Questi 5 segnali indicano che consumi troppo sale

0
39

Scopri quali sono i segnali che indicano che stai consumando troppo sale.

sale iStock photo

Quando si parla di alimentazione, uno degli avvertimenti più frequenti riguarda l’assunzione del sale che, nella maggior parte dei casi, andrebbe ridotta. La maggior parte delle persone, infatti, pur cercando di alimentarsi in modo corretto finisce con il consumare molto più della dose considerata normale e questo perché pur moderando il sale da cucina non considera quello presente in altri alimenti. È infatti risaputo che il sale si può trovare non solo nei surgelati, nei prodotti confezionati e negli insaccati ma anche in alimenti come pane, pizza e persino biscotti, dolci e prodotti per la colazione. Per questo motivo sarebbe preferibile evitare il più possibile la roba già pronta, cercando di prepararsi tutto da si, facendo ovviamente attenzione alla quantità di sale inserita.
Ma quali sono i sintomi del fatto che si sta assumendo troppo sale? Ancor prima dell’ipertensione e dei tanti problemi che possono dipendere da un consumo eccessivo di questo alimento, ci sono dei segnali dei quali è possibile tener conto per cercare di monitorare al meglio la situazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Qual è il tipo di sale più adatto alle nostre esigenze?

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda le proprietà degli alimenti e gli effetti che hanno sulla tua salute CLICCA QUI

I segnali che indicano un consumo eccessivo di sale

troppo sale nella dietaLa troppa sete. Avere più sete del normale può essere indice del consumo di troppo sale. Un po’ come quando si va fuori a mangiare la pizza e ci si trova ad alzarsi più volte durante la notte per bere. Se dopo i pasti la sete tende ad essere più del solito, forse è il caso di rivedere cosa si è mangiato e di prendere dei provvedimenti a riguardo.

L’eccessiva sudorazione. Uno dei modi con cui il nostro organismo si libera del sale in eccesso è il sudore. Per questo motivo se ci si rende conto di sudare più del solito, sia che ci si trovi ad un allenamento che in casa davanti al divano, è il caso di ricordare cosa si è mangiato poco prima e di far attenzione alla possibile correlazione con l’assunzione di troppo sale.

Ritenzione di liquidi. Prima o poi capita a tutti, dopo un pasto abbondante ci si vede più gonfi e in alcuni casi si pesa addirittura di più. Ciò è dovuto dalla ritenzione di liquidi che la maggior parte delle volte è causata dal consumo di troppo sale. Ora, se ciò avviene una volta ogni tanto dopo un’uscita con le amiche o una cena un po’ più pesante, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Ma se la sensazione di gonfiore persiste è meglio controllare l’assunzione del sale perché forse si sta esagerando da qualche parte.

Dipendenza da cibi salati. Il sale crea una certa forma di dipendenza che porta a desiderarne sempre di più. È per questo che chi mangia salato, solitamente non si sente attratto dai cibi sani, preferendovi quelli confezionati o ricchi di grassi e, appunto, di sale. Si tratta di una cosa normale ma che alla lunga può portare dei problemi di salute anche gravi. La buona notizia è che uscire da questa dipendenza si può, basterà ridurre il sale poco per volta fino ad assestarsi ad una dose buona. Una volta tornati ad un range normale, il cibo troppo salato darà addirittura fastidio.

Emicrania. Quando si consuma troppo sale è facile che si presenti una forte emicrania. Ciò è dovuto al fatto che i vasi sanguigni del cervello tendono ad espandersi dando così luogo al mal di testa. Un modo per evitarlo? Ridurre il sale, ovviamente.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Come sostituire il sale in cucina: il consiglio degli esperti

Ora che sappiamo a quali sintomi prestare attenzione è giusto ricordare che il sale non è un alimento da demonizzare e che il sodio (in esso contenuto) è indispensabile per il benessere. Come per tutto, però, è giusto prendere le cose con moderazione. Secondo la sanità italiana, il consumo corretto di sodio si assesta intorno ai 2 grammi al giorno che corrispondono a 5 grammi di sale. Questa dose, ovviamente non comprende solo quello usato in cucina ma anche quello presente negli alimenti già citati e in tanti altri che troppo spesso si mangiano ignorando del tutto la presenza di sale.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Quale tipo di sale è più adatto alle nostre esigenze?
Leggi anche -> Il sale da cucina: cinque cose da sapere
Leggi anche -> Ecco perché eliminare il sale dalla nostra dieta