Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Sali minerali: quali sono? A cosa servono? Scopriamo

Sali minerali: quali sono? A cosa servono? Scopriamo

CONDIVIDI

Il nostro organismo non riesce a produrre i sali minerali, quindi devono essere integrati con la dieta. Scopriamo quali alimenti li contengono.

Sali minerali (iStock Photos)

Sentiamo spesso parlare di sali minerali, che sono importanti per il nostro organismo, ma sapete a cosa servono? Perchè sono importanti?

Il nostro organismo non riesce a produrli da solo, ma senza i quali non si può vivere, in quanto partecipano a molti processi vitali. La carenza dei sali minerali può causare seri problemi, vengono eliminati con la diuresi e la sudorazione, per cui è necessario reintegrarli di continuo. Inoltre la carenza di sali minerali, può causare disidratazione e non solo, anche stanchezza e  spossatezza.

Noi di CheDonna.it vi diamo tutte le informazione sui sali minerali: perchè sono importanti e in quali cibi li possiamo trovare.

 

Sali minerali: cosa sono

Istock Photos

Sale minerale rappresenta sostanze che vengono abitualmente assimilate con la dieta, sono delle molecole di cui il nostro organismo non ne può fare almeno. Si devono integrare con la dieta, svolgono due funzioni principali:

  • regolano il bilanciamento idrosalino: consentono un buono stato di salute delle  cellule e tessuti;
  • aiutano i nostri enzimi ad ottenere energia dai macronutrienti: carboidrati, proteine e lipidi.

I sali minerali vengono classificati, in base alla quantità di cui l’organismo ha bisogno, in:

  1. macroelementi: bisogna assumerne almeno 100 mg al giorno;
  2. microelementi: da 1 a 100 mg al giorno;
  3. oligolementi: da assumere in quantità sempre inferiori a 200 mg al giorno perché quantità superiori potrebbero risultare tossici.

1. I macroelementi sono:

  • calcio
  • magnesio
  • fosforo
  • potassio
  • cloro
  • sodio

2.Microelementi:

  • ferro
  • rame
  • zinco
  • iodio
  • fluoro
  • selenio
  • molibdeno
  • manganese

3. Oligoelementi

  • arsenico
  • boro
  • bromo
  • cromo
  • germanio
  • nichel
  • silicio
  • stagno
  • vanadio
  • tungsteno

 

Alimenti ricchi di sali minerali

Fonte foto: Istock

Come già detto, i sali minerali devono essere integrati con la dieta, quindi è consigliabile mangiare un po’ di tutto, perché un’alimentazione varia offre l’opportunità di introdurre tutti i sali minerali che contribuiscono al benessere dell’organismo.

Dovete assumere alimenti vari da quelli di origine animale, vegetale ma anche, e non va mai dimenticato, l’ acqua.

Ad esempio, non basta bere solo latte per assumere molto calcio è altrettanto importante mangiare un bel piatto di spinaci, che sono diuretici e aiutano a mantenere la linea.

I sali minerali non vengono danneggiati dalla luce o dalla temperatura, quindi gli alimenti che li contengono, se vengono cotti, non alterano la loro disponibilità.

Alimenti che sono più ricchi di macroelementi

I cibi più ricchi di calcio

  • latte e derivati: formaggi freschi e stagionati:
  • pesce
  • acqua ad alto contenuto di calcio
  • legumi: lenticchie, ceci ;
  • verdure a foglia verde

I cibi più ricchi di magnesio

  • frutta secca: noci, mandorle, nocciole;
  • cacao amaro
  • soia.

I cibi più ricchi di fosforo

  • latte
  • pesce.

I cibi più ricchi di potassio

  • legumi
  • patate
  • frutta: a parità di peso i kiwi contengono più potassio delle banane.

I cibi più ricchi di cloro

  • sale
  • alimenti vegetali: i pomodori e il sedano
  • alghe.

I cibi più ricchi di sodio

  • latte
  • sale
  • verdure a foglia verde; spinaci,lattuga, cime di rapa, bietole e broccoli.
  • alghe marine.

I cibi più ricchi di microelementi

Fonte: iStock

I cibi più ricchi di ferro

Il ferro è presente in tantissimi alimenti, soprattutto in quelli di origine animale ma anche nelle verdure a foglia verde.

Gli alimenti più ricchi sono:

  • carne
  • pesce
  • tuorlo d’uovo
  • legumi  secchi
  • frutta secca
  • cereali
  • verdure a foglia verde.

I cibi più ricchi di rame

  • carni
  • molluschi e crostacei
  • frutta secca
  • semi di girasole
  • legumi.

I cibi più ricchi di zinco

  • latticini
  • pesce
  • frutti di mare
  • pistacchi
  • mandorle
  • noci.

I cibi più ricchi di iodio

  • pesce
  • molluschi
  • sale iodato.

I cibi più ricchi di fluoro

  • acqua.

I cibi più ricchi di selenio

  • carni
  • pesce
  • frutta secca.

I cibi più ricchi di molibdeno

  • legumi
  • cereali integrali
  • verdure a foglia verde
  • latte
  • frattaglie
  • nocciole.

I cibi più ricchi di manganese

  • germe di grano
  • crusca
  • frutta secca.

Alimenti più ricchi di oligoelementi

Frutta secca ( Istock Photos)

I cibi più ricchi di cromo

  • frutta secca
  • pomodori
  • broccoli ed affini
  • tuorlo d’uovo.

I cibi più ricchi di zolfo

  • carne rossa
  • pesce
  • uova (tuorlo)
  • legumi
  • cavolini di Bruxelles
  • rape
  • verza.

I cibi più ricchi di silicio

  • prodotti vegetali ed ortofrutticoli
  • miglio
  • patate
  • topinambur
  • cipolla
  • aglio.

 

Eccessi e carenza dei sali minerali

I sali minerali sono elementi presenti negli alimenti in pochissime quantità parliamo nell’ordine dei milligrammi quindi la carenza di assunzione è veramente rara.

Nel caso di eccessivo dosaggio, si possono  verificare conseguenze veramente sgradevoli.

Esaminiamo in maniera generale la carenza e l’eccessivo dosaggi dei sali minerali.

1- Calcio

Eccesso: i sintomi più comuni sono nausea, vomito fino ad un generale stato confusionale con profonda sonnolenza.

Carenza: causa osteopenia, fino ad arrivare alla più grave osteoporosi; rachitismo e crisi tetaniche.

2-Magnesio

E’ un sale minerale fondamentale nella regolazione del battito cardiaco.

Eccesso: potrebbe causare disturbi della regolarità cardiaca.

Carenza:potrebbe scatenare aumento delle contrazioni muscolari, anche  involontarie, come i tic.

3- Ferro

Eccesso: causa danni da accumulo nei tessuti, si accumula nel fegato, milza e midollo osseo.

Carenza: provoca

4- Fosforo

Eccesso: è importante per la fissazione del calcio nelle ossa, quindi l’eccesso può causare ipocalcemia, ovvero valori di calcio nel sangue molto bassi con aumentata produzione di tessuto osseo.

Carenza: provoca stanchezza e dolori ossei.

 

5- Potassio

Il potassio viene utilizzato quando si hanno dolori muscolari come i crampi, ma non bisogna esagerare.

Eccesso: riduzione dei battiti del cuore.

Carenza: debolezza, tachicardia e dolori muscolari, sono dei segnali che il fisico chiede un po’ più di potassio.

6- Sodio

Eccesso: potrebbe favorire l’aumento della pressione arteriosa causando ipertensione

Carenza: denutrizione , in casi rari l’anoressia.

7- Iodio 

Eccesso: può portare a problemi soprattutto in caso di infiammazioni della tiroide.

Carenza: va ad alterare la funzionalità della tiroide con conseguente ipotiroidismo. Attenzione al giusto dosaggio dello iodio in gravidanza, perchè una carenza di iodio può causare problemi allo sviluppo del feto.

8- Cloro

Eccesso: può causare un aumento della pressione arteriosa, un’alterazione della diuresi e un innalzamento dei valori di glucosio nel sangue.

9- Nichel

Eccesso: causa problemi di dermatiti, rush cutanei e conseguente prurito, specialmente in soggetti che mostrano particolare sensibilità.

E’ praticamente impossibile andare incontro a carenza di questo oligoelemento.

10- Zinco

Eccesso: causa nausea, vomito e diarrea.

Carenza: incide sulla crescita, può causare perdita di appetito e scarse difese immunitarie.

 

Quando si devono integrare i sali minerali

Integratori (Istock)

Innanzitutto sarà il medico che vi consiglierà di integrare i sali minerali con gli integratori.

L’integrazione con i sali minerali è necessaria solo quando si ha una carenza di uno specifico elemento, accertata sempre dal medico.

Inoltre la carenza di uno specifico sale minerale può causare come sopra descritto problematiche intestinali.  Gli integratori di sali minerali sono sicuramente molto utili ma limitatamente ai casi in cui un medico, anche e soprattutto consultando le nostre analisi del sangue, abbia appurato una reale carenza e laddove gli accorgimenti nutrizionali presi non abbiano sortito gli effetti voluti.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: