Diletta Leotta | La conduttrice confessa: “I tifosi mi mancano”

Diletta Leotta si racconta a “Il Mattino” di Napoli. Fra passato e presente non solo nel calcio italiano. Aneddoti e curiosità di un periodo particolare come quello che l’Italia e la conduttrice stanno vivendo.

Diletta Leotta, la conduttrice incanta i followers a Stadio San Siro (Getty Images)
Diletta Leotta, la conduttrice incanta i followers a Stadio San Siro (Getty Images)

La Serie A che riprende, vecchie abitudini, o quasi, che prendono forma. Allo stadio c’è sempre, malgrado l’assenza di pubblico, lei: Diletta Leotta. Una volta tanto a parlare non sono i suoi outfit mozzafiato ma lei in prima persona, intervistata da “Il Mattino” rinomato quotidiano molto vicino alle vicende di Napoli e del Napoli.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Ambra Angiolini | Un amore in panchina: “Con Allegri mancano solo le nozze”

La bella catanese ai loro microfoni si racconta, all’interno di un’intervista esclusiva dal sapore di chiacchierata informale che, però, snocciola le diverse vicissitudini di questi tempi: “Mi manca lo stadio, innanzitutto – ammette la Leotta –il calore del pubblico e soprattutto ho nostalgia delle storie che popolano gli spalti. Padre e figlio che si tengono per mano, le ragazze estasiate dopo un gol, il trasporto emotivo di ogni tifoso che ritrova domenica dopo domenica amici e parenti sugli spalti. Sento la mancanza di certe emozioni”.

Diletta Leotta, nostalgia dei tifosi: “Le emozioni dei supporters restano magiche”

Diletta Leotta mozzafiato per Inter-Sassuolo (Getty Images)
Diletta Leotta mozzafiato per Inter-Sassuolo (Getty Images)

Poi, l’attenzione si sposta sul lavoro: “Dal punto di vista lavorativo – sottolinea – non mi sono mai fermata. Ho sempre portato avanti le mie attività da casa, sia per quel che riguarda le dirette radiofoniche (sono impegnata quotidianamente su Radio 105, con 105 Take Away) che i programmi su DAZN: è nato Dazn Calling proprio per permettere hai protagonisti dello sport di raccontare come hanno vissuto questo periodo complicato”.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Michela Persico | Lady Rugani rivela: “Per stare con lui ho rinunciato a…”

Subito dopo, la Leotta passa a fare una riflessione sulle porte chiuse negli stadi e sul nuovo look dei calciatori. In riferimento soprattutto ai baffi sfoggiati recentemente da Josè Maria Callejon, attaccante del Napoli: “Se fai un cambiamento del genere è perchè hai il desiderio di piacerti di più cambiando qualcosa, le donne lo fanno tingendosi i capelli o modificando il make-up. Non ci vedo niente di male. Anche se l’avesse fatto per accontentare qualcuno che ama. Mazzola e Gullit li hanno portati per buona parte della carriera. Giocare a porte chiuse? Consente di fare attenzione a dettagli che prima non avremmo potuto scorgere: penso al discorso di Gattuso fatto ai giocatori dopo la vittoria nella finale di Coppa Italia”, ha concluso la conduttrice.

Diletta Leotta, come sempre, ha le idee chiare e nelle interviste lascia trasparire un’onestà di base che le permette di coltivare il numeroso seguito che ha sia in tv che sui social. Haters compresi, del resto non si può piacere a tutti. In tal caso, però, si fatica a comprenderne i motivi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Ho ricominciato a camminare negli stadi e stasera torno nella città che è entrata nel cuore di tutti. Bergamo ❤️ #AtalantaNapoli

Un post condiviso da 🌸Diletta Leotta🌸 (@dilettaleotta) in data:

SULLO STESSO ARGOMENTO: Diletta Leotta | Lady Scardina pronta a soddisfare la sua voglia di…calcio!