Pensare troppo fa male? Scopri cosa fare se sei vittima di overthinking

Si chiama “overthinking” e vuol dire pensare troppo. Può provocare stress, ansia e addirittura depressione. Pensare troppo fa male?

pensare troppo
lo stress ed i troppi pensieri fanno malissimo alla nostra psiche (fonte: Pexels)

A tutti capita di avere il chiodo fisso.

Che sia una situazione, un problema o una persona specifica succede spesso di pensarci troppo e magari di rovinare tutto con le nostre azioni!

Scopriamo insieme però quando esagerare porta a conseguenze gravi.

Pensare troppo: quando troppe idee fanno male

troppi pensieri
dobbiamo imparare a rilassarci (fonte: Pexels)

Overthinking è un termine inglese che definisce una condizione mentale piuttosto particolare.
Viene usato quando una persona esagera con idee e congetture, rischiando di mettere a repentaglio la propria salute!

Letteralmente si traduce in troppi pensieri e finisce per intrappolare la persona che li prova in una vera e propria gabbia!

Le sindromi legate al nostro mondo di pensieri interiori sono tante: vi avevamo già parlato di come combattere e gestire il carico mentale o di cosa fare se non riuscite a smettere di pensare al vostro ex.

Rimuginare costantemente sulle nostre idee, però, è diverso.
Non ce ne rendiamo conto ma è un atteggiamento tossico, che dobbiamo imparare a contrastare!

I motivi sono tanti: se pensate costantemente rischierete di perdere la capacità di rilassarvi perché sarete sempre concentrati ad inquadrare il problema al meglio!

La capacità di analisi è una gran qualità ma dovete stare attenti a non trasformarla nel solo modo in cui vi rapportate alle situazioni.
Bisogna imparare ad accettare anche quello che ci capita, senza cercare troppi significati o dietrologie.

Ci sono dei veri e propri metodi per smettere di pensare troppo!
La filosofia mindfulness professa proprio questo: imparare ad apprezzare tutto come se fosse la prima volta.
Si usa per qualsiasi situazione! Dal mangiare un chicco d’uva a… migliorare l’intesa sotto le coperte!

Come fare per smettere di rimuginare troppo: i consigli

pensare troppo
troppe preoccupazioni derivano anche dal pensare troppo (fonte: Pexels)

Se non sapete come fare per evitare di ragionare a lungo sulle situazioni ecco una lista di consigli utili!

  1. Prendersi una pausa: staccare (da noi stessi e dagli altri) è necessario per smettere di pensare. Provate facendo qualcosa di nuovo rispetto alle vostre solite abitudini. Iniziate la giornata con una maschera per il viso, curate una pianta o, semplicemente, gustatevi il caffè senza pensare alla giornata che vi aspetta. Vi aiuterà ad iniziare a prendervi uno spazio mentale solo per voi!
  2. Attività fisica: anche i più pigri si devono rassegnare. L’attività fisica è la risposta a quasi tutti i problemi della vita! Nessuno dice che dovete correre la maratona; uscire per una passeggiata, però, vi aiuterà a stimolare le endorfine e concentrarvi sul vostro corpo. Anche se iniziate pensando e ripensando ai vostri problemi vi assicuriamo che dopo un po’ riuscirete a concentrarvi su altro. Il paesaggio, la fatica e … se state sudando troppo!
  3. Imparare a sentirsi grati: no, non vi stiamo dicendo di essere positivi per forza (che fa anche male!). Esercitare la gratitudine vuol dire provare a pensare alle cose positive piuttosto che a quelle negative. Usate la vostra attitudine a pensare tanto per pensare a tutto ciò di positivo che avete nella vita e a quali e quante implicazioni ha sulla vostra giornata. Rimarrete stupiti dal risultato!
  4. Smettere di cercare la perfezione: è difficile da dire ma dobbiamo rassegnarci. La perfezione non esiste.
    Prima smetterete di rincorrerla, prima vi liberete la mente da pensieri intrusivi e tossici.
    Non avete bisogno di essere perfetti; avete bisogno di essere voi stessi!
imparare a lasciarsi andare
imparare a lasciarsi andare (fonte. Pexels)

Pensare costantemente sicuramente non ci aiuterà a migliorare la nostra vita; lasciarci andare agli imprevisti e alla corrente invece potrebbe portarci sorprese inaspettate.
Perché non provare?