Rimuovere lo smalto correttamente | scopri come farlo

Rimuovere lo smalto correttamente, si può sia con prodotti specifici come i solventi con acetone, che con metodi alternativi, scopri come farlo.

Smalto
Rimuovere lo smalto Foto:Adobe Stock

Tante donne amano avere le unghie sempre in perfetto ordine, si sa che le mani sono il biglietto da visita. Lo smalto, in questi casi è un alleato essenziale che non deve mai mancare sulle unghie di ogni donna, se si vuole sfoggiare  una manicure perfetta e sempre al top. Certo che non è bello vedere lo smalto rovinato e poi ritoccato per rimediare, soprattutto se non c’è l’abitudine di applicare uno smalto semipermanente.

Infatti se si applica lo smalto tradizionale dopo circa 3 giorni, si deve rimuovere, perchè si noterà la ricrescita e sicuramente non sarà più omogeneo su tutta l’unghia.

Se non si rimuove lo smalto e si lasciano i residui, sicuramente non renderà perfetta la vostra manicure. La rimozione dello smalto si può sia per quello tradizionale che per lo smalto semipermanente, bisogna solo fare attenzione a non rovinare le unghie. Infatti se si sfrega e si strofina energicamente le unghie si possono indebolire e a lungo a andare si danneggeranno.

Noi di Chedonna.it vi diamo tutti i consigli per rimuovere perfettamente lo smalto tradizionale e non semipermanente, senza rovinare le unghie.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Manicure fai da te | segui i consigli per farlo in modo impeccabile

Rimuovere lo smalto senza danneggiare le unghie

Rimuovere lo smalto Fonte:iStock Photo

Lo smalto si deve rimuovere in modo corretto, utilizzando prodotti specifici se non si vogliono danneggiare le unghie. In commercio esistono diversi solventi con o senza la presenza di acetone, questi ultimi sono inodore, consigliato per le donne gravide.

Il solvente con acetone è quello più utilizzato e conosciuto, ma non si consiglia in quanto è molto più aggressivo, perchè  indebolisce le unghie, non solo può arrossire anche la pelle che la circonda. Inoltre ha un odore forte e fastidioso.

Quelli senza acetone sono più delicati per le unghie e molto efficaci inoltre sono arricchiti da sostanze lenitive e idratanti, quindi hanno una duplice funzione, non solo rimuove lo smalto, ma cura le vostre unghie. In quanto quest’ultime appariranno lucide, lisce e più forti.

In commercio si possono acquistare diversi prodotti per eliminare lo smalto dalle unghie, scopriamo quali.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Unghie sane e forti si può | consigli per averle sempre perfette e in salute

1- Barattoli rivestiti di spugna: è adatto alle donne molto pigre o che hanno poco tempo a disposizione. Le pareti del barattolo sono rivestite di spugna, che contiene il solvente specifico per rimuovere lo smalto. Basta immergere le unghia nel barattolino, e lasciate un pò poi, togliete le mani e lo smalto non c’è più.

2– Penne leva smalto: è uno strumento che facilita la rimozione dello smalto dalle unghie, inoltre è molto preciso e perfetto. Consente di eliminare ogni residuo di smalto, inoltre risulta molto comodo anche quando si applica lo smalto e si sbaglia, facendo le cosìdette “sbavature” va a correggere le imperfezioni. La penna va a rilasciare gradualmente il solvente, questo è possibile grazie alla punta sottile, per questo è molto precisa.

3– Cotton fioc: è un’alternativa alla penna, se non l’avete a disposizione, ma volete essere precise nell’eliminazione dello smalto, non solo anche per eliminare le eventuali sbavature. Basta bagnare un cotton fioc con un po’ di solvente per smalto e poi passare sulle unghie.

4– Salviette leva smalto: hanno la stessa funzione di quelle che eliminano il trucco, non sono altro che salviette o dischetti imbevuti di solvente. Comode soprattutto da tenere nel beauty da viaggio, l’unico svantaggio è che si seccano facilmente se la confezione non viene chiusa bene.

Rimozione dello smalto senza solvente: metodi alternativi

Olio di olive e capelli
Olio di oliva Fonte:Pixabay

Il solvente con e senza acetone, è la soluzione più semplice e veloce per eliminare tutti i residui di smalto, cosa succede se vi accorgete che non ne avete più a casa? Ci sono dei rimedi alternativi al solvente specifico per unghie, scopriamo quali.

1- Olio d’oliva: un prodotto naturale, delicato e nutre le unghie allo stesso tempo, bastano alcune gocce su un batuffolo di cotone o su un dischetto struccante. Lasciate agire per alcuni minuti, poi sfregate sull’unghia con il batuffolo.

2- Lacca: o il deodorante spray, sono due soluzioni efficaci, basta vaporizzare un pò sulle unghie ad una distanza di 15 centimetri, dopo sfregate con un batuffolo di cotone.

3- Aceto di vino bianco: in una ciotolina miscelate l’aceto bianco e il succo di mezzo limone, poi immergete le dita e lasciate agire la soluzione per 15 minuti. Con un pò di ovatta o batuffolo di cotone sfregate energicamente. Il succo di limone può essere sostituito con il succo d’arancia.

SULLO STESSO ARGOMENTO:Smalto gel e semipermanente | come si deve rimuovere

4- Dentifricio: provate a metterne un pò sulle unghie e lasciate agire 3 minuti, poi grattate con uno spazzolino da denti. In alternativa va bene anche un tovagliolo di carta un pò più ruvido. Potete anche aggiungere al dentifricio del bicarbonato di sodio, miscelate bene e poi applicate.In caso di smalto glitterato, non sarà sicuramente facile e veloce la rimozione, ma potete grazie a questa tecnica, tagliate in 10 pezzetti un fazzoletto di carta. Immergeteli nel solvente per smalto, poi avvolgete intorno alle unghie, avvolgete anche la carta d’alluminio. Lasciate agire per qualche minuto, poi togliete tutto e non avrete nessun residuo di smalto sulle unghie.

Davvero adesso avete la possibilità di rimuovere lo smalto come preferite sia con prodotti specifici che alternativi, basta seguire i nostri consigli.

Da leggere