Allergie | 10 alimenti che aiutano a ridurre i sintomi

0
1
Fonte: iStock

Esistono degli alimenti che sono in grado di ridurre le reazioni allergiche. Scopriamo quali sono e quando risultano efficaci.

Donna che mangia una mela – Fonte: iStock photo

La primavera è una stagione bellissima ma che almeno il 30% degli italiani teme a causa delle allergie. Tra soffioni, graminacee, betulle, paretaria, etc… lo sbocciare della natura porta con se anche l’inconveniente dello scatenarsi di tante allergie, alcune tra queste davvero difficili da trattare. Un problema che si fa ancora più grande se si è già allergici ad altre sostanze o alimenti.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Antistaminici naturali: ecco 11 rimedi per combattere le allergie

Sempre più studi stanno dimostrando come ci sia una correlazione tra la salute dell’intestino e allergie e di conseguenza tra gli alimenti che si mangiano e le così dette allergie ambientali.
Se per quanto riguarda le allergie alimentari è infatti d’obbligo evitare in tutti i modi gli alimenti incriminati, per quelle ambientali l’unica cura consiste di solito nel far uso di farmaci da banco che tante volte riescono al massimo al ridurre gli effetti dell’allergia senza però farli sparire del tutto.

Per fortuna, esiste un altro modo che pur non essendo risolutivo può alleviare determinati disturbi e si tratta dell’alimentazione. Scegliendo i cibi giusti, infatti, si può ridurre la risposta allergica, vivendo in modo più sereno la stagione primaverile.

I cibi da scegliere per ridurre le allergie

sintomi allergia
Donna con allergia -Fonte: Adobe Stock

Prima di scoprire quali sono gli alimenti che attenuano le allergie a pollini e simili, è bene ricordare che questi non vanno bene per tutti. Per via delle allergie crociate, infatti, potrebbero interagire in modo errato con la sostanza alla quale si è allergici andando a peggiorare la situazione.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Allergie primaverili: come difendersi

Per questo motivo, prima di fare qualsiasi mossa è bene rivolgersi al proprio medico curante o, ancor meglio, al proprio allergologo che saprà indicare quali alimenti è meglio evitare. Detto ciò, scopriamo quali alimenti si rivelano utili contro le allergie.

La mela. Oltre ad essere famosa come il frutto che toglie il medico di torno, la mela è ricca di proprietà benefiche e vanta una sostanza chiamata quercetina. Questa si trova nella sua buccia e ha la particolarità di migliorare il funzionamento dei polmoni. Inoltre la vitamina C che contiene è un valido aiuto contro le allergie in generale. Mangiarla quindi, da sollievo a tutte le allergie legate alla respirazione.

Attenzione, però, tornando alle allergie crociate, chi è allergico alla betulla dovrebbe evitarle perché possono peggiorare i sintomi.

L’uva nera. Altro frutto in grado di alleviare i sintomi delle allergie è l’uva nera. Ricca di un anti ossidante chiamato resveratrolo, aiuta infatti a ridurre l’infiammazione che si innesca nell’organismo quando si ha una risposta allergica.

miele benefici
Barattolo di miele – Fonte: Istock photo

Il miele. Sembra che il miele sia in grado di rendere meno acute alcune forme di allergia. Per ottenere questo risultato basta assumerne piccole quantità. Attenzione, però, perché anche qui entrano in gioco le allergie crociate. Chi è allergico agli acari, infatti, potrebbe andare incontro a dei peggioramenti.

Il riso. Per via della mancanza di glutine, il riso (come altri cereali che non ne contengono), è un alimento indicato per persone allergiche. La presenza del glutine, infatti, rappresenta un problema non solo per i celiaci ma anche per chi soffre di allergie in generale. E ciò dipende dal fatto che il glutine tende ad infiammare l’organismo, andando ad amplificare quella già presente a causa della messa in circolo di istamina.

SULLO STESSO ARGOMENTO: 10 piante per rafforzare il sistema immunitario

La frutta secca. Ricca di acidi grassi Omega-3, la frutta secca (a meno di non esserne allergici), è un alimento in grado di contrastare le allergie ambientali. Gli Omega-3, infatti sono degli anti infiammatori e ciò li porta ad agire in positivo contro le allergie. Attenzione, però, se si soffre di allergia al nichel, la frutta secca (specie se tostata) ne contiene in grandi quantità.

Lo yogurt. Sebbene i latticini siano considerati alimenti ricchi di istamina e solitamente in grado di dare una risposta allergica più forte, yogurt, kefir e latti fermentati sembrano rappresentare un’eccezione. Alcuni fermenti lattici, infatti, aiuterebbero a ridurre i sintomi di determinate allergie. Allo stesso tempo, i fermenti mantengono in salute l’intestino che funzionando meglio spinge l’organismo a rispondere in modo diverso alle allergie.

Donna che mangia uno yogurt – Fonte: Istock photo

Scegliere ogni giorno gli alimenti giusti ed evitare quelli che solitamente tendono ad infiammare l’organismo è il miglior modo per contrastare le allergie. Prima di agire, però, bisogna essere sicuri di avere una determinata allergia e per farlo è sempre importante consultare il proprio medico e l’allergologo. Fatto ciò si potrà agire in modo mirato e con la giusta consapevolezza per ridurre al minimo le reazioni allergiche e vivere al meglio la stagione primaverile.