Perchè le verdure non dovrebbero mai mancare a tavola?

In una dieta sana ed equilibrata non dovrebbero mai mancare a tavola le verdure. Scopriamo insieme quali sono e come mangiarle.

verdure
Foto:Piabay

Inserire in una dieta sana ed equilibrata le verdure è fondamentale, non dovrebbero mai mancare. Sin da piccoli è importante educare i piccoli a mangiare regolarmente le verdure anche  se non è sempre così facile visto che non sono amate da tutti.

Gli alimenti vegetali dovrebbero sempre essere presenti a tavola perchè apportano diversi benefici alla salute, non solo perchè sono poco caloriche, ma apportano tantissimi nutrienti. Noi di CheDonna.it vi diamo qualche piccolo consiglio su come servire le verdure e perchè non dovrebbero mai mancare a tavola.

Le verdure: perchè sono indispensabili

verdure
Foto:Pixabay

Le verdure sia cotte che crude non dovrebbero mai mancare a tavola per un semplice motivo, apportano tantissimi nutrienti e non sono per nulla caloriche.

Sono indispensabili ma devono essere inserite giornalmente nella dieta, ricordate che sole le verdure non bastano, è fondamentale seguire una dieta sana ed equilibrata.

Molti nutrizionisti sostengono che nell’arco di una giornata è necessario consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura di colore diverso, ma sempre di stagione, perchè sono più genuine e salutari. Le verdure si possono servire sia cotte che crude, apportano acqua, vitamine, fibre, sali minerali e antiossidanti. Ma se non si consumano regolarmente si può andare incontro problemi come.

  • Crampi muscolari
  • Alterazione della flora intestinale: la presenza di fibre aiuta tantissimo a contrastare la stitichezza e gonfiore addominale. In caso di intestino pigro ecco come rimediare.
  • Carenza di antiossidanti e vitamine
  • Problemi digestivi

Inoltre la presenza di fibre alimentari fanno aumentare il senso di sazietà e non solo placano gli attacchi di fame.

Ecco alcune verdure che non dovrebbero mai mancare quando si segue una dieta sana ed equilibrata.

Spinaci: sono ricchi in ferro e apportano benefici grazie al contenuto di vitamine e antiossidanti. Inoltre sono alleati per la vista e il cervello.

Bietole: non solo fibre contenute in particolar modo nei gambi carnosi, ma contiene le saponine che facilitano l’eliminazione dei grassi. Quindi potete inserirle tranquillamente in una dieta dimagrante. Inoltre non dovrebbero mai mancare in gravidanza visto che contengono acido folico importante per lo sviluppo di tutte le cellule e per la crescita del feto.

Asparagi: apportano acido folico, vitamina e minerali, contrastano l’invecchiamento cellulare e sono alleati del cuore. Hanno anche un effetto diuretico e combattono la ritenzione idrica.

Broccoli e cavoli: sono verdure ricche in potassio e vitamina C, infatti sono consigliati per le persone che soffrono di anemia. Inoltre sono ottimi per l’eliminazione di sostanze tossiche. Stesso discorso vale per i cavoli di Bruxelles. Scopri come cucinarli per preservare le loro proprietà.

Pomodori: pomodori rientrano a pieno titolo tra le verdure più salutari. Ricchi di vitamina C, hanno proprietà antiossidanti, digestive e immunostimolanti. Donano una buona dose di vitamine e minerali e combattono i radicali liberi. Sono inoltre considerati in grado di prevenire malattie tumorali o cardiache.

Carote: contengono la vitamina A, carotenoidi che sono degli antiossidanti davvero indispensabili visto che apportano diversi benefici alla nostra salute. Non solo rafforzano il sistema immunitario, ma migliorano la salute della pelle e degli occhi. Le carote si possono consumare crude se si soffre di glicemia, perchè quelle cotte fanno aumentare l’indice glicemico.

Ci sono tantissime altre verdure che dovrebbero essere inserite in una dieta regolare, ma soprattutto per garantire un apporto di nutrienti alcune si possono anche mangiare crude. Infatti si sa che con la cottura si possono perdere parte di nutrienti, però bisogna ricordare che la digestione sarà più lunga, quindi richiede uno sforzo maggiore da parte dell’organismo. Le verdure crude sono sicuramente più ricche in sostanze nutritive, che talvolta possono sfumare con la cottura. Basti pensare alla vitamina C che è termolabile, ossia viene persa con la cottura. Ecco le verdure che potete consumare crude: lattuga, iceberg, rucola, carote, cetrioli, cipolle, romana, spinaci e aglio.

Altre richiedono necessariamente la cottura come broccoli, bietole, cavoli, asparagi e melanzane.

Parlatene con il nutrizionista che saprà consigliarvi al meglio quale verdure sceglierle e come consumarle, perchè ci sono casi in cui mangiare verdure cotte non sempre faccia bene.

L’importante è porre attenzione alla preparazione, sicuramente servire delle verdure fritte o troppo condite non fa per nulla bene. Quindi ponete attenzione al metodo di cottura.

Come servire le verdure: attenti alla cottura

Pentola
Foto:Pixabay

Il metodo di cottura è fondamentale così da preservare i nutrienti, sicuramente la cottura a vapore è la migliore, perchè non va ad alterare le caratteristiche organolettiche delle verdure. Scopri i metodi di cottura migliori per un’alimentazione sana.

Potete se volete anche bollire le verdure evitate solo di cuocerle per troppo tempo, infine conditele con un filo di olio extra vergine di oliva e del succo di limone. Questo olio non dovrebbe mai mancare visto che apporta tantissimi benefici all’organismo.

Evitate di lasciare le verdure lavate e tagliate o affettate all’aria aperta per molto tempo per non far perdere le verdure idrosolubili.

Da leggere