sopite e conflitti interiori che, poco alla volta, vanno risolti. Il lato positivo, però, è che pian piano ci si riscopre davvero se stessi e ciò porta a diventare la versione migliore di se e ad essere pienamente felici. Un risultato per cui vale la pena rischiare di penare un po’ all’inizio.

Psicoterapia: perché sceglierla

piante benefici salute
Donna felice con fiore: Photo Adobe Stock

Ora che abbiamo capito quali sono i casi in cui è consigliabile andare in terapia e come funziona una normale seduta, cerchiamo di capire quali sono i motivi per cui sceglierla è un bene anche in assenza di problemi particolari.

  • Aiuta a vedere le cose in modo diverso e spesso migliore
  • Consente di conoscersi meglio e di responsabilizzarsi
  • Rende più forti
  • Stimola a spingersi sempre oltre i propri limiti
  • Da un’idea chiara e, sopratutto sana, di pregi e difetti personalità
  • Aiuta a capire ciò che è davvero importante
  • Consente di dare la giusta proporzione alle cose
  • Rende più stabili emotivamente
  • Fa bene alla mente

Per questi e tanti altri motivi, quindi, quando si è in dubbio tra il lasciar perdere ed il tentare, la scelta giusta potrebbe essere quella di fare un tentativo per capire come ci si sente. E chissà che nel giro di poco non ci si trovi ad essere dei sostenitori della psicoterapia come scelta di vita.

Come andare in psicoterapia

psicoterapia: perché fa bene
donna con psicoterapeuta – Fonte: Adobe Stock

Concludiamo dando qualche cenno su come avvicinarsi alla psicoterapia. Il modo più classico è quello di scegliere un professionista e recarsi per un primo consulto.
Oggi, però, esistono diverse strade e tra queste c’è anche quella online. Un primo incontro si può

infatti stabilire via chat o via webcam e tutto al fine di togliersi alcune paure o dubbi su come muoversi. Per chi invece ha le idee più chiare ma poche risorse economiche, esiste anche la possibilità di avvalersi di un percorso tramite l’Asl di appartenenza.

Donna con palloncini
Donna felice con palloncini – Fonte: Adobe Stock

Le possibilità, insomma, non mancano. Basta solo trovare quella più adatta al proprio modo di essere.