Yoga a casa | 5 esercizi per praticarlo senza difficoltà e con grandi risultati

0
40

Scopri alcuni utili consigli per praticare lo yoga comodamente a casa, partendo da 5 posizioni di facile esecuzione ma perfette per rilassarsi e allenarsi.

yoga fai da te
Foto da AdobeStock

Un’attività sana, rilassante, perfetta per allungare i muscoli, migliorare la postura e lavorare sulla respirazione.

Di che cosa stiamo parlando? Dello yoga, una disciplina che sembra esser stata inventata appositamente per periodi come questo in cui l’isolamento e il contesto di perenne incertezza ci sottopongono a una buona dose di stress. Lo yoga può aiutarti a prendere una pausa e ritrovare il tuo equilibrio.

Tra i suoi pro c’è poi senza dubbio la possibilità di essere eseguito pressoché ovunque, dai centri specializzati a un piccolo angolino della camera da letto: poche posizioni e vedremo non solo il nostro corpo migliorare giorno dopo giorno ma anche il livello di stress calare drasticamente, permettendoci di abbracciare in generale uno stile di vita più sano.

Un tappetino, una coperta e un cuscino son gli unici strumenti di cui avrai bisogno per iniziare, oltre a una buona dose di pazienza: i primi giorni mantenere la concentrazione non sarà affatto facile ma lo yoga, mirando a farci raggiungere la piena consapevolezza del nostro corpo, farà sì che la respirazione migliori sempre più e, con essa, anche la nostra flessibilità, l’equilibrio e la forza.

Basta semplicemente prendere l’iniziativa e… cominciare!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Yoga, 10 buoni motivi per iniziare subito a praticarlo

Yoga a casa in 5 posizioni

yoga a casa
Foto da AdobeStock

Per iniziare la scelta migliore potrebbe essere abbassare il grado di difficoltà scegliendo esercizi da svolgere da seduta: quelli in piedi alzano senza dubbio l’asticella della difficoltà, richiedendo il più delle volte un buon senso dell’equilibrio.

Ricordate inoltre l’assoluta importanza della respirazione, sulla quale dovrà focalizzarsi la vostra concentrazione senza farla però mai divenire forzata. Il segreto per gestirla al meglio? Ricordare che si respira sempre e solo con il naso, inspirando a partire dall’addome, per poi passare al torace ed espirandone senso opposto.

Assodato ciò scopriamo cinque esercizi da cui si può iniziare, semplici e perfetti per essere eseguiti in casa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Posizioni yoga illustrate e spiegate: i 12 asana base

1- Posizione della gioia: senza dubbio tra gli esercizi più abbordabili e comodi di eseguire, nonché vera e propria icona della disciplina. Siediti a terra, con le gambe incrociate, la schiena ben dritta e il collo rilassato: il mento deve cadere leggermente verso il basso. Poggiando le mani sulle ginocchia, con i palmi rivolti verso l’alto, forma un cerchio facendo toccare il pollice con l’indice. Ascolta il tuo respiro, lento, naturale. Chiudi gli occhi e rilassati.

2- Posizione del bambino: questa semplice posizione sarà perfetta per rilassare la schiena. Si parte da in ginocchio sul tappetino, seduta sui talloni e con la schiena ben dritta. Le ginocchia sono leggermente separate tra loro e i piedi uniti, così che le dita possano toccarsi. Ora occorrerà procedere piegando lentamente la schiena in avanti, senza inarcarla, fino a toccare il tappetino con la fronte. Le braccia saranno appoggiale a terra all’indietro, lungo i fianchi. Il respiro è anche qui lento e rilassato. Per allungare ulteriormente la schiena, le braccia possono essere spostate e tese di fronte a te, senza però mai alzare la fronte dal pavimento: più allunghi le braccia in avanti, più si stirerà la schiena. Ricorda sempre di inspirare ed espirare lentamente.

3- Piegamento in avanti: senza dubbio tra le posizioni base dello yoga, questo stiramento intenso inizia stando in piedi sul tappetino con i piedi uniti. Piano piano il busto si piega verso il basso, fino a toccare le caviglie con le mani. Più praticherai la posizione più riuscirai a scendere verso il basso: le prime volte puoi piegare leggermente le ginocchia fin quando non riesci a toccare terra con le mani. La testa e il collo saranno completamente rilassati e il respiro molto lento. Per questa posizione molto importante sarà anche la fase di uscite, da gestire molto lentamente, srotolando bene la schiena una vertebra alla volta e alzando la testa solo alla fine, quando si è già in piedi. Pericolo vertigini annullato.

4- Posizione della montagna: si tratta di una posizione di allungamento per l’intero corpo. Anche qui si parte in piedi sul tappetino, con i piedi uniti oppure separati, ma sempre in linea con le spalle. Ora si procede lentamente allungando la schiena e il collo verso l’alto. Ricorda, mai inarcarti! Lascia ora cadere le mani lungo i fianchi, senza toccarli: le dita delle mani sono unite e i palmi rivolti verso le cosce. Guarda un punto fisso davanti a te e rilassa i muscoli del viso. Chiudi gli occhi e ricorda di inspirare ed espirare molto lentamente.

5- Yoga facciale: è possibile alleviare la tensione e ottenere una pelle più compatta, grazie a semplici massaggi su zigomi, palpebre e collo. Per rassodare il collo ad esempio si può procedere fingendo lentamente la testa indietro mentre tre dita tirano il meno vero il passo, come a contrastare il movimento del collo. Per le così dette zampe di gallina invece si possono posizionare gli indici sulle sopracciglia e i pollici sotto gli occhi e tira delicatamente mentre si chiudono le palpebre.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Posizioni Yoga: tutti i nomi degli asana singoli e di coppia

posizioni yoga
Foto da AdobeStock

Ricorda che se è la prima volta che ti approcci alla disciplina forzare è assolutamente da evitare: non stressare troppo muscoli e articolazione, con calma diventerà tutto più naturale.

Fonte: freshlycosmetics.com