Yoga per bambini | Asana e esercizi semplici da provare con i più piccoli

Lo yoga fa bene a tutte le età ed esistono una serie di esercizi facili, divertenti ed efficaci da far fare ai bambini insieme alla loro mamma o al papà.

yoga madre figlia
Foto da AdobeStock

Avere una postura corretta, rinforzare la muscolatura, avere consapevolezza del proprio corpo nello spazio, avere rispetto per se stessi e per gli altri, capire quando si è nervosi e si ha bisogno di un po’ di tranquillità e, inoltre, è anche molto divertente!

Lo yoga per i bambini è tutto questo e molto di più, una disciplina che diversi studi presenta come positiva e di supporto veramente per tutte le età.

Si tratta dunque anche di un’attività che può fungere da legame tra la mamma e il suo bambino, un momento da condividere all’insegna del benessere e di tanta allegria.

Date le lunghe giornate che siamo in questi giorni costrette a trascorrere in casa, perché non sfruttare allora lo yoga come intrattenimento per grandi e piccini? Scopriamo insieme alcuni esercizi che genitori e figli potranno tranquillamente svolgere insieme anche nel piccolo spazio di una camera.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Posizioni yoga illustrate e spiegate: i 12 asana base

Yoga per bambini 6 esercizi madre figlia

allenamento madre figlia
Foto da AdobeStock

Diversi esercizi sono stati riadattati dagli esperti a vantaggia dei bambini, trasformando lo yoga in un’importante supporto per lo sviluppo psico-fisico dei più piccoli: li aiuta infatti non solo a stabilizzare mente e corpo, assumendo una postura corretta e avendo un atteggiamento consapevole nei confronti del proprio corpo e dello spazio attorno a sé, ma anche a sviluppare le capacità cognitive e sociali.

Bambini iperattivi, ansiosi o che manifestano disturbi dell’attenzione e dell’apprendimento possono giovare dello yoga, un’attività veramente per tutti.

Se possibile si consiglia sempre di approcciare la disciplina con l’aiuto d’un esperto. vi sono insegnanti che si sono specializzati nello yoga per bambini e molti di loro diffondono le proprie conoscenze anche on line. Non sarà quindi difficile trovare dei supporti via web per intraprendere questa disciplina a casa e vi consigliamo di avvalervene.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Alla scoperta del Doga | Lo yoga con il cane

Ma da quali posizioni iniziare per praticare yoga assieme ai più piccoli? Scopriamole insieme:

La posizione del “cane a testa in giù” – Una delle posizioni più note dello yoga e anche una delle più divertenti per i più piccoli. La posizione aiuta a stirare il retro delle cosce, a rinforzare le braccia e ad allungare la spina dorsale. Per aiutare il bambino ad eseguirla si consiglia di paragonarla a un cagnolino che si stiracchia. Potete inoltre posizionarvi sopra o accanto a loro affinché seguano il vostro corpo.

La posizione del gatto – Anche qui potete invitare il bambino a imitare uno dei loro animali preferiti, inarcando la schiena e guardando verso l’alto mentre espirano e curvandola guardano verso l’ombelico quando inspirano. L’esercizio aiuta a distendere tutte le vertebre

La posizione della tigre – Partendo carponi, con braccia e cosce perpendicolari al pavimento e le ginocchia separate, si espira curvando la schiena e abbassando il mento mentre si Port all ginocchio verso la fronte. Poi, mentre si inspira, si inarca la schiena e si solleva la testa, slanciando la gamba destra ben tesa posteriormente.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Yoga a casa | 5 esercizi per praticarlo senza difficoltà e con grandi risultati

La posizione dell’albero – Una posizione un po’ più difficile, che richiede concentrazione ed equilibrio, e che aiuta il bambino a sperimentare la concentrazione e l’attenzione verso l’esterno, oltre a irrobustire i muscoli delle cosce, donare stabilità alle caviglie, allungare la spina dorsale, allineare le parti del corpo e attenuare eventuali problematiche legate ai piedi piatti. Invitate il piccolo a fissare un punto mentre soppesare braccia unendo le mani sopra la testa e piega una gamba lateralmente, portando il piede sul ginocchio dell’altra gamba. Le prime volte, per facilitare la posizione, potete poggiare il piede più in basso, anche appena sopra la caviglia della gamba d’appoggio.

La posizione del triangolo – Una posizione che aiuta i più piccoli a rinforzare le gambe, lavorare sull’equilibrio, imparare a rispettare i limiti di spazio e percepire l’allineamento del proprio corpo. Per aiutare i più piccoli si può ricordare loro di imitare il tesso di una casa, flettendosi lateralmente e toccando il piede con l amano mentre l’altra si solleva versa il cielo.

La posizione del cobra – Tra le posizioni sicuramente più efficaci per aprire il torace e prevenire o risolvere eventuali atteggiamenti scorretti della postura. Ricordate al vostro piccolo di mantenere il collo ben disteso, i glutei contratti e i gomiti leggermente flessi. Ricordate loro di respirare lentamente e profondamente. Qualora il piccolo avesse difficoltà, per iniziare, fatelo adagiare a pancia in giù sulla vostra schiena e capirà, mano a mano, il tipo di postura corretto.

fitness bambini
Foto da AdobeStock 

Ecco dunque le sei posizioni che potrete iniziare a sperimentare con i vostri figli: si inizia con un gioco e, piano piano, potrebbe nascere una vera passione da condividere.

Fonte: blog.cliomakeup.com

Da leggere