Home Bellezza Pelle Punti neri | Cosa sono e come si possono eliminare

Punti neri | Cosa sono e come si possono eliminare

CONDIVIDI

I punti neri sono delle fastidiosissime impurità della pelle tanto odiate dalle donne, ma ci sono dei rimedi non solo naturali per eliminarle. Scopriamoli.

Punti neri (iStockPhotos)

In tanti sono ad avere delle imperfezioni cutanee di colore nero, chiamati punti neri, che compaiono di solito a giovane età. I punti neri sono delle sgradevoli imperfezioni che appaiono sul viso principalmente sul naso, sulla fronte o sul mento, che sono esteticamente fastidiosi.

Noi di CheDonna.it vi diamo informazioni sulle cause e i rimedi per eliminare i punti neri.

 

Punti neri: che cosa sono e perchè si formano

Fonte: Istock-Photos

punti neri sono delle impurità cutanee che si presentano di colore nero, si formano in seguito alla dilatazione e apertura dei comedoni chiusi o punti bianchi.

All’interno dei follicoli piliferi si raccoglie il sebo, che li va ad occludere, in questo modo si formano comedoni chiusi o aperti. Quando le sostanze che li compongono vanno a contatto con l’aria, si ossidano e quindi cambia colore dal bianco al nero. Le dimensioni dei punti neri sono varie e non compaiono solo in giovane età, dipendono più dal tipo di pelle e dall’attività ormonale.

Come già detto i punti neri si formano sul viso principalmente in tre zone specifiche:

  •  fronte
  • naso
  • mento

Queste tre zone sono più ricche di ghiandole sebacee, la formazione dipende  dall’attività ormonale del testosterone, che è proprio responsabile dell’aumento della secrezione del sebo che porta all’ostruzione dei pori e quindi alla formazione dei punti neri.

Le formazione non dipende solo dall’attività del testosterone e dalla predisposizione personale, ma da altri fattori,ecco quali sono.

  • Utilizzo di prodotti troppo grassi per la skin-care;
  • Uso di comedogeni per rimuovere il trucco o di oli abbronzanti: gli ingredienti presenti in alcuni oli e nella maggior parte dei prodotti contenenti silicone possono ostruire i pori e quindi causare accumulo di sebo.
  • Rimuovere in modo sbagliato il make up
  • Non struccarsi e lasciare impurità sul viso;
  • Smog, tabacco: inquinamento e sostanze chimiche e tutti gli agenti ambientali tossici possono accumularsi sulla superficie della pelle e portare alla formazione di punti neri.
  • Esposizione solare: soprattutto quando non mettete la protezione.

Leggi anche: Bagno di vapore, un vero toccasana per la pelle del viso

 

Come si eliminano?

La formazione dei punti neri si può prevenire?  La risposta è si, basta seguire alcuni consigli:

  1. Evitare la formazione di punti neri ed eliminare quelli esistenti: basta eseguire una corretta skincare quotidiana, sia di mattina che di sera.
  2. Struccarsi con molta attenzione
  3. Proseguire con la detersione della pelle: utilizzate il sapone di aleppo, che ha proprietà astringenti e detergenti a base di acido salicilico.
  4. Applicate un buon siero: potete acquistare un prodotto sebo-regolarizzante
  5. Mettete un contorno occhi e crema idrante.

Potete in casa eseguire dei rimedi naturali per eliminare i punti neri:

1- Sauna facciale 

Basta farla due volta al mese, portate ad ebollizione un po’ d’acqua, copri la testa con un asciugamano e resta per dieci minuti con il viso posizionato sul pentolino. Se volete potenziare l’effetto delle sauna potete aggiungere poche gocce di olio essenziale come il tea tree oil.

Grazie al vapore, i pori si dilatano e quindi potete spremere i punti neri più maturi utilizzando una garza pulita per non lasciare segni.

2- Scrub purificante

Dopo aver eseguito la sauna facciale, essendo dilatati i pori, potete usare uno scrub, applicatelo sul viso direttamente, massaggiate andando ad insistere sul naso e sul mento. Risciacquate, la pelle del viso risulterà più luminosa e meno grigia.

L’errore più comune che commettono tutti è quello di schiacciare i punti neri a mani nude e con le unghie sporche. In questi casi si va a rovinare la tua pelle con delle antiestetiche cicatrici.

In commercio potete trovare i cerotti da umidificare con acqua e da applicare sul naso direttamente fino a farlo seccare. Dopo aver lasciato agire, i punti neri si attaccheranno sul patch e il vostro naso sarà pulito.

La prevenzione inizia a tavola

Zinco ( iStock Photo)

La predisposizione dei punti neri è un dato certo, ma è anche vero che l’alimentazione va ad influenzare la formazione dei punti neri.

Lo sapete che mangiando 5 tipi di frutta e verdura al giorno si riduce la secrezione di sebo della tua pelle?

Lo zinco, il sale minerale, presente in frutta e verdura, contribuisce a bilanciare i livelli ormonali oltre ad avere un’azione antinfiammatoria e cheratoregolatrice.

Lo zinco è presente in diversi alimenti oltre la frutta e verdura ecco quali sono:

  • pesce
  • carne
  • cereali
  • legumi
  • frutta secca
  • semi: di zucca, sesamo e girasole
  • lievito
  • latte
  • funghi
  • cacao
  • tuorlo d’uovo.

Se seguite uno stile di vita attivo, diminuendo la quantità di zuccheri, grassi, bere almeno 1 litro e mezzo di acqua e dormite almeno 8 ore.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI