Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Sale: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Sale: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

CONDIVIDI

Il sale è una delle spezie considerate più pregiate e apprezzate da sempre. Scopriamone insieme le proprietà, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che lo riguardano.

saleIl sale è probabilmente la spezia più famosa al mondo. Presente con tante varietà, alcune anche molto costose, è noto in particolare per quello bianco che si divide in grosso o fine e che viene normalmente usato per condire le varie pietanze.
Ricco di proprietà benefiche è una spezia che va usata con moderazione e che, ovviamente, può avere delle controindicazioni. Scopriamo quindi tutto quello che c’è da sapere sul sale da cucina, iniziando dai valori nutrizionali e andando avanti con i benefici e il modo migliore di usarlo in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Sale nero: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le proprietà degli alimenti e i rimedi naturali CLICCA QUI!

Tutto sul sale: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

troppo sale nella dietaIl sale, può essere marino o di salgemma. Il primo, che può essere anche integrale, si ricava dall’evaporazione delle acque e il secondo viene ricavato dai giacimenti. La sua versione bianca e raffinata viene impoverita dei vari nutrienti e ridotta quasi esclusivamente a cloruro di sodio.
In commercio esiste anche il sale iodato (sia marino che salgemma) che contiene un quantitativo più alto di iodio in quanto aggiunto artificialmente.
Grazie alla presenza di iodio, il sale si rivela un alimento indispensabile per il benessere del nostro organismo, regolando ad esempio la trasmissione degli impulsi nervosi o la pressione.
La dose consigliata è in media di 4 o 5 grammi al giorno, ovvero la quantità di un cucchiaino. Dose che è consumata in quantità doppia da almeno la metà della popolazione.

Calorie e valori nutrizionali
Il sale viene considerato un alimento privo di calorie.
Ricco di sodio, contiene anche una buona percentuale di iodio che è solitamente di 0,4 grammi per ogni grammo di prodotto. In base al suo ssere o meno integrale può contenere un quantitativo variabile di altri minerali.

Proprietà e benefici

Il sale apporta svariate proprietà benefiche. Tra queste le più note sono:

  • Regola lo scambio di liquidi
  • È un antinfiammatorio naturale
  • È un valido disinfettante
  • Può essere utile per combattere il mal di gola
  • Caldo e avvolto in un panno funge da antidolorifico
  • Agisce sulla pressione arteriosa
  • Regola la trasmissione degli impulsi nervosi
  • Libera le vie respiratorie
  • Rafforza il sistema immunitario
  • Secondo recenti studi aiuta ad aumentare il buon umore
  • Previene la stitichezza
  • Il sale grosso aggiunto nell’acqua della vasca da bagno aiuta a scaricare lo stress

Controindicazioni
Il sale, per quanto indispensabile, se consumato oltre la dose consigliata che salvo diverse indicazioni mediche dovrebbe arrivare a massimo 5 grammi al giorno può portare a diversi effetti collaterali come ipertensione, ritenzione di liquidi, osteoporosi, obesità, scompensi cardiaci, insufficienza renale, etc… Per evitarle basta ricordarsi di usare il sale con moderazione, evitando di salare tutti gli alimenti ed usandolo solo quando serve diminuendo il sodio presente in insaccati, prodotti già pronti, alimenti confezionati e a volte persino dolci e merendine.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Qual è il tipo di sale più adatto alle nostre esigenze?

sale: gli italiani ne consumano troppoCome usare il sale in cucina e curiosità

Il sale è una spezia preziosa che in cucina viene usata già in modo abbondante e che a volte andrebbe usata insieme ad altre spezie in modo da evitare un consumo eccessivo di sodio.
Ottimo per conservare alcuni alimenti (come nel caso della salamoia), viene solitamente impietato per condire le insalate, i primi e i secondi piatti. In genere il sale grosso è consigliato per gli alimenti a crudo mentre per le cotture è preferibile quello fine.

Andando alle curiosità

  • Il sale sembra dare dipendenza. Iniziando a mangiare alimenti salati si fa infatti una certa fatica a distaccarsi da quel sapore tanto che in presenza di un’alimentazione meno ricca di sodio si può iniziare a diminuire la dose di sale assunto un po’ alla volta, in modo da abituare il palato.
  • Il sale anticamente era considerato alla stregua dell’oro e commercializzato a prezzi altissimi.
  • Oltre che nell’alimentazione di tutti i giorni, il sale si rivela un ottimo rimedio di bellezza e un elemento prezioso per le pulizie domestiche, come disinfettante per la frutta, etc…

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

GUARDA ANCHE:
Peperoni: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarli
Curcuma: ecco perché dovresti assumerla sempre con il pepe nero
Cocomero: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarlo