Home Coppia Terapia di coppia | Quando può essere utile

Terapia di coppia | Quando può essere utile

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:59
CONDIVIDI

La terapia di coppia può rivelarsi un valido aiuto quando il rapporti minaccia di entrare in crisi. Scopri quali sono i casi in cui è opportuno prenderla in considerazione.

Coppia in terapia
Coppia in terapia – Fonte: Adobe Stock

Stare insieme a qualcuno che si ama è uno dei doni più belli che può fare la vita. Allo stesso tempo si tratta di una responsabilità perché oltre ad essere responsabili della propria felicità lo si è anche per quella di qualcun altro. Fattore che diventa ancor più importante quando si decide di vivere insieme.
La vita di tutti i giorni, i problemi del quotidiano e le pressioni a cui tutti siamo costantemente sottoposti, possono portare le persone ad allontanarsi o a comunicare in modo errato. Così, anche le coppie che si amano molto non sono immuni dall’avere problemi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Gli 8 passi per essere meno possessiva in amore

Per fortuna, come per quasi tutti i problemi della vita, bastano impegno e pazienza per riuscire a cambiare le cose. E, nel caso della coppia si può pensare persino di trovare la soluzione all’esterno, chiedendo un aiuto professionale. Stiamo parlando della terapia di coppia, una scelta che molte coppie tendono a fare con sempre più tranquillità e tutto perché se ben affrontata può davvero cambiare in meglio le cose, ristabilendo l’equilibrio perso e aiutando le due parti della coppia a ritrovare la sintonia perduta.

Scopriamo quindi come può essere utile la terapia di coppia e quali sono le circostanze in cui è meglio affrontarla.

Quando può servire la terapia di coppia

terapia di coppia, quando andare
Coppia in terapia – Fonte: Istock photo

I momenti di fragilità fanno parte della vita e possono colpire chiunque. A volte, essi si estendono anche a più persone specie se queste vivono insieme. È ciò che avviene spesso nelle coppie che per motivi diversi possono trovarsi ad attraversare un periodo difficile, ricco di tensioni e sempre più privo della sintonia indispensabile per andare avanti in due. Perché se stare male da soli è spiacevole, in due può essere addirittura distruttivo. Viene infatti a mancare la presenza dell’altra persona come aiuto e valvola di sfogo e, in un crescendo di liti e tensioni, aumenta la sensazione di sentirsi soli.

I motivi che possono portare una coppia a trovarsi all’improvviso in un contesto simile sono tanti e vari e non sempre sono necessariamente legati alle mancanze di uno o dell’altra persona.
A volte può semplicemente accadere che un periodo difficile porti a comunicare meno, ad essere sempre nervosi, a lavorare troppo e a perdere di vista l’altra persona se non addirittura se stessi.

Sono situazioni nelle quali non ci si dovrebbe mai dare la colpa ma essere il più possibile gentili con se stessi e con il partner, scegliendo al contempo una via per tornare alla vita di sempre.
Perché se l’amore resta, tutto è possibile, persino riprendere a comunicare come un tempo e riscoprirsi più affiatati che mai. Ciò che conta è agire nel modo giusto per riuscirci.

Parlare è ovviamente la prima strada da percorrere nonché l’unica in grado di far tornare la coppia al centro e di ridarle l’equilibrio perso. Ciò, purtroppo, è spesso più facile a dirsi che a farsi perché quando si perde la capacità di comunicare, riprendere da un giorno all’altro può essere difficile e dar luogo a nuove tensioni che possono complicare il tutto. In questi casi, una soluzione alternativa e spesso di grande aiuto può essere quella di andare in terapia di coppia.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Il punto comune delle coppie più felici e durevoli

Grazie al contributo di una persona esterna ci si può infatti chiarire con più semplicità, trovando il modo giusto di esprimere ciò che non va bene e riuscendo a comprendere meglio le esigenze del partner. Ma come capire se e quando può essere utile andare in terapia di coppia? Ecco alcuni segnali indicatori che non si dovrebbero mai sottovalutare.

Discussioni continue. I litigi costanti, oltre a creare profonde tensioni, sono spesso la spia di un problema più grosso ovvero la mancanza di comunicazione. Ci si parla solo per aggredirsi o per accusarsi ma senza mai ascoltarsi davvero. In questi casi, qualcuno che faccia da arbitro e che sappia veicolare i messaggi di entrambi può essere di grande aiuto. Attraverso nuove strade, infatti, la coppia può scoprire come comunicare in modo diverso, trovando un modo tutto personale di agire e ritrovando pian piano la sintonia persa nel tempo.

coppia che si tiene pr mano
Coppia che si tiene per mano – FontE: Adobe Stock

Mancanza di progetti futuri. Un tempo si passavano anche ore a parlare del futuro mentre adesso si pensa solo a portare avanti la giornata? Ciò in una coppia è indice che qualcosa non va. Quando ci si ama, presente e futuro diventano un tutt’uno e la progettualità è ciò che fa la differenza tra due persone che dividono l’appartamento e due che invece stanno insieme. Non programmare vacanze, smettere di sognare il futuro insieme e non parlare mai di come ci si vede da qui a qualche anno sono spesso segnali che si è smesso di credere nella coppia.

I motivi alla base ovviamente possono essere diversi ed è davvero importante parlarne con qualcuno al fine di riconoscerli e lavorarci su in modo da recuperare questa parte importante del vivere insieme. Senza, infatti, il rischio è quello di perdersi giorno per giorno e di scoprire all’improvviso di non conoscersi affatto.

Sogni per il futuro diversi. Un altro campanello d’allarme è quello che arriva da sogni nettamente diversi e a volte in antitesi tra loro. Se progettare una vita insieme è qualcosa che fa bene alla coppia, è logico che le idee devono essere in armonia tra loro. Se uno dei due sogna una vita serena con figli ed un lavoro stabile e l’altra persona auspica a viaggiare sempre e non avere figli, è ovvio che c’è qualcosa da ridiscutere insieme. Il rimandare a vita queste differenze può portare solo a fare più danni alla coppia perché le preoccupazioni a riguardo e le tensioni tenderanno ad aumentare con il tempo portando a discussioni sempre più frequenti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Lo ami ma non ti rende felice? Come capire se siete al capolinea

Parlare con qualcuno può essere utile per capire quando sono sorti i primi cambiamenti e per ritrovare un nuovo punto di partenza dal quale riprendere a muoversi insieme. Perché solo camminando fianco a fianco la coppia ha senso di esistere e può funzionare davvero.

Gelosia estrema. Ogni tanto, un po’ di gelosia può essere indice che si tiene l’uno all’altra. Questa però non dovrebbe diventare mai un peso né per chi la sperimenta né tantomeno per chi la subisce. In tante coppie, invece, la gelosia è spesso fonte di discussioni costanti, di tensioni e di una spiacevole sensazione di disagio che porta a limitarsi o a mentire da una parte e a sospettare e indagare di nascosto sul partner, dall’altra. Tutti elementi che fanno male alla coppia e che con il tempo possono arrivare a rovinarla. Se da soli non si riesce a superare la cosa (scopri qui come essere meno gelosa), parlarne con un esperto può aiutare prima di tutto a comprendere i reali motivi della gelosia.

Fatto ciò ci si potrà confrontare in campo neutro, liberandosi di tutti i pesi che ci si porta addosso e trovano un modo di comunicare che faccia bene ad entrambi. Perché alla fine, ciò che conta davvero per star bene in due è saper comunicare e poter gestire ogni problema parlandone insieme. In questo modo non ci saranno sotterfugi e si avrà la certezza di poter crescere insieme e senza ostacoli. Altro elemento indispensabile per una vita di coppia che sia davvero felice.

Mancanza di intimità. Nella coppia un aspetto importante è quello dell’intimità. Non solo quella tra le lenzuola ma quella che mette a nudo entrambi portando ad una comunicazione sincera al 100% e nella quale ci si sente liberi di mostrare le proprie parti più fragili. Quando questa componente viene a mancare, tutto il resto finisce con il farsi più difficile. Il rischio è quello di creare delle distanze che con il tempo possono diventare insormontabili portando la coppia a smettere di comunicare e a vivere in una condizione di infelicità che può portare a preferire la rottura.

Per evitare che ciò avvenga è quindi preferibile chiedere aiuto a qualcuno in modo da affrontare i problemi che hanno portato a perdersi e recuperare quell’intimità tanto preziosa per entrambi e di fatto indispensabile per potersi considerare una coppia.

Mancanza di fiducia. Spesso si pensa che la scarsa fiducia sia legata alla gelosia. La verità è che in una coppia ci si fida dell’altra persona su fronti diversi e tutti estremamente importanti. Quando la fiducia in generale viene a mancare si spezza irrimediabilmente qualcosa. È quindi importante capire se ciò avviene per le mancanze di uno dei due o per un problema a fidarsi.

In ogni caso è necessario agire perché questa condizione svanisca lasciando spazio alla fiducia reciproca. A volte parlarne con qualcuno che conosce i possibili disagi che si celano dietro un problema può aiutare a comprendersi più facilmente e sopratutto più in fretta, recuperando rapidamente il rapporto.

Dialogo inesistente. Un altro problema che spesso racchiude i precedenti è la mancanza di dialogo. Se ci si scopre a parlare solo dei problemi, delle bollette da pagare e della lista della spesa, forse c’è un problema più grande da affrontare. Perché la coppia funzioni è importante non perdere mai di vista il rapporto e ovviamente se stessi. Parlare di se, dei propri sogni, dei progetti di vita e di cosa ci si aspetta dal futuro sono aspetti importantissimi che creano una sintonia e una confidenza altrimenti impossibili da avere.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Amore: Come capire se lui è quello giusto

E come si può, d’altro canto, amare qualcuno che non si conosce? È chiaro quindi che il dialogo è la pietra portante di ogni rapporto di coppia. Quando questo viene meno è importante agire al più presto cercando di recuperarlo e, qualora non ci si riuscisse da soli, è preferibile chiedere aiuto. In questo modo si avrà la piacevole esperienza di ritrovarsi e di ricordarsi quanto sia bello avere un complice del quale fidarsi e con cui condividere la propria esistenza.

La terapia di coppia può rivelarsi davvero utile ma perché ciò avvenga è importante che si sia entrambi d’accordo nel farla e che ci si avvicini a questo approccio in modo aperto e non con la sola voglia di cambiare l’altra persona. Anche in questo caso amore e fiducia sono importanti ed è bene metterli da subito in campo in modo da rendere il percorso meno lungo e più costruttivo. A volte, bastano pochi incontri per scoprire la chiave del problema e trovare un modo di comunicare in grado di cambiare le cose in meglio. Un tentativo che vale sempre la pena di concedersi prima di smettere di lottare per il benessere della coppia e, di conseguenza, di se stessi.