Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Frutta secca | scopriamo i benefici e le possibili controindicazioni

Frutta secca | scopriamo i benefici e le possibili controindicazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:36
CONDIVIDI

La frutta secca apporta diversi benefici al nostro organismo, ma quali? Scopriamo tutte le proprietà e le possibili controindicazioni.

 

Frutta secca
Frutta secca Fonte: Pixabay

La frutta secca è un alimento molto consumato in cucina, sia da solo che per arricchire primi piatti, secondi, dolci o addirittura per la preparazione di snack.

Per diversi anni, la frutta secca è stata considerata un alimento dannoso per l’organismo, ma ciò è stato rivalutato grazie alle molteplici proprietà e sostanze nutritive in esse contenute. Si è scoperto che, nonostante contengono i grassi e le calorie, la frutta secca è un alimento che fa bene al nostro cervello, all’intestino e all’organismo in generale.

E’ preferibile introdurre la frutta secca all’interno di una dieta rispetto a carboidrati derivanti da zuccheri raffinati. Inoltre aumentano il senso di sazietà e donano molta energia, sono ricchi in fibre, vitamine, proteine e sali minerali, aiutano a mantenere regolare il peso forma.

Certo si consiglia sempre un uso moderato della frutta secca è consigliato assumerle di buon mattino per dare una carica in più, oppure il pomeriggio per uno spuntino.

 

Come consumarla

Frutta secca Fonte: Istock Photos

 

La frutta secca, viene utilizzata tantissimo, sia così che per la preparazione di diversi piatti e soprattutto dolci, ecco alcuni:

  • ciambella con mandorle e pinoli
  • torta di al cioccolato e uva passa
  • crostata di albicocche
  • plumcakes con noci
  • croccante alle mandorle

Sicuramente la preparazione di questi dolci sono molto più calorici rispetto a mangiare solo frutta secca accompagnata da yogurt e cereali.

Anche se è consigliato il consumo di frutta secca, questa dovrebbe essere limitata, soprattutto per le persone che soffrono di problemi renali, o che sono diabetici, per elevato apporto di zuccheri.

Anche le persone che soffrono di disturbi gastrointestinali e malattie del colon, dovrebbe limitarne l’uso, visto che questo alimento contiene fibre.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Dieta della frutta secca: come tornare in forma con gusto

C’è da precisare la differenza tra la frutta secca a  guscio e quella polposa disidratata: con guscio, ci riferiamo a frutta che contiene un guscio o corazza.

Il guscio può essere più o meno duro, dipende dal frutto, ecco i frutti:

  • mandorle
  • noci
  • noci di cocco
  • pistacchi
  • nocciola
  • castagna
  • arachidi.

Questi sono frutti alleati per la nostra salute in quanto, riducono i livelli di colesterolo nel sangue, in questo modo si riducono le probabilità di sviluppare patologie cardiovascolari.
La frutta secca con guscio contiene molti lipidi, sali minerali, come il magnesio, il potassio, il ferro, il rame, il fosforo e il calcio, di fibre e di proteine e grazie all’alto contenuto di vitamina B e E, che possiede proprietà antiossidanti.

I frutti sopra elencati, sono ricchi di grassi insaturi e polinsaturi e senza colesterolo, sono perfetti da consumare a colazione, vediamo come.

È un alimento fortemente consigliato anche per:

  • celiaci: perchè non contiene glutine
  • sportivi: apporta calorie
  • vegetariani
  • vegani.

Potete consumare a colazione la frutta secca ecco come:

1- Colazione con pane e marmellata di castagna: è uno dei frutti meno calorici.

2- Yogurt magro con un muesli ricco di cereali e frutta secca: è consigliata per gli studenti, in quanto la frutta a guscio è ricca di minerali, fosforo e ferro, elementi che aiutano la concentrazione.

3- Latte di mandorla o centrifugati di frutta secca: sono perfetti per il vostro organismo, per assimilare tutti i principi nutritivi di questi elementi. Un modo perfetto per iniziare la mattina con una carica in più.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Cosa mangiare a colazione | Segui i nostri consigli

 

La frutta secca polposa comprende:

  • fichi
  • datteri
  • albicocche,
  • prugne
  • uva passa

Questi sono frutti caratterizzati da un basso apporto di grassi, ma molto ricchi in zuccheri, fibre, sali minerali e vitamine.

I frutti polposi, apportano diversi benefici per il nostro organismo, vediamo quali:

  • datteri: sono alleati della salute, perchè apportano sali minerali come il magnesio, il potassio, il fosforo e le vitamine;
  • albicocca: è ricca di fibre, magnesio, potassio, calcio, fosforo e carotene;
  • uva passa: apporta sali minerali come il potassio, fosforo, magnesio, calcio, fluoro, di fibre e di vitamina E;
  • fichi secchi: sono molto per le proprietà antinfiammatorie e lassative;
  • prugne secche: sono ricche di fibre, sali minerali, vitamina A, betacarotene, sostanze antiossidanti. Hanno proprietà disintossicanti e depurative, quindi un alleato per il nostro intestino.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: La frutta secca aiuta a controllare la glicemia

 

La frutta secca essendo disidratata, viene assorbita più velocemente, e gli zuccheri finiranno per essere consumati nelle ore successive. Meglio evitarla nel pomeriggio o alla sera, perché non vi sarà sufficiente tempo per smaltire tali zuccheri.

Una manciata di prugne o uva passa per regolamentare l’intestino è consigliato ogni mattina; oppure una macedonia veloce con frutta fresca come mela o banana, insieme a mirtilli, albicocche e uva passa, può dare il giusto sprint e possono essere delle alternative valide su come mangiare frutta secca a colazione.

 

Come assumere la frutta secca e controindicazioni

Frutta secca per chi fa sport Fonte: Istock Photo

Gli esperti consigliano di consumare la frutta secca, sempre in quantità moderata, come tutti gli alimenti, ed è preferibile lontano dai pasti.

La frutta secca è perfetta a colazione accompagnata dallo yogurt magro, oppure consumarla come spuntino o come snack per chi pratica un’attività sportiva.

 

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE: Noci: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle.

 

Apporta le energie necessarie per portare a termine l’allenamento, non solo anche nutrienti, perfette da inserire in un piano alimentare vario.

Frutta secca, Getty Images

La frutta secca è sconsigliata alle persone che hanno particolari patologie:

  • apparato digerente: come colite, rettocolite ulcerosa, gastrite, ulcera e morbo di Crohn;
  • problemi renali;
  • diabete: è sconsigliata l’assunzione di frutta secca polposa, perchè contengono molti zuccheri.