Home Maternità

Come curare l’igiene del neonato: consigli per le neomamme

CONDIVIDI

Come curare L’igiene del neonato: consigli pratici su come affrontare i primi giorni a casa per le neomamme.

Siete appena diventate mamme, neomamme per l’appunto e ancora non vi sembra vero, anzi sembra un meraviglioso sogno ad occhi aperti. Un sogno vero, ma nel momento che si varca la soglia di casa con in braccio il vostro bebè, i timori su come curare l’igiene del vostro neonato e come comportarvi con il vostro pargoletto, vi assalgono. Ecco le prime ansie da “neomamma”: come curare l’igiene? cosa servirà? e altre mille domande sorgono in voi. Fate un respiro profondo e seguite questi preziosi e pratici consigli per curare l’igiene del neonato nei primi giorni di vita.

Come curare l’igiene del neonato

Come prima cosa ci dobbiamo chiedere ‘di cosa abbiamo bisogno in casa quando arriva un neonato per la sua igiene e la cura del suo corpo’? Ecco intanto tutto l’occorrente necessario di cui avrete bisogno

come curare neonato igieneUn neonato ha bisogno di poche cose: sentire il calore della mamma che lo avvolge nelle sue braccia; la sicurezza; il nutrimento necessario per la sua crescita; e l’igiene meticolosa, avendo una pelle delicatissima. Come curare quest’ultimo aspetto? di seguito alcuni pratici consigli da leggere attentamente:

Leggi anche: Igiene e cura del neonato, cinque cose da non fare assolutamente

  • il Bagnetto e cura del moncone: tuo bebè ha solo pochi giorni di vita, e tu pensi a come lavarlo o se è il caso di fargli il bagnetto. Se ancora ha il moncone attaccato, aspetta a fargli il primo bagnetto. Assicurati prima che sia caduto. Questo perché? per il semplice fatto che non deve essere bagnato e tenuto quindi ben asciutto in modo da far progredire l’essiccamento e la conseguente caduta. Una volta che si è staccato il moncone si può procedere al primo bagnetto. Mediamente il tempo del primo bagnetto è dopo una settimana dalla nascita. Prima di immergere il tuo bimbo nell’acqua, assicurati di avere accanto a te tutto il necessario per il dopo-bagno. Immergi il bimbo nell’acqua calda – ma non bollente – un consiglio per valutare la temperatura dell’acqua è di immergere il gomito dentro, se non vi scottate è segno che la temperatura è ok. Fate attenzione e posizionate un braccio sotto il collo del vostro piccolo in modo da sorreggergli la testa. Usate detergenti indicati per la pelle delicata del vostro bimbo e per lo shampo, potete semplicemente passare con una spugnetta morbida l’acqua sulla nuca, senza strofinare.
  • dermatite seborroica: comunemente chiamata “crosta lattea”, è tipica nei primi giorni di vita di un neonato. Si presenta come delle piccole crosticine su sopraciglia, nuca e fronte. Di solito va via da sola nell’arco di un paio di settimane ma è sempre bene curare l’igiene anche in questo caso. Il consiglio è  passare una garzina di cotone imbevuta con dell’olio di mandarle dolci sulle parti interessati prima di fare il bagnetto. Per la nuca, si consiglia di passare un sapone al Marsiglia adatto all’uso o anche l’amido di riso.
  • le unghie e le orecchie: le unghie dei neonati crescono molto in fretta ed è giusto che ci sia un’accurata igiene a riguardo. Per prevenire graffi, non avendo, il bimbo, ancora la dimensione dello spazio intorno a se, è buona abitudine tagliargli le unghie, specie quelle delle mani. Come? con una forbicina a punte arrotondate. Quando farlo? almeno una volta a settimana. Per la pulizia delle orecchie, è fondamentale non usare i classici bastoncini, ideale è usare un pò di garza idrofila, imbevuta con acqua tiepida e procedere al lavaggio. Non spingere sino in fondo la garzina, si potrebbero avere delle lesioni interne al timpano.
  • idrata la pelle: dopo il bagnetto o prima della buonanotte è fondamentale idratare la pelle delicata del vostro bimbo. Basta massaggiare delicatamente la pelle con dell’olio di mandorle dolci. Ciò aiuterà il neonato a rilassarsi con il massaggio che gli fate e gli permetterà di dormire più serenamente. Prendi l’abitudine di idratare la pelle del tuo bimbo una volta al giorno ma, attenzione, non esagerare con l’olio, ne basta una goccia!OLIO DI MANDORLE DOLCI: ecco tutti i possibili usi
  • cambia il pannolino dopo la poppata: spesso molte neomamme si domandano quando cambiare il pannolino se dopo o prima la poppata. In genere dopo la poppata il neonato ha più facilità a sporcare il pannolino e, spesso ci si trova a cambiare il pannolino nel giro di mezz’ora. Allora, se dovete dare la poppata, aspettate di concludere prima di procedere con il cambiamento del pannolino. Ovviamente se il pannolino risulta sporco ancor prima di iniziare la poppata, procedete a cambiarlo subito. Un pannolino sporco tenuto troppo a contatto con la pelle del neonato può portare a irritazione nelle zone interessate. Usate sempre, ad ogni cambio, una crema per i cambi, meglio se comprata in Farmacia.

Usate sempre prodotti naturali e lavate i capi del vostro bebè separatamente dal resto del bucato adottando un detersivo non aggressivo. Aggiungete al lavaggio sempre un disinfettante!e adoperate abbigliamenti comodi e di cotone. Rilassatevi care neo mamme perchè, anche se non sapete  come fare, il vostro istinto da mamma vi guiderà, d’altronde, nessun bambino nasce con il libretto delle istruzioni accanto.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore