Home Maternità Gravidanza: 2° settimana d’attesa, i primi segnali di inizio gravidanza

Gravidanza: 2° settimana d’attesa, i primi segnali di inizio gravidanza

CONDIVIDI
gravidanza 2 settimana
gravidanza, 2° settimana di gestazione( iStock photos)

Gravidanza: 2° settimana d’attesa. Quali sono i primi segnali che corrispondono ad un inizio di gravidanza.  Quali i sintomi percepiti e cosa succede al nostro corpo

L’emozione della scoperta di aspettare un bebè è ormai più che vera. Ora siete entrate nella seconda settimana di gravidanza è in voi nascono mille domande. Cosa aspettarsi? come comportarsi? Cosa succede al nostro corpo? Quali sono i primi segnali che corrispondono ad un inizio di gravidanza? e i sintomi che percepite saranno gli stessi per tutti? Tante domande che, per ora, non sembrano trovare una sua giusta risposta. Non allarmatevi, siete solo all’inizio e, per ora, porsi tutta una serie di domande è normale. Volete sapere come ci si sente, cosa fare e se la gravidanza procede nei migliori dei modi. Il primo periodo, il primo trimestre, è quello dei tre, più delicato poiché l’embrione è ancora “delicato”, quindi dovete prestare molta attenzione a ciò che succede al vostro corpo e, anche se ancora è prestissimo per notare una rotondità sul vostro bel pancino, non vuol dire che dovete strafare, anzi, è consigliabile adottare sin da subito uno stile di vita il più possibile armonioso e rilassante, in modo da portare la vostra gravidanza senza disturbi eccessivi fin da subito.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione in gravidanza: cosa mangiare e cosa evitare

Probabilmente ancora è troppo presto affinché voi sentiate dei sintomi tipici della gravidanza, d’altronde siete solo alla seconda settimana di gestazione e, ricordiamo, che ogni gravidanza viene vissuta in modo diverso da donna a donna, dunque, se vi capita di non ritrovarvi in alcuni dei sintomi indicati, non fatene un problema, rientra nella normale routine gestazionale e, anzi, ritenetevi fortunate! Non tutte, quando sono in dolce attesa, subiscono le nausee gravidiche o danno di stomaco, ma con ciò, non è detto che in voi qualcosa non va, oppure ci sia qualcosa di “sbagliato”, assolutamente non è così. Vediamo, dunque, quali possono essere i primi fastidi legati a questa seconda settiamana d’attesa e proviamo a capire come affrontarli insieme in modo del tutto naturale.

Potrebbe interessarti anche: Gravidanza: prima settimana d’attesa, quali sono i sintomi comuni

Cosa succede al corpo nella seconda settimana di gravidanza

seconda settimana di gravidanza
gravidanza: 2° settimana di gravidanza (iStock Photos)

Durante questo periodo avvengono vari e complessi cambiamenti ormonali al fine di rendere il tuo corpo pronto per un eventuale concepimento nelle due settimane successive. A ogni ciclo mestruale, nelle ovaie, da un gruppo di piccoli follicoli che contengono gli ovociti immaturi, viene selezionato un follicolo dominante che matura fino a rilasciare, tramite la cosiddetta ovulazione, l’ovocita maturo che può venir fecondato dallo spermatozoo.

Potrebbe interessarti anche: Mamma in forma: 5 esercizi utili da fare nel primo trimestre

Lo stile di vita indubbiamente si modificherà per lasciare spazio ad un capitolo della vostra vita più sobrio ed equilibrato. Con la giusta accortezza la gravidanza proseguirà senza troppi intoppi.

Vediamo di schiarirci un po’ le idee, quindi, e capire cosa succede al nostro corpo in continua evoluzione. In questa seconda settimana l’embrione è già impiantato all’utero e misura al massimo 2 millimetri. Quasi invisibile, eppure voi sentite già le prime nausee gravidiche e magari la fame è cresciuta di colpo. Normalissimo, per quanto piccolo, il vostro bimbo è già una forza!

I sintomi legati alla 2° settimana di gravidanza

sintomi gravidanza
seconda settimana di gravidnaza, i sintomi (Istock Photos)

Se nella prima settimana ancora non percepivi alcun sintomo legato alla gravidanza, ora, nella seconda settimana e, man mano  che le settimane aumentaranno, inizierai ad accusare i primi fastidi gravidici. Il malessere associato ai disturbi gravidici quali, nausee, vomito e stanchezza inizieranno a crescere giorno dopo giorno. La causa è da attribuire all’ormone Beta HCG che progressivamente, settimana in settimana, raggiunge livelli altissimi procurando questi fastidiosi disturbi fisici.

  • Gli sbalzi d’umore: in questa seconda settimana gli ormoni sono in subbuglio e vi sentite strane. Normalissimo: gli sbalzi ormonali della gravidanza alterano l’umore e vi sembrerà di essere sulle montagne russe delle emozioni. Dalla felicità più estrema si passa, in un secondo, alla più totale disperazione con pianti e risate che si mescolano. No, non siete matte, ricordatevi che sono gli ormoni ma, più di tutto, ricordatelo con cadenza giornaliera al vostro partner, che dovrà starvi vicino.
  • Aumento progressivo del seno:Una delle cose belle nella seconda settimana gestazionale che vi capiterà, è l‘inizio dell’aumento del seno. Per chi normalmente non ha dei seni grandi, questa è una delle cose belle della gravidanza. Finalmente un bel decolté da sfoggiare. A causa del livello di ormone progesterone, l’aureola diventerà più scura, quasi marrone e i capezzoli inizieranno a inturgidirsi.
  • Crampetti al basso ventre e piccole perdite ematiche: La vostra pancia ancora è piatta, d’altronde la gravidanza è solo all’inizio, ma piccoli crampi al basso ventre possono fare la loro comparsa proprio in questo periodo accompagnati, a volte, da piccole perdite ematiche o biancastre. Nulla di anormale ma un controllo ad inizio settimana dal ginecologo di fiducia è indispensabile per poter proseguire bene la gravidanza.

Potrebbe interessarti anche: Primo trimestre di gravidanza: cosa devi sapere, quali esami fare

L’embrione nelle prime due settimane di gravidanza

2 settimana di graivdanza l'embrione
seconda settimana di gravidanza, l’embrione (Thinkstock)

Verso la fine della seconda settimana di gravidanza avvengono la fecondazione dell’ovocita e la formazione dell’embrione. Pochi minuti dopo l’incontro tra lo spermatozoo maschile e l’ovocita femminile e il concepimento, si forma una nuova cellula, chiamata zigote, che contiene 46 cromosomi, 23 dei quali ereditati proprio dallo spermatozoo paterno e 23 dei quali dalla cellula uovo materna.

Potrebbe interessarti anche: Terza settimana di gravidanza: sintomi, crescita dell’embrione, esami

Trascorsa qualche ora, lo zigote comincia a spostarsi dalle tube all’utero. Durante questo percorso di avvicinamento verso l’utero, lo zigote inizia una serie di divisioni, fino a formare un agglomerato di cellule a forma di mora, detto blastocisti. Successivamente la blastocisti si impianterà nell’utero materno, di fatto concludendo la fase del concepimento.

Seconda settimana di gravidanza: quali cibi evitare e cosa fare per il vostro benessere e del piccolo

Gravidanza: seconda settimana
Gravidanza: seconda settimana cosa mangiare (iStock Photos)

In questa seconda settimana  di gravidanza si dovrebbero iniziare ad evitare una serie di cose tra cibi, bevande e vizi. Vediamo in breve cosa fa bene e cosa è meglio evitare per vivere serenamente la gravidanza e trovare il giusto benessere per la mamma ed il bambino

  • No ai vizi: in questa settimana evitate i vizi come il fumo e l’alcol. Se siete delle fumatrici accanite non buttate di colpo il pacchetto di sigarette – ovviamente si dovrebbe fare – ma per chi proprio non rinuncia, il consiglio è di smettere progressivamente e nel minor tempo possibile. In questo caso non avrete nessuna crisi d’astinenza. Evitate l’alcol, quindi no a vino, super alcolici, birra e tutto ciò che contiene alcool perché qualunque quantità di alcol introdotta nell’organismo materno attraversa la placenta e arriva al feto procurando anche malformazioni.
  • Si a cibi sani: adottate uno stile alimentare consono al vostro stato. Sono concesse tutti i tipi di verdura di stagione purché lavate abbondantemente con bicarbonato se mangiate crude. La frutta è ottima ma si consiglia sempre di sbucciarla prima di mangiarla. Si a tisane a base di zenzero per contrastare i disturbi legati alle nausee o a problemi digestivi. Si al pesce azzurro ricco di proteine e al Salmone fonte di omega3 e povero di mercurio. Si ai formaggi a pasta dura e stagionati. Via libera anche al gelato industriale, cioè confezionato, a patto che sia fatto con uova e latte pastorizzate.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione in gravidanza: che cosa mangiare e che cosa evitare?

  • Cibi da evitare: no al pesce crudo, in particolare pesce spada, tonno e sgombro poiché possono contenere elevate tracce di mercurio. Evitare anche le uova crude e purtroppo in questo caso anche il Tiramisù e la maionese, il rischio di contrarre la Salmonellosi risiede proprio in questi alimenti. Formaggi a pasta molle, i succhi di frutta non pastorizzati, latte non pastorizzato e la carne cruda.
  • Moderate il caffè e il té: evitate di assumere troppa caffeina, teina, e tutte quelle bevande che finiscono per Ina. Si è riscontrato che assumere caffè in dosi massicce può portare all’aumento del rischio di aborto e restrizioni di crescita del feto. Il consiglio è di assumere al massimo 2 tazzine di caffè al giorno e 2/3 di tazze di tè classico o verde.
  • Si a frutta secca: la frutta secca come arachidi, noccioline, noci ecc. sono ottime e indispensabili per una corretta alimentazione in gravidanza. L’unico consiglio è di non esagerare con le dosi poiché sono molto caloriche ed il rischio di un aumento eccessivo di peso è molto elevato.
  • Si al relax: se la sonnolenza la fa da padrona, la migliore cosa in questa settimana è assecondarla. Non sforzate il vostro fisico e la vostra mente con la routine di tutti i giorni se non ce la fate. Quale miglior momento per dedicarsi a voi e coccolarvi con il dolce far nulla. Riposatevi appena potete e godetevi un po’ di sano e meritato relax. Un bel bagno rilassante vi aiuterà a ricaricarvi e ad iniziare questo cammino con una marcia in più.

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda la maternità, le settimane di gravidanza e la crescita del tuo bambino CLICCA QUI!

Alcune curiosità sulla 2° settimana di gravidanza che devi sapere

curiosità in gravidanza
curiosità gravidanza, seconda settimana (Istock Photos)

 

  • La genetica del bambino è determinata a partire dalla fecondazione. Sin da allora sono fissati il sesso, il colore dei capelli, quello degli occhi, e centinaia di altri tratti genetici del tuo futuro bambino.
  • E’ lo spermatozoo che determina il sesso del bambino. Infatti ogni spermatozoo contiene cromosomi X e Y mentre l’ovulo contiene solo cromosomi XX.
  • L’ormone hCG (human Chorionic Gonadotropin) viene prodotto all’inizio della seconda settimana dal concepimento dal tessuto embrionale esclusivamente quando è in atto una gravidanza; ed i test casalinghi di gravidanza si colorano proprio per effetto di questo ormone.
  • Gli ormoni principali della gravidanza sono gli estrogeni, il progesterone, la prolattina e l’ossitocina.

Potrebbe interessarti anche: Borsone nascita e piano del parto: come organizzarli

Esami da fare nella 2° settimana di gravidanza

gravidanza inizio
seconda settimana di gravidanza, esami da fare (Istock Photos)

Dal momento che siete sicure di aspettare un bebé, la lista degli esami da fare in previsione dei nove mesi di gestazione, sarà molto lunga ma, non preoccupatevi, se all’inzio vi sembrerà tutto complesso, vedrete che con il passare dei mesi, acquisterete dimestichezza con gli esami da sostenere e questa “montagna insormontabile” non sarà così alta. Intanto, come prima cosa da fare, sicuramente dovete contattare il vostro medico di fiducia o ginecologo che vi indicherà nel giusto modo, tutto ciò che dovete fare. Quindi segnatevi sulla vostra agenda di prendere appuntamento per una visita:

Potrebbe interessarti anche: Come curare l’igiene del neonato: consigli per le neomamme

  • Visita dal ginecologo: la prima cosa da fare, una volta fatto il test di gravidanza, è prendere appunamento dal vostro ginecologo di fiducia che vi seguirà per l’intera gravidanza e vi guiderà su tutti gli esami da fare.
  • Esame delle Beta HCG: subito dopo il test di gravidanza va eseguito l’esame delle Beta HCG per valutare il dosaggio ormonale presente nel sangue. In gravidanza e nelle prime settimane questo ormone sarà elevatissimo.
  • Esame delle urine: questo esame è importante inquanto fornisce informazioni utili per valutare la presenza o meno, di infezioni delle vie urinarie. L’esame delle urine sarà uno tra quelli che farete con cadenza mensile fino al termine della gravidanza. Esame del gruppo sanguigno: da ripetere tutti i mesi.
  • Ecografia transvaginale:  sarà eseguita al primo appuntamento con vostro ginecologo e consiste in un’esplorazione vaginale.
  • Controllo della pressione arteriosa e controllo del peso: entrambi importanti ed eseguiti ad ogni incontro con il vostro ginecologo, quindi con cadenza settimanale.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI