Cioccolato: 10 e più motivi per cui mangiarlo fa bene

Il cioccolato è un alimento sano e fa bene alla salute. Scopri i benefici che apporta all’organismo.

Fonte: Istock

I più golosi e gli amanti del cioccolato saranno felici di sapere che questo alimento è ormai stato sdoganato e che oltre a non far male è considerato un super cibo, addirittura consigliato per i tanti benefici che apporta all’organismo.
Ovviamente, affinché ci siano davvero dei benefici è importante saper scegliere il cioccolato giusto da mangiare, limitandosi a stecche di cioccolato fondente e puro, ovvero senza altri ingredienti aggiunti e che sia sempre almeno al 75% andando ovviamente a salire fino al 100%. Inutile dire che la scelta migliore è quella del cioccolato biologico.
Facendo attenzione a questi piccoli dettagli, mangiarne uno o due quadratini ogni giorno (la dose media consigliata è di circa 30 grammi) apporterà così tanti benefici da non essere più considerato come uno sgarro ma come una coccola salutare. Bello, no?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Golosa di cioccolato? Ecco come mangiarlo senza perdere il controllo

Se vuoi restare aggiornata sulle proprietà degli alimenti e su come possono far bene alla salute CLICCA QUI!

Cioccolato: i motivi per cui mangiarlo fa bene

Fonte: iStock

È un antiossidante naturale. Grazie ai numerosi polifenoli che contiene, il cioccolato è un alimento che aiuta a prevenire e contrastare l’invecchiamento cellulare.

Fa bene al cuore. Oltre ai polifenoli, il cioccolato contiene anche i flavonoidi che, oltre a svolgere come i primi un effetto antiossidante, riducono le probabilità di andare incontro a infarti o problemi cardiaci, garantendo anche una buona circolazione del sangue. Tra le altre cose, sembra che mangiarlo aiuti anche a contrastare l’insorgere di ictus.

Dona felicità. Questo è un effetto che chi ne mangia in abbondanza conosce già. Il cioccolato è infatti ricco di serotonina. Mangiarlo, quindi, aiuta a stimolare il buon umore, diminuendo gli stati depressivi.

È un antinfiammatorio. Il cioccolato, a differenza di altri alimenti buoni da mangiare non solo non infiamma ma ha addirittura un effetto antinfiammatorio dovuto al resveratrolo, antiossidante con effetti anti infiammatori.

Fa bene alla dieta. Ebbene si, il cioccolato fondente è un alimento particolarmente indicato per chi è a dieta. Oltre a controllare il livello di zuccheri nel sangue (tenendo a bada anche il diabete di tipo 2), dona anche un particolare senso di appagamento che toglie il bisogno di dolci, evitando il rischio di incorrere in spiacevoli abbuffate.

Dona energia. Se si pratica sport o si sta vivendo un periodo particolarmente stressante, il cioccolato si rivela un ottimo aiuto. Grazie al potassio che contiene è infatti in grado di dare energia, evitare i crampi e sostenere l’organismo durante gli sforzi fisici e mentali.

Migliora la concentrazione. Grazie alla caffeina, il cioccolato aiuta a trovare maggior concentrazione, specie quando ci si sente mentalmente stanchi.

Regola la pressione arteriosa. Mangiare il cioccolato fondente aiuta a mantenere nei giusti livelli la pressione arteriosa evitando così problemi di ipertensione.

Aiuta a contrastare il colesterolo. Il cioccolato, per quanto contenga diversi grassi, un amico della salute infatti, mangiandone 30 grammi al giorno, tiene a bada il colesterolo favorendo quello buono piuttosto che quello cattivo.

Aiuta a prevenire la carie. Se è vero che i dolcetti sono nemici dei denti, nel cioccolato si può trovare un valido aiuto. I tannini in esso presente, infatti, secondo recenti studi, aiutano a prevenire l’insorgere della carie.

È un’ottima fonte di ferro. Il cioccolato è perfetto per chi soffre di anemia. Contiene infatti una discreta fonte di ferro, superando persino gli spinaci. Inoltre il ferro che contiene è più assimilabile dal nostro organismo rispetto a quello derivante da altre fonti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> È ufficiale: il cioccolato fondente è un super cibo

Tutto ciò sommato insieme garantisce una vita sicuramente più lunga, che grazie al cioccolato sarà anche più piacevole almeno dal punto di vista alimentare.
Ciò che conta è scegliere sempre quello giusto, controllando le etichette e non fidandosi di chi parla di cioccolato fondente senza aggiungere altro. Un fondente al 50% infatti, conterrebbe ad esempio troppi zuccheri e poche sostanze benefiche. La percentuale minima dalla quale partire è il 75% ed ancor meglio è se si opta per un 80/90%. In questo modo gli effetti saranno sicuramente migliori.

Attenzione! Come ogni altro alimento, anche il cioccolato può avere degli effetti collaterali in chi ha allergia verso l’alimento o nelle persone allergiche al nichel, metallo di cui è particolarmente ricco. Prima di assumerlo, quindi, in caso di dubbi, è sempre bene rivolgersi sempre al proprio medico di fiducia.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Pistacchi: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli
Leggi anche -> Banane: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle
Leggi anche -> Golden Milk al cioccolato: ecco perché fa bene