Home Maternità Salute Alt alle foto dei bambini sui social: sono illegali

Alt alle foto dei bambini sui social: sono illegali

CONDIVIDI

Secondo l’associazione Codacons pubblicare foto di bimbi e neonati sui social sarebbe illegale, soprattutto se si cerca di guadagnare su queste immagini.

Stop alle immagini dei bambini sui social network

Il Codacons tuona senza riserve, pubblicare le foto dei bambini sui social network per di più guadagnando soldi su queste immagini è illegale e per questo avrebbe proposto il sequestro preventivo di tutte le immagini ritraenti i minori in un esposto alla Procura della Repubblica di Roma.

->POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Niente schermi fino ai 2 anni, l’OMS avverte sui danni

Il provvedimento colpirebbe soprattutto i Vip che troppo spesso pubblicando le foto dei loro piccoli, otterrebbero lauti compensi dagli sponsor.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulla categoria maternità, clicca qui! 

Codacons: stop alle foto dei minori sui social network

stop alle foto dei bimbi sui social

Il Codacons con l’esposto alla Procura della Repubblica di Roma, ha chiesto il sequestro preventivo di tutte le immagini riguardanti minori pubblicate dai loro genitori sui principali social network, soprattutto a fini di lucro, nell’esposto infatti si parla di:

“contenuti che immortalano minori, finanche neonati, ritratti talvolta seminudi o in pose o situazioni ambigue ed allusive, con il risultato di trasformare gli spazi virtuali in un postribolo in cui i più piccoli potrebbero rimanere vittime dell’illecito trattamento dei propri dati personali, nonché, ancor peggio, di fattispecie di reato ben più gravi”

Il rischio maggiore nel pubblicare le foto dei minori, soprattutto in immagini private e casalinghe in cui appaiono a volte anche seminudi sarebbe quello di incappare nella rete della pedofilia e non solo.

Secondo l’associazione infatti, tutti i genitori che pubblicano foto dei minori sui social non tutelerebbero i diritti dei bambini, soprattutto si cita nell’esposto: “a fini esibizionistici o di lucro”. In questa ultima indicazione, si andrebbe a colpire tutta la categoria dei ‘Vip’che ogni giorno pubblicano le foto dei loro figli per pubblicizzare indirettamente alcuni prodotti per l’infanzia.

La legge italiana non è ancora chiara a riguardo e con l’esposto il Codacons vuole senza dubbio mettere in luce una realtà che ogni giorno mette in pericolo la privacy e la serenità di moltissimi bambini.

(Fonte: tecnologia.libero.it)

->>GUARDA ANCHE: 

Desideri ‘mangiare di baci’ il tuo bambino? I motivi della scienza

Bimbi dimenticati in auto: slitta l’obbligo dei sistemi anti abbandono

I tuoi figli non dovrebbero mai più sedersi in questa posizione

I figli fanno invecchiare il Dna delle madri di 11 anni

Cestino dei tesori montessoriano, cosa è e come realizzarlo

Aggressività nei bambini piccoli: fattori di influenza e comportamenti

Come curare la dermatite da pannolino al neonato: cause e rimedi

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI