Home Bellezza Capelli Capelli | Scegli l’olio giusto in base al tipo di capello che...

Capelli | Scegli l’olio giusto in base al tipo di capello che hai

CONDIVIDI

I rimedi di bellezza per i tuoi capelli | Scegli l’olio giusto in base al tipo di capello che hai: Dall’olio di cocco per i capelli secchi all’olio di Neem per i capelli grassi e con forfora. La bellezza in 5 minuti!

capelli
capelli l’olio giusto in base ai capelli (Istock)

Ogni donna ha il proprio tipo di capello e in base alla capigliatura che si ha, gli olii che si dovrebbero adottare per la cura e la bellezza della capigliatura, sono diversi. Bisogna adottare il tipo di olio giusto in base al tipo di capello che si ha ma questo non sempre è facile da capire. Il “problema” può derivare da una scarsa conoscenza dei propri capelli o dalle pubblicità che vediamo continuamente ovunque. Magari hai i capelli grassi ed usi un olio a base di cocco? Ecco, sbagli poiché questo tipo di olio è adatto a chi, invece, ha una capigliatura secca. Insomma, prima di tutto bisogna capire il tipo di problema che si ha per poi intervenire in modo corretto e rimediare. Vediamo dunque brevemente quali tipi di olii sono adatti ai diversi tipi di capelli.

Potrebbe interessarti anche: >>>> 

Capelli | Scegli l’olio giusto in base al tipo di capello che hai

capelli
olio giusto in base al tipo di capello che si ha (Istock)

L’olio per capelli ha molti benefici: nutre, protegge, lucida e ammorbidisce. È un miracolo che può avverarsi per tutti i tipi di capelli. Si tratta solo di conoscere il come e il perché.Gli oli vegetali e gli oli essenziali hanno molteplici proprietà benefiche per la pelle e per i capelli. Sono tra i migliori rimedi naturali per favorire l’idratazione cutanea ma anche per risolvere diversi problemi che affliggono il cuoio capelluto e i capelli, tra cui la secchezza, la forfora, la fragilità, la caduta e altri disturbi. Ogni olio ha le sue caratteristiche e va usato nel modo giusto. 

Potrebbe interessarti anche: >>>> Black Friday 2019 | Le occasioni per la bellezza dei tuoi capelli

Olio di Cocco per capelli rovinati, sottili e crespi

capelli cura olio
capelli scegli l’olio giusto in base ai capelli che si hanno (Istock)

Chi ha i Capelli sottili e rovinati pensa di non poter usare l’olio a causa dell’untuosità e della pesantezza che darebbe alla propria chioma. Per avere lucentezza intensa e protezione, la soluzione è l’olio di cocco, in quanto detiene il perfetto rapporto acqua-olio.
Prima dell’utilizzo è sufficiente agitare bene e applicare qualche spruzzo sulla spazzola (mai direttamente sui capelli), distribuendo l’olio solo sulle lunghezze dei capelli asciutti (mai alle radici). Questa tecnica inoltre fa meraviglie contro l’elettricità statica.

L’olio di cocco è uno dei migliori oli per tutti i tipi di capelli, e in particolare per i capelli rovinati. Secondo alcuni studi, l’olio di cocco è in grado di prevenire e ridurre la perdita di proteine dalla cuticola dei capelli, sia se usato prima del loro lavaggio sia se usato dopo. Questa straordinaria proprietà può essere dovuta al principale grasso che compone l’olio di cocco, l’acido laurico. Questo grasso ha un’alta affinità con le proteine dei capelli, e grazie al suo basso peso molecolare e alla sua struttura a catena lineare, è in grado di penetrare agevolmente all’interno del fusto del capello, nutrendolo e proteggendolo. Questo olio è particolarmente indicato anche per le chiome ricce tendenzialmente crespi. Per domare e definire i ricci, l’olio di cocco è un ottimo alleato, basta  applicarne una dose nelle mani e distribuirlo su una ciocca per volta su tutta la lunghezza. Se la giornata è particolarmente propensa al crespo, applicare una dose nelle mani e pettinare i capelli con le dita, concentrandosi sulle zone più crespe.

Olio di Neem per capelli con forfora

olio per capelli
L’olio di neem per capelli (Istock)

L’olio di Neem è un vero e proprio elisir di bellezza per capelli con forfora. Ma non solo per questo tipo di problema. Infatti l’Olio di Neem è molto utile per coloro che hanno problemi infiammatori al cuoio capelluto o anche, problemi inerenti pidocchi, parassiti e problemi di psoriasi.

Diversi studi hanno esaminato le proprietà e i benefici dell’olio di neem sui capelli e sul cuoio capelluto, riscontrando che possiede proprietà antinfiammatorie, antimicotiche, antiossidanti e antibatteriche. L’olio di Neem è efficace nell’eliminare i parassiti come i pidocchi e distruggere le loro uova, nonché contrastare il fungo Malassezia furfur che causa la forfora e trattare problemi della pelle e del cuoio capelluto come la psoriasi, l’eczema, l’acne e la tigna. L’olio di neem di qualità si può acquistare in erboristeria oppure in farmacia o in parafarmacia, o anche online. L’importante è acquistare un olio di neem puro, preferibilmente biologico. In commercio ci sono molti marchi validi. Al momento dell’acquisto basta accertarsi che si tratta di un olio di neem di qualità, ovvero puro e biologico. Evitare invece i prodotti contenenti altri ingredienti che potrebbero compromettere l’efficacia e i benefici dell’olio di neem.

Olio di Argan per capelli Secchi e Ribelli

olio d'argan capelli
olio di argan per capelli (Istock)

L’olio di argan è uno dei più apprezzati in ambito cosmetico per via delle sue proprietà nutritive efficaci per idratare pelle e capelli in profondità. È ricco di acidi grassi e vitamina E, per cui è l’ideale per i capelli secchi, crespi e ribelli. L’olio d’Argan, detto anche “l’oro liquido” oppure “l’olio Marocchino” è perfetto anche per chi ha i capelli colorati tendenzialmente rovinati. Basta usarlo prima dell’uso del phon o come styling finale. Per chi usa frequentemente phon e altri strumenti che riscaldano il capello, l’olio è assolutamente fondamentale. In base alla lunghezza, bisogna applicarlo uniformemente da 1 a 3 dosi, come se fosse un primer, così da proteggerli dal calore e accelerare l’asciugatura. Un’ulteriore breve nebulizzazione dopo lo styling darà ai capelli quel tocco finale di lucentezza e fragranza.

Questo olio è sconsigliato a coloro che hanno i capelli tendenti al grasso o molto spessi. Usarlo renderebbe la capigliatura pesante e grassa. Il consiglio è comunque di usare alcune gocce solo sulle punte senza mai toccare la radice del cuoio capelluto!

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Olio di Cartamo per favorire la crescita dei capelli

olio di cartamo per capelli
capelli olio giusto per i capelli (Istock)

L’olio di Cartamo è un altro dei migliori oli per risolvere i problemi del cuoio capelluto problematico. Secondo varie ricerche, la regolare applicazione topica di quest’olio aiuta a contrastare la dermatite del cuoio capelluto, l’alopecia e la depigmentazione dei capelli. I suoi benefici deriverebbero principalmente dall’elevato contenuto di acido linoleico presente nell’olio di cartamo. L’estratto di cartamo tintorio favorisce la crescita dei capelli. Dagli studi pubblicati si evince che cartamo promuova la proliferazione delle cellule della papilla e dei cheratinociti, queste ultime sono le cellule che formano il capello. Esso stimola significativamente i geni che portano alla crescita del capello. Il Cartamo allunga la fase di crescita e quindi la lunghezza dei capelli.

Olio di menta piperita e di lavanda per capelli lisci più a lungo

olio di menta piperita
Capelli olio giusto per tipo di capelli (Istock)

Alcuni ricercatori hanno constatato che una soluzione al 3% di olio essenziale di menta piperita può favorire la crescita dei capelli rendendoli lisci più a lungo. Nello studio condotto sui topi da laboratorio, l’olio essenziale di menta piperita è risultato addirittura migliore del minoxidil 3%, che è una delle soluzioni ad applicazione topica più efficaci per combattere il diradamento e portare a una ricrescita dei capelli nel vertex.

In maniera simile all’olio di menta piperita, anche l’olio essenziale di lavanda è stato impiegato per studiarne gli effetti benefici sui capelli, dimostrando di essere un buon prodotto per supportarne la crescita. L’olio di menta per capelli è particolarmente benefico, in quanto possiede una quantità equilibrata dei componenti biologicamente attivi. Esso vi potrà aiutare nel trattamento domestico per la cura dei capelli. Un paio di gocce e la vostra chioma diventerà sana, liscia, lucida e fresca. Grazie al mentolo esso possiede delle proprietà rinfrescanti, immediatamente calma il prurito e l’infiammazione, regala una sensazione di freschezza. Per questo motivo gli esperti consigliano di utilizzarlo durante i mesi caldi. Dopo l’applicazione dell’olio le ciocche diventano più morbide, forti ed elastiche.

 I metodi più efficaci dell’uso dell’olio di menta per i capelli sono:

  1. Pettinatura aromatica. Applicate 4-5 gocce di olio sul pettine di legno o sulla spazzola massaggiante a setole naturali e pettinatevi i capelli per 5-7 minuti. Durante il trattamento effettuate la procedura 2 volte alla settimana, per mantenere l’effetto – 1 volta alla settimana.
  2. Massaggio. Unite l’olio di menta con un olio di base un pò riscaldato. Massaggiatelo sul cuoio capelluto con i polpastrelli per 7-10 minuti. A seguito della procedura vedrete la scomparsa della forfora e dell’eccesso del sebo, la crescita accelerata dei capelli.
  3. Arricchire i prodotti cosmetici. Potete aggiungere circa 4 gocce dell’olio di menta in una dose dello shampoo, strofinate bene nelle mani. Trattate la pelle e la lunghezza come al solito, quindi lavate via. L’olio essenziale aumenta le proprietà detergenti dello shampoo, ricostituisce l’equilibrio acido alcalino del derma, esfolia le cellule morte.

Salvo la pettinatura aromatica, l’olio essenziale non viene mai usato puro nel trattamento dei capelli. Questi oli sono molto concentrati e possono causare danni all’organismo. Per effettuare i massaggi devono essere per forza mischiati con gli oli di base, quali di oliva, mandorla, jojoba, vinaccioli, ecc. Non si devono surriscaldare gli oli essenziali tra cui anche l’olio di menta per evitare di distruggere i loro componenti benefici. È vietato utilizzarlo sui bambini fino a 6 anni. Ricordatevi che dopo l’applicazione il rimedio causa una leggera sensazione di formicolio e di freschezza. È una reazione tipica provocata dalla presenza del mentolo.

Leggi anche: >>>>

Olio di semi di zucca per contrastare l’alopecia

olio semi di zucca
capelli l’olio giusto in base al tipo di capelli, i semi di zucca (Istock)

L’olio di semi di zucca può essere un aiuto per contrastare l’alopecia androgenetica (AGA), ma non va applicato sul cuoio capelluto. Questo prodotto va infatti assunto oralmente. Una ricerca condotta su 76 pazienti maschi con calvizie ha rilevato che l’olio di semi di zucca può favorire la crescita dei capelli. I partecipanti hanno dovuto assumere 400 mg al giorno di olio di semi di zucca oppure un placebo per 24 settimane. Dopo il trattamento, nel gruppo che ha assunto l’olio di semi di zucca c’è stato un aumento in media del 40% dei capelli rispetto al gruppo placebo, in cui l’aumento è stato in media del 10%. Non si sono riscontrati effetti collaterali in nessuno dei due gruppi. Secondo altri studi, la regolare applicazione topica dell’olio d’oliva può anch’essa aiutare a contrastare la perdita di capelli.

Il motivo del perché i semi di zucca funzionano così bene è semplice: le sostanze contenute in essi sono dei nutrienti che contribuiscono a fermare la caduta dei capelli. Infatti, i semi di zucca contengono zinco, vitamine del gruppo B, ferro, carotenoidi, magnesio, fitosteroli e omega-3.

Olio di Marula per i capelli danneggiati, aridi e fragili

olio di marula per capelli
capelli l’olio giusto in base al tipo di capelli che si ha (Istock)

L’olio di Marula viene usato per vari scopi cosmetici grazie alle sue proprietà anti-age. Viene impiegato principalmente per idratare la pelle e contrastarne l’invecchiamento precoce. Quest’olio è anche un ottimo sostituto dell’olio di argan, per cui risulta utile per trattare i capelli secchi, danneggiati e fragili. L’olio, usato in purezza come impacco per i capelli, li rende morbidi, setosi e lucidi. Si procede distribuendolo su tutta la capigliatura, quindi si avvolgono i capelli in un asciugamano caldo e si lascia in posa per almeno una ventina di minuti.
Quindi si risciacqua il tutto e si lava con lo shampoo come d’abitudine, procedendo quindi all’asciugatura. L’olio di marula si trova in siti specializzati dedicati al commercio equo e solidale con l’Africa. Una bottiglietta da 50ml di olio naturale spremuto a freddo costa circa 10 euro.

Olio di Tea tree contro la forfora e i capelli grassi

olio tea tree per capelli
capelli l’olio giusto in base ai capelli che si hanno (Istock)

Uno studio che ha utilizzato uno shampoo contenente il 5% di olio di tea tree (albero del tè), ha rilevato che questo prodotto è utile nel trattamento della forfora. Lo shampoo è stato usato per 4 settimane, al termine delle quali si è registrata una riduzione evidente della forfora in circa la metà dei partecipanti, senza avere effetti avversi. Anche se l’olio di tea tree non necessariamente accelera la crescita dei capelli in modo diretto, può favorirla contribuendo a liberare i follicoli ostruiti e a nutrire le radici. Se si ha la forfora e si soffre di caduta dei capelli, l’olio essenziale dell’albero del tè può essere un valido aiuto poiché la forfora ostruisce i pori e causa prurito e infiammazione, che a loro volta possono portare alla perdita dei capelli. Le proprietà battericide, antimicotiche e antisettiche dell’olio essenziale di tea tree rendono questo prodotto ideale per pulire in modo efficace il cuoio capelluto da microrganismi dannosi e funghi, riducendo al contempo la secchezza e il prurito. Oltre a ciò, quest’olio previene l’accumulo delle cellule morte della pelle e dei residui di prodotti per capelli, evitando così l’ostruzione dei follicoli piliferi e migliorando la salute delle chiome. L’olio dell’albero del tè può essere efficace altresì per controllare la produzione di sebo in eccesso nel cuoio capelluto, che andrebbe anch’essa a intasare i pori impedendo una corretta crescita dei capelli.

Per evitare irritazioni cutanee, basta miscelare 5-10 gocce di olio essenziale di tea tree in un cucchiaio di olio vettore, come per esempio l’olio d’oliva o l’olio di cocco. Entrambi questi oli vegetali sono anch’essi ottimi per la salute dei capelli, in particolare l’olio di cocco per via delle sue naturali proprietà idratanti e battericide. A questo punto, massaggiare la miscela di oli sul cuoio capelluto. Il delicato massaggio deve durare alcuni minuti, in modo da permettere agli oli di penetrare bene la pelle. Successivamente, avvolgere i capelli in un asciugamano, e lasciare riposare per circa 20-30 minuti. Durante questo tempo si dovrebbe avvertire la fresca azione dell’olio essenziale di tea tree, che aumenta la circolazione sanguigna nel cuoio capelluto e migliora l’apporto di nutrienti ai capelli. Infine, risciacquare i capelli con acqua tiepida.

Un’altra ottima opzione è quella di preparare uno spray leave-in idratante e pulente all’olio di tea tree che può essere applicato sui capelli e lasciato agire senza necessità di sciacquarlo via. Basta riempire una bottiglia spray di vetro con acqua, preferibilmente distillata, e aggiungere circa 5-10 gocce di olio essenziale dell’albero del tè ogni 30 ml di acqua. Spruzzare al mattino e lasciarlo agire tutto il giorno per combattere la forfora e favorire la crescita dei capelli.

olio di neem per capelli, i vari usi (Istock)