Coronavirus | Direttrice Zoo: “Senza fondi uccideremo gli animali”

Coronavirus | A causa dell’emergenza che sta colpendo il mondo intero, la direttrice di uno zoo in Germania ha annunciato che senza visitatori non hanno più accesso ai fondi e non possono mantenere gli animali presenti nella struttura

Leone in gabbia
Leone (Flickr)

Il Coronavirus ci ha costretto a restare tutti a casa. Questo, in maniera inevitabile, ha avuto forti ripercussioni, oltre che sulla psiche umana, anche sulle attività, a qualsiasi categoria esse appartengano.

Non di rado, infatti, ci si imbatte in richieste di aiuto. Alcune, forse, a differenza di altre fanno più rumore per quanto fuori dal comune o disperate. E’ il caso dell’appello lanciato dalla direttrice dello zoo di Neumünster, situato al nord della Germania, Verena Kaspari. Verena Kaspari, sul portale Die Welt, ha lanciato la propria richiesta di aiuto che ha spiazzato non solo il popolo tedesco, ma quello di tutto il mondo: a causa della mancanza di visitatori, e dell’assenza di entrate monetarie, sarà costretta ad uccidere gli animali per permettere ad altri di cibarsi.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Bambini e mascherine come e quando usarle

La notizia è stata riportata anche dal portale italiano GreenMe, in cui la direttrice sfoga tutta la sua frustrazione in un momento che ha toccato, in maniera inevitabile, anche gli zoo che non sanno più come sfamare “i loro ospiti”

La direttrice ha minacciato di uccidere gli animali dello zoo tedesco a causa della mancanza di visitatori, in quanto non può più sfamarli tutti. Verena Kaspari ha rivelato di aver anche già stilato un primo elenco di animali da macellare per salvarne altri. La stessa problematica ha toccato anche Disneyland. Il parco divertimenti è stato costretto a licenziare più di 200 dipendenti.

Coronavirus: la richiesta di aiuto di una direttrice dello zoo tedesco

Lux allo zoo
Lux (Pixabay)

A causa del coronavirus, lo zoo tedesco non ha più nessun visitatore e ciò comporterebbe numerosi danni visto che la struttura è fondata attraverso un’associazione che non dispone di un fondo statale per le emergenze di questo tipo.

SULLO STESSO ARGOMENTO: Coronavirus | Jennifer Lopez rimanda il 4 matrimonio: “Volevo farlo in Italia”

La direttrice dello zoo ha informato che molti animali, oltre che a diventare carne da macello per altri, potrebbe essere sottoposti all’eutanasia. In quanto specie come foche e pinguini hanno bisogno di un enorme quantità di pesce fresco giornaliera. Quantità che è impossibile da procurare senza avere dei fondi a disposizione.

L’Italia si sta avvicinando alla Fase 2 e qualcosa potrebbe smuoversi per tutti gli zoo del bel paese, ma cosa accadrà agli animali che si trovano in strutture situate nelle altre zone del mondo?

SULLO STESSO ARGOMENTO: Bambini e animali domestici | Benefici di crescere insieme

Almeno per il momento non si sa se la richiesta di aiuto di una direttrice dello zoo tedesco è una semplice provocazione per ricevere un qualsiasi aiuto o una richiesta disperata per permettere la sopravvivenza dei suoi animali.

Leone su un sasso
Leone (Pixabay)

Una notizia che arriva a ciel sereno, visto che pochi giorni fa gli animalisti di tutto il mondo festeggiavano l’eliminazione dei cani dalla lista degli animali di cui cibarsi in Cina.

Da leggere

Articoli che potrebbero interessarti