Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Curcuma: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

Curcuma: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla

CONDIVIDI

La curcuma è una spezia sempre più usata in cucina. Scopriamo insieme perché fa bene, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che la riguardano.

curcumaLa curcuma, nota anche come zafferano delle Indie, è una spezia sempre più utilizzata e apprezzata per via del suo particolare sapore, per il colore che dona ai cibi e per le tante proprietà benefiche che la caratterizzano.
Ricca di minerali e vitamine è un alimento che è bene inserire nella propria alimentazione ma che, come spesso accade, può avere anche delle controindicazioni anche importanti.
Scopriamo quindi tutto quello che c’è da sapere su questa particolare spezia, andando dai valori nutrizionali ai benefici e scoprendo come usarla in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Tisana zenzero e curcuma: ecco perché berla ogni giorno fa bene

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle proprietà e i benefici dei vari alimenti e su come usarli al meglio in cucina CLICCA QUI!

Tutto sulla curcuma: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

cucchiaio curcuma benefici
Fonte: Istock

La curcuma è una spezia così potente da essere considerata quasi alla pari di un farmaco naturale ed in grado di aiutare con svariate patologie. Anti depressivo naturale, funge anche da antinfiammatorio e in cucina si presta alla preparazione di diverse pietanze grazie al sapore particolare che la contraddistingue. È inoltre un valido aiuto nel campo della bellezza.
In genere la dose consigliata da assumere durante il giorno va dai 3 ai 5 grammi. Si tratta però di un alimento che ha una bassa bio disponibilità, motivo per cui, per usufruire dei suoi benefici, è indispensabile consumarla sempre insieme a del pepe nero o ad una fonte di grasso come l’olio extra vergine d’oliva.

Calorie e valori nutrizionali
La curcuma ha 354 calorie per 100 grammi e, pur contenendo 10 grammi di grassi è del tutto priva di colesterolo. È inoltre ricca di sodio, potassio e minerali come il calcio e il ferro e vanta la presenza di vitamine come la D, la A, la C e alcune del gruppo B. Questa spezia è anche ricca in magnesio, contenendone ben 190 gr ogni 100 grammi.

Proprietà e benefici

La curcuma vanta diverse proprietà benefiche, costantemente sotto studio. Tra queste le più note sono le seguenti:

  • Rafforza il sistema immunitario
  • Aiuta la digestione
  • Previene la comparsa del diabete di tipo 2
  • Stimola la disintossicazione dell’organismo
  • Allevia i dolori articolari
  • Riduce le infiammazioni
  • Funge da antidolorifico
  • Protegge il fegato
  • È un ottimo anti depressivo
  • Aiuta a prevenire alcune forme di tumore
  • Aiuta l’organismo a liberarsi dai metalli pesanti

È bene però ricordare che se viene assunta per portare benefici all’organismo, la curcuma assunta a livello alimentare non basta. In tal caso, si può chiedere al proprio medico se è il caso di assumerla sotto forma di integratore al fine di raggiungere più facilmente i risultati sperati.

Controindicazioni
Sebbene sia nota come un alimento in grado di aiutare con molte patologie, la curcuma ha come molti altri cibi alcuni effetti collaterali che è bene considerare prima di assumerla.
Chi soffre di calcoli o di problemi alle vie biliari dovrebbe ad esempio escluderla dalla propria alimentazione.
In alcuni casi, potrebbe interferire anche con la coagulazione del sangue e ci sono degli studi tuttora in corso riguardo il rischio di aumento di contrazioni durante la gravidanza, motivo per cui, chi è in stato interessante, dovrebbe consultare il proprio medico prima di utilizzarla.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Curcuma: ecco perché dovresti assumerla sempre con il pepe nero

Curcuma e pepe nero
Fonte Istock

Come assumere la curcuma e curiosità

La curcuma è una spezia che in cucina può essere impiegata sia in preparazioni dolci che salate.
La si può assumere nelle insalate (meglio se in coppia con olio o pepe), come spezia per colorare ed insaporire primi e secondi piatti o come ingrediente per un dolce da colorare e da arricchire con un sapore un po’ esotico. La si può assumere sotto forma di tisana e, come molti sapranno, è l’ingrediente principale del famoso golden milk.
Ciò che è bene ricordare è che va assunta sempre in coppia al pepe nero o ad un grasso, senza i quali a causa della sua scarsa bio disponibilità non riuscirebbe a rilasciare le sue tante proprietà benefiche.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Guarda anche: Curcuma: fa bene all’umore e rafforza la memoria
Curcuma: ecco cosa succede se ne assumi un cucchiaio al giorno
Acqua, curcuma e caffè: i tre alimenti salva linea