Home Salute e Benessere Natale: i benefici insospettati delle spezie natalizie

Natale: i benefici insospettati delle spezie natalizie

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00
CONDIVIDI

Cannella, zenzero e chiodi di garofano fanno così bene che dovresti mangiarli tutto l’anno. Ecco i benefici insospettati delle spezie di Natale

Cannella

Profumano i nostri interni, danno sapore ai nostri dessert e contribuiscono alla creazione della magica atmosfera del Natale. Sì, hai indovinato, queste sono le spezie che  primeggiano nelle ricette di biscotti, vin brulè e torte tipiche delle festività natalizie. Non solo hanno il dono di farci salivare, ma hanno anche eccellenti benefici nutrizionali per la salute. Ecco tutti i loro benefici:

Cannella

Sotto forma di polvere o bastoncini, la cannella apporta un tocco amarognolo alle nostre bevande, biscotti e pan di zenzero. Tra i suoi numerosi benefici vi sono il miglioramento del transito intestinale, nonché un’azione antinfiammatoria che agisce contro la nausea, il mal di gola e le infezioni del tratto urinario.

Regola anche il diabete di tipo 2, riduce l’affaticamento e previene le malattie neurodegenerative e le malattie cardiovascolari. Con tutte queste virtù, non esiterai ad aggiungerla alla tua cioccolata calda. Scopri anche perchè bere il caffè con la cannella apporta 5 benefici alla salute

Zenzero

Questa radice si combina perfettamente con i nostri biscotti di Natale, pesce e alcune carni bianche. Usato per millenni nella medicina tradizionale cinese, lo zenzero aiuterebbe a stimolare la digestione, combattere la nausea e il vomito della gravidanza e alleviare il dolore dell’artrite e dei reumatismi. Ecco cosa accade se ne mangi un cucchiaino al giorno

Chiodi di garofano

Utilizzati come profumo per interni e repellenti pressati in un’arancia, i chiodi di garofano sono noti per la loro azione antisettica e antibatterica fin dall’antichità. Masticarne uno sarebbe benefico contro il mal di denti e mantenere l’alito fresco.

In infusione, aiuta ad alleviare il mal di stomaco e la nausea, a trattare le infezioni del tratto urinario e a migliorare la luminosità della pelle. Nell’olio essenziale, dona tono e aiuta a combattere la fatica.Scopri cosa accade al tuo corpo se mangi due chiodi di garofano al giorno

Pepe, cannella, curcuma, zafferano … attribuiamo alle spezie molte virtù. Afrodisiaci, brucia grassi, digestivi, promuovono una dieta più equilibrata. Vigilanza comunque a potenziali problemi legati al loro consumo.

Mangiare speziato, fa bene alla salute?

Intensive condiments on old spoons

Con la globalizzazione della cucina, le spezie sono tornate nei nostri piatti da alcuni anni. Utilizzate in tutto il mondo per condire piatti, queste sostanze di varie origini vegetali (radici, semi, frutti, steli, foglie …) hanno le proprietà principali di dare gusto, colore e stimolare l’olfatto. Tutto questo, con un basso apporto di energia, rispetto alle piccole quantità incorporate nei piatti.

Oggi è soprattutto per queste formidabili qualità organolettiche che i medici ed i nutrizionisti raccomandano il loro consumo. “Esaltatori di sapidità naturali, le spezie possono dare sapore ai piatti come sale, zucchero e grassi”, afferma il Dr. Jean-Michel Borys, endocrinologo e nutrizionista. Usati con saggezza, possono quindi ridurre le quantità. ”

Le spezie promuovono una dieta equilibrata

Un pizzico di cannella su un carpaccio di ananas o ricotta, un pò di curry o paprika in zuppa o salse, frutti di bosco su carne, vaniglia in pasticceria … Ravviva il tuo piatto è una delle chiavi essenziali per il successo della dieta.

Meno zucchero e grassi

“Le spezie aiutano innanzitutto a ridurre la quantità di grassi e zuccheri aggiunti, quindi l’apporto energetico, continua il nutrizionista. Quindi possono variare i piatti e divertirsi a tavola, nonostante la restrizione calorica. Infine, rieducano al piacere e consentono di riconnettersi con buone sensazioni alimentari. Questo è essenziale quando si desidera perdere peso in modo permanente. In effetti, tendiamo a mangiare spontaneamente meno quando abbiamo nel suo piatto cibi piccanti.”

E anche meno sale

Meno zucchero, meno grassi, ma anche meno sale: al di là del loro interesse per la silhouette, va naturalmente nella direzione di una dieta equilibrata, contribuendo a garantire la pressione sanguigna, la glicemia e i livelli di colesterolo e trigliceridi promuovono una buona salute.

“Consentono alle persone con diabete, colesterolo o ipertensione di divertirsi al tavolo, in modo da poter seguire meglio le istruzioni fornite dai loro medici. “

Le spezie contengono sostanze che fanno bene alla salute

Oltre a queste risorse derivanti dalle loro straordinarie qualità organolettiche, le spezie contengono una miriade di varie molecole (vitamine, minerali, pigmenti …) che hanno benefici sul corpo.

“Tutti o quasi tutti hanno virtù antisettiche e battericide, cioè distruggono i germi”, continua lo specialista. In effetti, erano originariamente utilizzati come conservanti per determinati alimenti, specialmente nei paesi caldi.

Sebbene siano ancora un campo da esplorare, la ricerca attuale ha dimostrato che contengono anche la maggior parte delle sostanze antiossidanti (quercetina, polifenoli, curcumina …).

“Aiutando il corpo a combattere i radicali liberi, potrebbero combattere le cellule che invecchiano e avere un effetto protettivo nei confronti delle malattie cardiovascolari e di alcuni tumori. Pertanto, curcuma, pepe, noce moscata o zenzero sono in cima alla lista degli alimenti raccomandati dal professor David Khayat, oncologo”.

Due avvertenze: digestione difficile e allergie

Le spezie possono irritare le mucose

“Le spezie dal sapore piccante come peperoncini o pepe possono, se consumate in grandi quantità, irritare le mucose e provocare attacchi emorroidali”, afferma il dott. Bruno Bour, gastroenterologo presso il centro ospedaliero di Le Mans. È spiacevole, ma senza rischi per la salute.

Mangiate in modo ragionevole le spezie svolgono un ruolo preventivo grazie alla sua azione battericida. “Meglio non  esagerare quando sai di essere sensibile. ”

Infine, anche le spezie possono causare allergie

Le reazioni più frequenti riguardano anice, finocchio, pepe, paprika e fieno greco e sono caratterizzate da prurito intorno alla bocca, orticaria o persino angioedema, osserva la dott.ssa Isabelle Bosse, allergologa.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI