La Cina elimina i cani dalla lista degli animali commestibili

Il Ministero dell’Agricoltura di Pechino ha eliminato i cani dalla lista degli animali commestibili, una svolta epocale. I cani sono classificati finalmente come animali domestici. 

La Cina elimina i cani dalla lista degli animali commestibili
Fonte foto: AdobeStock

I Cinesi non commerceranno, non macelleranno e non mangeranno più i cani. Una notizia che ha davvero del clamoroso e a cui molti nelle ultime ore stentano ancora a credere. La nuova classificazione però è apparsa su una delle ultime liste pubblicata dal Ministero dell’Agricoltura di Pechino, il cane non è più contemplato come animale commestibile ma da adesso sarà considerato un animale domestico. 

Il consumo di carne di Cane in Cina è da sempre stata una pratica considerata normale e tantissime sono le immagini scandalose che arrivano dai mercati cinesi in cui si macella ogni tipo di carne senza alcuna norma di igiene e sicurezza. Immagini che hanno sconvolto il mondo, che assisteva inerme a questo olocausto e che viveva il suo culmine durante il festival della carne di cane che ogni anno si svolgeva a Yulin, nella provincia meridionale del Guangxi, dove venivano barbaramente massacrati migliaia di cani.

->>>SULLO STESSO ARGOMENTO: Covid-19 | il contagio negli animali | come pulire le zampe

In Cina il cane diventa animale domestico | la lista ufficiale del ministero dell’Agricoltura di Pechino

In Cina il cane diventa animale domestico
Fonte foto: AdobeStock

In Cina il cane sarà ormai considerato un animale domestico, un animale da amare e da accogliere in famiglia e non carne di cui cibarsi. Una decisione storica che si è messa in evidenza in modo discreto, nell’ultima lista diffusa dal Ministero dell’Agricoltura di Pechino, decisione che tante associazioni animaliste attendevano e che la Human Society International ha descritto come ‘un momento di svolta’ per quanto riguarda la protezione degli animali in Cina.

La decisione del governo cinese era stata paventata all’indomani dello scoppio dell’epidemia del Covid-19 quando emesse un divieto temporaneo sul commercio di animali selvatici considerati possibile veicolo del Coronavirus, virus che potrebbe aver trovato la sua origine proprio dai pipistrelli.

La lista del Ministero, non ha escluso soltanto i cani dalla lista degli animali commestibili ma anche animali selvatici come la Renna, l’Alpaca, il Fagiano, lo Struzzo e la Faraona. Per quanto riguarda invece due tipi di volpe, i visoni e i procioni, potranno essere allevati ma non a scopo alimentare.

Ecco i cibi che fanno male al tuo cane
Fonte foto: Istock

Finalmente uno spiraglio di luce per la sorte dei cani in Cina, ma ci domandiamo in primo luogo che fine faranno tutti i cani detenuti in modo barbaro che erano in attesa di macellazione e soprattutto quanto bisognerà attendere prima che le vecchie generazioni sradichino nella loro quotidianità l’abitudine di mangiare la carne di cane. Tante ancora potrebbero essere le macellazioni clandestine, perché il cibo è cultura,  e questa consuetudine sarà dura a morire.

->>>SULLO STESSO ARGOMENTO: 

Coronavirus | gatti e cani gettati dalle finestre per psicosi di contagio

Coronavirus | Tigre positiva al test presso lo zoo del Bronx, New York

 

Da leggere